Via libera al 5G (senza studi)

Non la abbiamo votata. Non da cittadini, non da parlamentari italiani, non in Europa. Eppure è bastata una delibera dell’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) e, da gennaio, in 120 comuni italiani, sono state impiantate le antenne per il 5G, l’ultima tecnologia a radio frequenze millimetriche che permetterà connessioni super veloci. Il Belgio per il momento l’ha rifiutata e la Svizzera ha chiesto di sospendere le nuove installazioni. Cliccate qui. Il motivo? Non se ne conoscono gli effetti sulla salute. Non si sa se il livello delle radiazioni che nei prossimi anni interesserà la superficie terreste e l’atmosfera, ci […]

  

“La fiducia nei vaccini? Persa nel 2018″

Leggiamo il seguente articolo apparso su Doctor33: Se la gente non si fida dei vaccini forse non è colpa dei social o di pseudoscienziati imbonitori, dei vaccini commercializzati prima della fine delle sperimentazioni o dei media dove troppo presto si ricollegano morti sospette a lotti di particolari case farmaceutiche. La fiducia nei vaccini, secondo il rapporto Eurobarometro di marzo 2019,  sembrerebbe essersi incrinata nella popolazione tutta in un anno, il 2018. Una ricerca presentata all’Università Statale di Milano al convegno “Scienza e Dogmi” a cura della Fondazione Allineare Sanità e Salute, Gruppo NoGrazie Isde Medici per l’Ambiente, Slow Medicine e Medicina […]

  

“Bimba malata di tetano, indagati i genitori”, ma non era tetano

Ricordate la storia della bambina di 7 anni che si era ammalata di tetano? (Autunno 2017, Torino). La piccola non era stata vaccinata e perciò i genitori furono indagati per lesioni colpose. La bimba si ristabilì in poco tempo e venne dimessa dopo qualche settimana (nel frattempo venne vaccinata contro il tetano). I genitori subirono immediatamente un processo mediatico feroce – pari a quello dell’ostetrica di Macerata licenziata in tronco per non aver fatto il vaccino trivalente di cui non aveva alcun bisogno – e poi un procedimento penale. Ma, colpo di scena, “Il fatto non sussiste”. Così ha stabilito il […]

  

Genitori in piazza contro la Grillo

PHOTO-2019-04-27-18-16-34dodiciUnoseiquattordiciquindici

Si sono dati appuntamento da ogni parte d’Italia. Obbiettivo: raggiungere piazza Montecitorio a Roma in un giorno feriale. Sono le migliaia di famiglie contrarie alle imposizioni dei vaccini. Stamattina, davanti al Parlamento, si sono presentati con megafoni, striscioni e fischietti. Mamme, papà, nonni, medici. Sono rimasti a lungo. Qualcuno aveva indosso la t-shirt con le fotografie dei bambini danneggiati dalle vaccinazioni. Tante faccine senza sorriso a occupare  lo spazio della maglietta. “Fuori la Grillo dal palazzo”e “Giù le mani dai bambini” erano i cori. “Come può un ministro della Salute negare quello che è successo ai nostri figli?” (allusione alla […]

  

Licenziata per aver rifiutato il vaccino (e aveva fatto la malattia!)

9CEA57D5-EEDE-4CE8-8FB2-42C2AA486E18

Una storia da cui trarre esempio, che molti di voi in parte già conoscono. Riguarda l’ostetrica marchigiana licenziata in tronco nel novembre scorso perché – così hanno liquidato il caso giornali e televisioni – “rifiutava di vaccinarsi”. Vedremo che la donna: 1) Non ha rifiutato le vaccinazioni ma, anzi, ha cercato in tutti i modi di fare il vaccino contro la parotite (che esiste all’estero ma è difficile da reperire). 2) Avendo 57 anni, ha anticorpi per tutte le malattie esantematiche contratte da bambina: alte le protezioni da morbillo, varicella, rosolia e appena sotto la soglia quella per la parotite; perciò – […]

  

Scuola e vaccini, la nuova legge toglierà il ricatto?

L’antefatto. Eravamo scesi in piazza per questo. Per chiedere a gran voce che le malattie non si prevengano con il ricatto.  È sleale – per non dire illegale – condizionare un diritto garantito dalla Costituzione (come il frequentare la scuola) alla completezza del libretto vaccinale. Un diritto vive di vita propria, se lo concedi “sotto condizione …” lo snaturi, non è più un diritto. Tuttavia è successo. La legge 119/17 ha introdotto “la prevenzione sanitaria con ricatto” avvalorando un rapporto mercenario tra l’atto del vaccinare e l’ingresso a scuola. Se fino a due anni fa il medico suggeriva il meglio per […]

  

Quelle cellule fetali per produrre vaccini

LOCANDINA

Si usano da mezzo secolo: cellule di feto abortito per produrre vaccini. Vaccini che tutti noi abbiamo ricevuto, o fatto fare ai nostri figli, il più delle volte senza conoscere il processo di fabbricazione. Dietro lo scudo contro morbillo, parotite, varicella, poliomielite, epatite A e febbre gialla, ci sono due gravidanze volontariamente interrotte al terzo e quarto mese di gravidanza. Due bambini mai nati. Una femmina svedese abortita nel 1962 e un maschietto inglese nel 1966. Dai loro polmoni sono stati estratti fibroblasti (cellule del tessuto connettivo) che hanno composto le linee cellulari WI-38 e MRC-5, tuttora utilizzate. Sono i […]

  

Un altro tabù, l’Omeopatia

0ACC88CF-9A18-4388-BDAE-B7090538FE73F2C0DD2F-7841-4558-84D0-E572925CAD9F

Ho visitato la scuola omeopatica Hahnemanniana diretta da Claudio Colombo, nel pavese. Avevo pronte le mie domande, a raffica, da come funziona l’Omeopatia, alle pubblicazioni. Avrei riempito il taccuino di repliche al professore farmacologo Silvio Garattini  (“è solo acqua fresca”), cui va aggiunta la posizione dell’esperto di vaccini Roberto Burioni (“se qualcuno fa pipì nell’Oceano Atlantico, quella è all’incirca una diluizione omeopatica 10 CH, più concentrata delle diluizioni che trovate in farmacia, per cui meglio sperare che l’Omeopatia non funzioni”). Invece, niente di tutto questo. Prima di raccontarvi della visita, però, è importante che vi precisi la mia posizione. Sono […]

  

Vaccini, è sempre più urgente una risposta politica

Pubblico, in calce, il video del convegno “Vaccinare in sicurezza” promosso dall’Ordine dei Biologi e una sintesi. L’incontro si è svolto venerdì a Roma. Presenti più di 260 fra medici, farmacisti e ricercatori di ogni Paese. L’ignoranza. Dagli interventi emerge che delle vaccinazioni si sa davvero poco, neppure quanto funzionano. “Non ci si preoccupa di verificare cosa succede in chi è stato appena vaccinato – perché non interessa – ma soprattutto non esiste una ricetta unica o un protocollo per fare un vaccino, lo si prova quando lo si distribuisce”. La dichiarazione del virologo francese Jean François Saluzzo che realizza […]

  

Terra Mala

C54105DC-23DB-4D9F-AC71-EF128E081408D2D9FB5F-CEE0-4BB5-8971-BC24FF5E9821

Terra Mala è la madre terra che si è ammalata. E che partorisce frutti avvelenati e bambini con la leucemia. È la Terra dei Fuochi. Ma non solo. Il pentolone scoperchiato dopo 30 anni, con le sue tonnellate di rifiuti smaltiti illegalmente, ci illude vi siano confini, che siano poche le province ammalate. Invece no. Come l’acqua non si separa dall’acqua, nè il vento si ingabbia in un vaso, Caserta e Napoli sono l’Italia intera. Un libro coraggioso Terra Mala (sottotitolo: Vivere con il veleno) quello del fotoreporter Stefano Schirato per Crowdbooks. Fotografie in bianco e nero, a tutta pagina, ci […]

  

Altro che più sani: abbiamo perso 10 anni di salute

IMG_1528

Condivido con voi un’intervista al pediatra e neonatologo Carlo Tonarelli, specializzato all’ospedale Gaslini di Genova nonché relatore al convegno “Alla scoperta dell’omeopatia” che il “Movimento Genitori Lombardia” ha organizzato il mese scorso a Erba. Qualche dato. Dagli indicatori sulla salute di 27 Paesi (Health Status Indicator) emerge che in Italia la vita media si è allungata: dal 1984 è passata da 78 a 84 anni per le donne e da 72 a 80 anni per gli uomini. Abbiamo perso però 10 anni di salute. Nel 1984 ci si ammalava intorno ai 72 anni, oggi a 62. E le generazioni che […]

  

Stupe-fatto (di tanta droga)

image3image2image1

La discesa nel baratro ha una sua colonna sonora, ma non la senti. Sei travolto dal crescendo del racconto, un monologo tamburellante di un’ora mezza. Cos’è la droga. Perché ho provato. Smetto quando voglio. È tutta roba naturale. L’attore, Fabrizio De Giovanni, modula i timbri della voce e li amplifica con le braccia. A noi, in platea, le vibrazioni arrivano come lame: “Ero talmente fatto – e solo per gli spinelli – da non riuscire a guidare. Non mi sono accorto di aver sistemato il sacco a pelo in un campo di calcio, di quei tre giorni di vacanza a […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019