Terre rare, cobalto e impero mondiale della finanza. Cosa si muove davvero dietro hi-tech e “green economy”

Sulla nuova guerra fredda silenziosa tra l’Occidente americano e l’Eurasia che guarda a Pechino, si staglia, minacciosa, l’ombra dell’impero globale che valica i confini dei singoli attori statuali in causa. Si tratta dell’impero mondiale della tecno-finanza, frutto del saldamento strategico tra i colossi dell’hi-tech e quelli del denaro, tutti con radici saldamente impiantate negli Stati Uniti d’America, il cuore del capitalismo globale e globalista, ma con una visione di fondo che, a differenza di quella proposta da Donald Trump e dal suo entourage, non ha bisogno, pur essendosi probabilmente comunque servito, a livello tattico, dell’ostilità anti-cinese di questi ultimi, di […]

  

Coronavirus e globalizzazione cinese: quelle curiose profezie USA

Solo ieri su questo blog si introduceva la figura di Ray Dalio, il finanziere americano e fondatore dell’hedge fund Bridgewater con attività filantropiche in Cina, che, a dicembre 2019 in un momento di fiducia per i mercati, aveva deciso di scommettere sul ribasso delle borse mondiali per il mese di marzo 2020, dunque con singolare tempismo rispetto alla pandemia da Coronavirus. Ebbene a parlare di questa singolare coincidenza è anche un brillante analista italiano, Roberto Motta Sosa, con il quale chi qui scrive aveva avuto modo di dialogare in passato su queste colonne, che in una breve analisi pubblicata su Strumenti Politici […]

  

Brexit: l’elite nega la democrazia. Ma così ne sarà travolta

È battaglia a Londra sul dossier della Brexit. La data fissata è quella del 29 marzo 2019, quando il Regno Unito dovrà concludere ufficialmente il negoziato per lasciare l’Unione Europea. Lo scontro in atto nel Governo dei Tories di Theresa May, con le dimissioni di David Davis, ministro in carica proprio per la Brexit e di Boris Johnson, ministro degli Esteri, è il segnale tangibile di una guerra interna al Partito Conservatore che vede opposti, da un lato, i moderati, tra cui la stessa May, fautori di un’uscita soft e, dall’altro, gli “hard brexiters“, come appunto Davis e Johnson, che […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>