RedBull, il ciclismo “mette le ali”

“Nessuna obiezione”. L’antitrust ha dato il via libera e Red Bull entra così, con una partecipazione del 51%, nella  Bora-Hansgrohe.  Il team tedesco vincitore del Giro 2022 con Jai Hindley e in cui è arrivato quest’anno anche Primoz Roglic, “mette quindi le ali” per una stagione che da subito, già a cominciare dal Tour de France, vedrà i loghi del colosso “bibitaro” austriaco comparire sulle divise ufficiali. C’era già nel ciclismo la Red Bull, con il suo stemma sui caschi di Wout Van Aert e di Tom Pidckock ma ora la storia cambia perchè l’investimento è sostanzioso e le ambizioni anche. “Con questa decisione abbiamo superato un ostacolo importante- ha […]

  

Lo sport dei Giusti

I Giusti non sono nè santi nè eroi. Sono persone che coraggiosamente hanno salvato la vita degli altri ma anche diritti e dignità. E lo sport li abbraccia raccontando imprese di atleti che hanno scelto il Bene e la Verità e che hanno infranto il dogma che quel mondo basti a se stesso e si disinteressi di ciò che gli succede intorno. Storie raccolte in un libro, «I giusti e lo Sport» pubblicato dalla Libreria Editrice Cafoscarina nella collana Campolibero della Fondazione Gariwo con la premessa dello storico e scrittore Gabriele Nissim, fondatore e presidente della Fondazione Gariwo e curato dal giornalista […]

  

Yeman Crippa, un maratoneta verso Parigi…

“Devo Scoprire se potrà essere il mio futuro… La maratona è qualcosa che mi sta piacendo e non vedo l’ora di mettermi le scarpe e il completino per iniziare la nuova avventura. Sono convinto che si possa fare bene, non ci sono stati intoppi…” Così raccontava, più o meno un anno fa Yeman Crippa rientrato dal Kenia e alla vigilia della Milano Marathon 2003, il suo esordio sui 42 chilometri. Andò benino, non benissimo ma non poteva essere altrimenti perchè la maratona resta la maratona, la sfida più affascinante per i corridori di lunga lena che chide tutto alle gambe, […]

  

Una tessera sanitaria a punti per chi fa vita sana?

La virtù non è dono ma conquista… E, anche senza scomodare Socrate, si capisce al volo che i «punti» che l’assessore al Welfare lombardo Guido Bertolaso vorrebbe assommare sulle tessere sanitarie di chi ha uno stile di vita salutare bisognerà «sudarseli». Ma come si vive virtuosamente? A cosa si deve rinunciare? Alcol? Fumo? Solo un riso in bianco e un petto di pollo ai ferri con un po’ d’olio d’oliva prima di coricarsi e mai dopo la mezzanotte? E quanto si deve camminare, pedalare, quante volte andare a nuotare? Ognuno vive come meglio crede, ma pare fuori discussione che chi […]

  

Sinner, non solo talento

Certo, è un tennista di talento ma non basta. Jannik Sinner che guida l’Italia alla conquista della Davis, che conquista il suo primo Slam in carriera, che diventa il numero tre del mondo come mai nessun tennista italiano fa storia a sè ormai . Un’impresa storica quella del 21enne altoatesino, la storia di un predestinato, di un ragazzo poco più che ventenne che sgretola un po’ ( un bel po’) di luoghi comuni che si portano appiccicati addosso tanti ragazzi di oggi: indifferenti, “sdraiati”, indolenti, senza carattere, incapaci di reagire. Per carità, per qualcuno sicuramente è così ma le critiche […]

  

Triathlon e nuoto nella Senna per i Giochi: i francesi sudano freddo

E’ la prima volta che l’inaugurazione di un’olimpiade non avverrà in uno stadio e il prossimo 26 luglio, durante la cerimonia di apertura, 600 mila spettatori avranno gli occhi fissi sulla Senna. Da quando a Parigi sono stati assegnati i Giochi Olimpici e Paralimpici il fiume è al centro dell’attenzione e non è mai stata così “coccolato”  per garantirne la pulizia. A differenza degli anni ’80 durante i quali vi venivano scaricati ogni anno 20 milioni di metri cubi di acque reflue, per i Giochi la Senna sarà un altro fiume. Per renderlo balneabile finora sono stati  spesi 1,4 miliardi […]

  

Correre è un’arte

…affronto i compiti che ho davanti e li porto a compimento ad uno ad uno, fino a esaurimento delle forze. Concentro l’attenzione su ogni singolo passo, ma al tempo stesso cerco di avere una visione globale e di guardare lontano. Come vengono giudicati il tempo che ottengo in gara e il mio posto in graduatoria, come venga considerato il mio stile, è di secondaria importanza. Ciò che conta per me, per il corridore che sono è tagliare un traguardo dopo l’altro con le mie gambe. Usare tutte le forze che sono necessarie, sopportare tutto ciò che devo e alla fine […]

  

L’ultima volta che se n’è andato Pantani

AlVento, italian cycling magazine, racconta e pubblica grandi storie di ciclismo e di ciclisti. Biografie, ricostruzioni di grandi imprese del passato e di oggi, rievocazioni, “contaminazioni” che mettono in contatto e fanno dialogare mondi diversi che si ritrovano a pedalare insieme spinti dalla passione comune per la bicicletta. E così presenta, proprio nel giorno del ventennale della morte del “Pirata” l’ultima “fatica” che  sarà in libreria per il Giro d’Italia. Era un sabato sera di febbraio quando tutti fummo raggiunti da una notizia terribile: Marco Pantani era morto. Sono trascorsi vent’anni da quel 14 febbraio 2004 e quella ferita continua […]

  

Addio a Kelvin Kiptum, un predestinato della maratona

“Predestinato” si dice nello sport quando si racconta un campione . Ed ora, per chi crede che ci sia un destino già scritto per ognuno di noi, che non esistano “sliding doors”, che poco o nulla si possa determinare e che le scelte della vita siano in realtà solo un’illusione,  la morte di Kelvin Kiptum fa venire i brividi e non solo perchè può sembrare assurdo morire  a 24 anni. Aveva fissato l’appuntamento con la storia il prossimo 14 aprile a Rotterdam per provare a correre la maratona sotto il limite delle due ore ma la sua già straordinaria avventura […]

  

La bici? Il segreto di un sogno senza età…

Perchè alla fine trenta, quaranta, sessant’anni…  Non è la passione per lo sport, per il ciclismo,  per un triathlon o una  crono. Non è la passione che ti spinge a correre,  a pedalare, a far fatica ogni giorno come se te l’avesse prescritto il medico… E’ il gioco. E’ fermare il tempo, riportarlo indietro e ricominciare a giocare.  Giocare a fare i campioni, sulle stesse strade del Giro, tra le transenne, tra i gonfiabili della pubblicità.  sentirsi per un attimo la stessa cosa, su una rampa dello Stelvio o del Galibier.  La stessa figurina da attaccare sull’album. E’ una magia. […]

  

Con le bici d’epoca: un altro Giro d’Italia

“Anche noi con le nostre maglie di lana e le bici arrugginite coltiviamo la Memoria…”. Michela Moretti Girardengo ha presentato così il Giro d’Italia d’epoca che partirà il 15 marzo da Firenze. Un viaggio lento nella bellezza del nostro Paese e nella sua storia: “Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare- ha spiegato la presidente dell’Associazione-  Ebbene, il Giro d’Italia d’Epoca, con il suo primario obiettivo di mantenere viva la memoria ed omaggiare la […]

  

Ernesto Colnago: 92anni di storia del ciclismo (e non solo)

L’Ernesto fa novantadue. Artigiano, artista, innovatore ma soprattutto imprenditore di quelli che hanno tenuto insieme  la storia industriale di questo Paese dove fare impresa è più “impresa” che altrove. Nasce contadino, diventa meccanico di biciclette, fonda una officina che negli anni diventa il più prestigioso e blasonato marchio di biciclette al mondo. Tutto ciò con la quinta elementare che una volta contava, eccome se contava. Ernesto Colnago compie novantadue anni e che Dio lo conservi. Cavaliere del lavoro, primo a entrare in azienda e ultimo a uscire, talento passione, voglia di lavorare e di rischiare, voglia di inventare. E’ una […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2024
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>