Quando la censura (su Vaxxed) fa crescere i sospetti

Ricordate Vaxxed? Il documentario che indaga su un possibile collegamento tra vaccini e autismo e che venne cancellato dal Tribeca film festival? Oggi ne è stata censurata la prima proiezione italiana prevista il 4 ottobre in Senato. A organizzare la presentazione, con i sottotitoli, la diretta streaming dell’autore Andrew Wakefield, l’intervento della produttrice e il relativo dibattito, è stato il senatore del movimento 5 Stelle, Bartolomeo Pepe.   Proibito ascoltare e guardare Appena saputa la notizia della proiezione in Senato, si è scatenato l’inferno. Quella pellicola non s’ha da vedere, “il Senato non può prestarsi a pericolose derive antiscientifiche” (coro […]

  

“Così mio figlio è diventato autistico”

2016-09-21-PHOTO-00000044

Lo spartiacque nella vita di Nicola, nato il 4 novembre 2010 e diventato autistico 22 mesi dopo, è una lama conficcata nel petto dei suoi genitori. Fino a 22 mesi Nicola era un bimbo sano e vivace. Precoce in tutto. Così lo descrive la mamma, Federica Santi, 36 anni, ex insegnante, musicista e scrittrice: “A tredici mesi, Nicola, sgambettava come un leprotto. A 20 parlava e cantava, manifestava il suo talento artistico in ogni occasione: sapeva dipingere, era affettuoso, baciava il fratellino nel pancione”. Poi, intorno ai 22 mesi, subito dopo la nascita del fratellino, ha avuto un arresto dello […]

  

L’eco assordante del richiamo (dell’Ordine dei giornalisti)

ultrasonologia

Cari amici del blog, ben tornati dalle vacanze e buona ripresa settembrina. Oggi vi intrattengo con una vicenda che molti di voi conoscono già: il richiamo che ho ricevuto dall’Ordine dei giornalisti. Avevo deciso, in un primo momento, di soprassedere, ma, con il passare dei mesi, mi sono accorta che la vicenda è tirata in ballo anche a sproposito. Non solo: viaggia da una pagina Facebook all’altra, ma anche di sito in sito, arricchendosi di particolari fantastici.   Il retroscena Ho meritato un avvertimento – il grado più lieve delle sanzioni  giornalistiche – perché  ho scritto che un mio intervistato […]

  

Toh, ci sono i danneggiati (gravi) da vaccino

osmed 2015osmed

Potrebbero essere duemila i bambini italiani che l’anno scorso hanno subito un danno da vaccino importante. E sono stati ignorati. Poco clamore anche sugli altri 5.397 – non solo bimbi, anche adolescenti e anziani – che hanno avuto una conseguenza post vaccinazione non considerata seria. Già. Nel rapporto Osmed di Aifa sono calcolati 7.892 effetti collaterali. (Cliccate qui leggendo da pag 549). Si dice poi che “analogamente agli anni precedenti, circa un terzo, (il 32%), delle segnalazioni è stato definito grave”. Ma poi si scopre che la percentuale dei casi gravi, il 32%, si riferisce a farmaci e vaccini insieme. […]

  

“I vaccini? Sono tutti approvati senza studi adeguati”

Qualcosa deve essere andato storto se, nel mezzo della campagna pro-vaccini, finanziata dal ministero della Sanità con 495.500 euro per 24 mesi, si stanno incoraggiando provvedimenti punitivi contro i medici che “osano” sconsigliare le vaccinazioni.   Quando la pubblicità non basta La federazione che riunisce gli ordini dei medici (Fnomceo) ha rivelato l’8 luglio scorso “che sono già stati inoltrati procedimenti disciplinari per i dottori che sconsigliano i vaccini” e minacciato per loro la radiazione dall’Ordine. Beatrice Lorenzin ha applaudito i metodi forti. Già, il ministro non rappresenta gli “altri” medici – nè quelli in linea con l’Istituto superiore di […]

  

Così l’Agenzia europea imbosca i dati sul vaccino anti-papilloma

Immaginiamo di andare dal medico perchè stiamo male. Ci sentiamo stanchissimi. Ci gira la testa dalle due alle tre volte al giorno. E se non ci sdraiamo immediatamente cadiamo a terra svenuti. Non riusciamo più a studiare nè a lavorare. Il dottore ci ascolta prendendo nota, poi esterna le sue ipotesi, ci prescrive esami e farmaci. Immaginiamo che, nella nostra situazione e con gli stessi sintomi, vi siano centinaia di altre persone, in tutto il Paese. Immaginiamo anche che vi sia una circostanza che accomuna noi e gli altri malati: prima di stare male ci siamo vaccinati contro il papilloma […]

  

“Vietata l’aula universitaria a Di Bella”

frase voltaire

Oggi c’è una brutta storia. Non come l’uccisione di un politico “che la pensa in modo diverso“, ma quasi. C’è sempre la volontà di censurare un pensiero diverso, in questo caso sulla malattia e sul modo diverso di affrontarla. Non solo. C’è anche dell’altro. Ma andiamo con ordine. Il convegno promosso dalla Fondazione Di Bella e patrocinato dall’Ordine dei medici di Bologna dal titolo “Molecole biologiche citostatiche, differenzianti e apoptotiche non valorizzate in oncologia” programmato il 2 luglio nell’aula Magna dell’università di Bologna non si terrà più lì. Nonostante gli accordi presi per iscritto con la responsabile dell’ufficio “Gestione logistica […]

  

“Troppi farmaci agli anziani”

farmaci

Non ci piace usare la parola “allarme”, tantomeno “emergenza”.  Ma, questa volta, lo studio condotto da ricercatori australiani e appena pubblicato sul British Medical Journal ci autorizza allo… scippo grammaticale. I due sostantivi, che, in genere, sui giornali, viaggiano in coppia a qualche virus, oggi si prestano a descrivere un dato preoccupante e riconosciuto a livello mondiale: l’eccesso di farmaci consumati nella terza età. Cliccate qui. E qui. I ricercatori parlano di “politerapia inappropriata”: quando l’anziano ingerisce almeno cinque farmaci al giorno sta più male che bene. Soffre più per gli effetti delle medicine che per le cinque malattie croniche […]

  

Quando la Scienza è tirata per la giacchetta

Oggi parliamo di studi scientifici. Quante volte abbiamo sentito la frase: “Lo dice la scienza” come a dire: “L’argomento non si discute”. Sono affermazioni umane, troppo umane. Ben lontane da quella Scienza che produce conoscenza e progresso e si nutre di interrogativi. A ben guardare, nulla di nuovo. In ogni epoca vi sono stati uomini che si sono fatti scudo del proprio sapere, “noi dotti sì e voialtri no”. Gli studi di cui parliamo oggi sono un piccolo esempio di come si cerchi di “tirare la Scienza per la giacchetta”. Vaccini e autismo. Leggiamo l’articolo uscito ieri,  7 giugno, su […]

  

Vaccini, obbligo e verità

vaccinobambini

Perché un personaggio famoso non può esprimersi pubblicamente sui vaccini? E perchè si temono le opinioni diverse? Perché si vuole introdurre l’obbligo delle vaccinazioni per ammettere i bambini al nido? (Se ne discute in Emilia Romagna e in Lombardia). Quali sono le malattie da debellare, per le quali è necessaria la copertura del 95%? I bambini sotto i sei anni “dovrebbero” fare 48 iniezioni contro 14 malattie, ma non si trovano nè lo spazio (hanno solo due cosce) nè il tempo per farle tutte. Perché, quando si parla di vaccini, si ricorda che “l’antipoliomielite ha salvato il mondo” e ci si […]

  

La meningite spiegata ai ragazzi

avvertenza

“…se poi risulta che sono portatrice sana del batterio meningococco e, in futuro, farò un figlio con un portatore sano, il bambino nascerà con la meningite…”. È un effetto della meningite spiegata a quindicenni liceali, quando nessuno in classe osa fare domande. In cattedra ci sono i medici dell’ospedale Policlinico. L’obbiettivo è reclutare adolescenti per uno studio osservazionale: si vuole scoprire se, e quanto, è presente il batterio fra i giovani. Chi aderirà, si sottoporrà a tampone naso-faringeo. Al momento sono stati reclutati più di mille studenti milanesi. I medici hanno sicuramente detto che la presenza del batterio nel naso […]

  

Siamo fatti così, di cibo e anima

Rieccomi a Cascina Rosa. Sì, il casolare con i cespugli di rosmarino, la lavanda e i cavoli in giardino, che condivide il cancello con l’Orto botanico di Città studi, a Milano. Quello del gruppo Diana, lo studio nazionale che, dal 2008 al 2012, ha reclutato donne da ogni angolo d’Italia, segni particolari: l’aver avuto un tumore al seno. Cascina Rosa ospita l’istituto di Epidemiologia diretto dal professor Franco Berrino e, un giorno al mese, invita le donne a imparare a mangiare in modo sano. Si vuole capire se, come e quanto, l’alimentazione può contribuire a evitare una recidiva del tumore. […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2016