Etica dell’onore

Bisogna concedere parecchio all’immaginario per definire in maniera precisa che cosa sia e/o rappresenti, il termine ‘onore’. Quella sorta di provvisoria etica di frontiera, quel relativismo contemporaneo che ha addomesticato le menti e che contraddistingue la nostra epoca, garantisce un cambiamento radicale di valori che hanno perso o tendono a modificare del tutto il loro significato originario. E, così, ci sono parole come queste che ci spiazzano tanto da sembrare addirittura nuove, assumendo i tratti dei più sofisticati neologismi. Ma il terrorismo verbale, fenomeno irrefrenabile che si nutre di dosi esponenziali di mieloso buonismo, questa volta non è l’unico responsabile […]

  

Manifesto del Ribelle. L’uomo sovrano contro la folla globale

61TBG9zfBTL

Abbiamo compiuto molti parricidi negli ultimi due secoli, tutti incastrati in quel coacervo di tesi e valori che un tempo ridefinivamo e preservavamo sotto l’ampio e, per certi versi, contraddittorio, vessillo della tradizione. Ma quel tempo è, appunto, passato. Dalla morte di Dio all’eclissi del sacro fino alla dissoluzione della famiglia… tutti quei vecchi vincoli sono stati completamente assorbiti dalla nuova società, post-moderna, anonima e spersonalizzante, la cui unica vocazione soggiace alle condizioni dettate dall’espansione economica e dai suoi correlati sociali e politici. Condizioni e vincoli penetrati nel Dna e divenuti carne e sangue del nostro pensare e dell’agire. Una […]

  

La Repubblica nata dalla Resistenza

La Resistenza fu il prodotto di una congiuntura che viene a crearsi con il disfacimento non solo del regime fascista ma anche dell’istituzione monarchica. La scomparsa di entrambi lascia campo libero ad un composito schieramento nel quale era preponderante la presenza comunista che riuscì a saldare i concetti antitetici di democrazia e libertà con quelli di comunismo e lotta di classe. Da piccola, seppur importante base di supporto e di sostegno per le truppe alleate e di opposizione ideologica a quel poco che restava del fascismo, la religione laica dell’antifascismo si trasforma in pochissimo tempo in una idea mitopoietica dai […]

  

Identitas Fede e Scienza. Emanuele Franz chiama a raccolta i grandi del pensiero

ccccccbbbbbb

L’evento, ideato, diretto e organizzato dal filosofo, scrittore e poeta friulano Emanuele Franz, inizialmente previsto per il 31 marzo al teatro Palamostre di Udine, avrà comunque ragione di essere sotto forma di video conferenza mondiale, e consultabile attraverso il canale Youtube della associazione culturale -Identitas Clara-, fondata e presieduta dallo stesso Franz. Sarà visionabile allo stesso giorno e alla stessa ora previsti, 31 marzo alle ore 16.00 sul canale Youtube e sulla pagina Facebook della associazione Identitas Clara. Il video-convegno, che comprende ben diciotto interventi complessivi da sei nazionalità differenti, con quattro Premi Nobel coinvolti, avrà luogo in ogni caso […]

  

Ragion secolare e Fede. Kant visto da Marcello Pera

Pera_Critica-della-ragion-secolare_piattoexport.1.1577577.jpg--

Gli ultimi secoli hanno rappresentato il più violento e accidentato terreno di scontro tra Ragione e Fede. Ora assistiamo inerti ad una fase ulteriore, quella di una secolarizzazione trionfante che assume dimensione piena e illimitata. La stragrande maggioranza delle persone asseconda infatti l’assoluta irrilevanza del discorso religioso nella sfera pubblica e vede nella dimensione della fede solo una consolazione privata. È dunque apparentemente paradossale l’operazione che compie Marcello Pera in Critica della ragione secolare (Le Lettere, p.195), perché va oltre la descrizione della condizione attuale, tentando un percorso a ritroso alla ricerca di un originario e perduto punto di connessione. […]

  

In morte di Roger Scruton, apologeta dello Stato-nazione

Roger Scruton Portrait Session

Di seguito, alcune mie riflessioni su Roger Scruton, pubblicate dal Centro di studi politici e strategici  –  Machiavelli *     *     * Il cancro ha fiaccato e poi ucciso, in poco più di sei mesi, Roger Scruton, uno dei più grandi pensatori contemporanei. E lo ha fatto con quella tragica efficienza che per un’intera vita ha accompagnato il professore inglese. Un angosciante e crudele contrappasso. Scruton è morto ieri, all’età di 75 anni, dopo aver infatti passato un’intera vita a difendere, favorire e divulgare i principi cardini del conservatorismo attraverso una produzione pubblicistica tanto poliedrica, efficace e feconda da […]

  

Damnatio memoriae. Il volume di Francesco Carlesi su Italia e fascismo

copertina-33-600x765

Damnatio memoriae. Italia e fascismo. Scritti storici sui tabù del nostro tempo, a cura di Francesco Carlesi (Eclettica edizioni, p.228, euro 13) e con saggi di Gianluca Passera, Michelangelo Suozzi, Fabrizio Vincenti, Francesco Guarente, Raimondo Fabbri, Sandro Righini e Daniele Trabucco. *     *     * Di seguito, quarta di copertina e l’introduzione di Augusto Sinagra A quasi ottant’anni di distanza, il ventennio mussoliniano rimane il periodo più discusso della storia italiana. Le censure e le lotte ideologiche hanno spesso impedito di cogliere le complessità di quell’epoca lontana, che con tutti i suoi drammi rappresentò comunque un passaggio importante della nazione in […]

  

Elémire Zolla tra tradizione e critica sociale

Zolla_cover

Il volume di Lorenzo Morelli offre al lettore una ricostruzione critica e ragionata dell’opera di Elémire Zolla – tra i protagonisti più eclettici ed eccentrici della cultura italiana del Novecento – e ha il pregio di far emergere il significato lato sensu politico di un pensiero dichiaratamente antimoderno, in cui la Tradizione rappresenta indubbiamente la pietra angolare. Coniugando l’analisi dell’opera di Zolla con la ricostruzione biografica e del contesto storico, culturale e politico nel quale egli ha agito, l’autore riesce a rendere un quadro fedele e circostanziato di un’avventura intellettuale fuori dal comune, il cui significato profondo è estremamente attuale. […]

  

De Benoist e la critica al liberalismo

ghjkhjk

È ancora possibile impedire che il nostro pianeta e la nostra società si trasformino in un immenso mercato? Esiste un legame tra la propaganda liberalista e il cosiddetto pensiero unico? Parla di questi temi Alain de Benoist nel suo ultimo libro, Critica del liberalismo. La società non è un mercato, uscito per Arianna editrice qualche giorno fa, e di cui riproduco di seguito la prefazione di Eduardo Zarelli *    *    * Le ragioni impellenti di quest’ultima opera di Alain de Benoist, portano avanti la disanima tanto puntuale quanto sistematica sulle condizioni del nostro tempo sviluppate nel precedente Populismo. La fine […]

  

Non mettiamo in soffitta il Novecento

lglgjlgjlk

Il Novecento ha marchiato il suo incedere con un carico di tragedie ma anche con inusitata forza teoretica ed ideologica. Una forza talmente esplosiva che, seppur per via indiretta e con ripercussioni meno violente, è riuscita a riverberarsi anche in questi primi due decenni del nuovo millennio. Sarà stato dunque breve, come scrisse Hobsbawm o, al contrario, sterminato come dice Veneziani ma, nonostante una celata riluttanza che ci porta a far finta che abbiamo per sempre abbandonati certi stilemi e modi di pensare, nessuno sfugge alla regola aurea di una sempiterna connessione con quel passato.   Tutto ciò accade perché […]

  

Il blog di Luigi Iannone © 2020