L’ho scritto un sacco di volte. Ci sono tanti modi di correre, ognuno ha il suo e sono tutti buoni. E’ una questione di filosofia. Si può correre per vincere, per tenersi in forma, per battere gli amici,  per liberare la mente, per beneficienza, solidarietà o semplicemnte per divertirsi. Nella corsa vale anche il “puro cazzeggio” e allora mi vengono in mente le corse sui tacchi, quelle vestiti da Babbo Natale, quelle in biancheria intima , nudi o travestiti da pagliaccio.  Vale tutto quando correre fa star bene. Così mi piace segnalare  la “Paint My Run”  che si correrà  23 Settembre 2012 a Sirolo, nel cuore della Riviera del Conero. Mi piace segnalarla innazitutto perchè  il Conero credo sia uno dei posti più belli dell’Adriatico e a fine settembre, senza il caos di luglio e agosto, dev’essere ancora più magico. E poi perchè è divertente l’idea di colorare un corsa.  Nei  quattro chilometri e mezzo di gara infatti i partecipanti verranno colpiti da ripetuti lanci di polveri colorate e all’arrivo si troveranno colorati dalla testa ai piedi. Primo evento di questo tipo in Italia, “Paint my Run” si propone come un inusuale modo di passare una domenica. “Lo ammetto – spiega Veronica Grilli, una delle organizzatrici dell’evento – ha poco a che vedere con la competizione e molto a che fare con l’esercizio del divertimento… il tutto durante un’incredibile esplosione di colori!”. L’evento, infatti, è aperto a persone di ogni età, velocità, forma e dimensione. Si parte tutti insieme indossando una maglietta bianca e, ad ogni km, si incontrerà una “zona colore” dove una schiera di volontari lancieranno addosso ai corridori copiose manciate di colore in polvere (100% naturale e sicuro). La corsa avrà inizio nel suggestivo scenario del Teatro le Cave, alle pendici del Monte Conero. I partecipanti passeranno poi per il corso di Sirolo, sotto le mura a ridosso dei vicoli del borgo, quindi giù fino al traguardo a Spiaggia Urbani, dove vi sarà un’esplosione finale di colori e tanta musica. In totale il percorso è di circa 4,6 km di cui la maggior parte in discesa. “Paint my Run” prende, in qualche modo, ispirazione dall’antico festival indiano dei colori chiamato Holi, le cui spettacolari immagini ogni anno fanno il giro del mondo. L’evento quindi si prospetta come uno dei più “allettanti” per fotografi e videomaker, sia amatoriali che professionisti. Sul sito ufficiale (www.paintmyrun.com), oltre che sull’immancabile pagina Facebook, è possibile vedere il video dell’evento e avere un assaggio fotografico di ciò di cui stiamo parlando. Sempre sul sito, è inoltre possibile iscriversi alla gara fin da subito (Bambini 8€, Adulti 12€, con sconti per i gruppi di 4 persone). E chi non corre può sembre fermarsi in spiaggia e fare un bagno. Che sul Conero merita davvero

VN:F [1.9.3_1094]
Rating: 3.0/5 (2 votes cast)
"Paint my run", una bella scusa per correre al Conero, 3.0 out of 5 based on 2 ratings
Tag: , , , , ,