Famiglie indebitate per oltre 22mila euro preoccupa il rischio usura

Il Covid non sarà più sulle prime pagine dei nostri giornali, ma i problemi causati dalla pandemia e la conseguente crisi economica continuano a pesare sulle tasche degli italiani. A lanciare l’ultimo allarme è stata la CGIA di Mestre, secondo cui il debito delle famiglie italiane è aumentato nell’ultimo anno di 851 euro, raggiungendo i 22.237 euro per nucleo famigliare. Un aumento che porta il debito a 574,8 miliardi complessivi (+21,9 rispetto all’anno precedente). A preoccupare è però il rischio d’usura. Un fenomeno difficile da controllare quando da definire in cifre precise, nonostante fortunatamente le denunce notificate alle Forze dell’Ordine […]

  

Non sono i giovani ad aver bisogno dell’Italia, ma l’Italia dei giovani

L’Italia non è un paese per giovani. Ormai abbiamo perso il conto di tutte le volte in cui abbiamo ripetuto questa frase. Il problema però è che, continuando a dirlo, i nostri giovani hanno iniziato a credere che la situazione in cui ci troviamo non possa più cambiare, che l’Italia sia destinata a essere per sempre un paese per vecchi. Secondo il rapporto stilato dalla Fondazione Migrantes (Rapporto italiani nel mondo 2020) il numero di giovani che lasciano il paese per andare a vivere e lavorare all’estero è in continuo aumento. Nel solo 2019 hanno registrato la loro residenza fuori […]

  

Lo Stato ha il dovere di sostenere le aziende Italiane in difficoltà economica

Il blocco imposto dal governo nazionale per appiattire la curva dei contagi ha colpito il mondo come un meteorite , spingendo l’economia globale nella peggiore recessione dai tempi della seconda guerra mondiale. Abbiamo assistito ad una forte recessione globale nei primi due trimestri del 2020 nella stragrande maggioranza delle economie sviluppate ed emergenti. Questa situazione è stata seguita da una ripresa a partire dalla seconda parte dell’anno, con una riapertura delle economie mondiali e dei vari settori mano a mano che sono state allentate le misure di confinamento. La nuova strategia basata su lockdown leggeri e mirati come risposta alla […]

  

Il futuro dei giovani dopo la pandemia

Ne ha parlato qualche settimana fa il nostro premier, durante il Social Summit di Oporto. Nel suo discorso ai 27 capi di Stato presenti, Mario Draghi ha affermato: «Troppi Paesi dell’Ue hanno un mercato del lavoro a doppio binario, che avvantaggia i garantiti – in genere i lavoratori più anziani e maschi – a spese dei non garantiti, come le donne e i giovani. Mentre i cosiddetti garantiti sono meglio retribuiti e godono di una maggiore sicurezza del lavoro, i non garantiti soffrono un vita lavorativa precaria. Questo sistema è profondamente ingiusto e costituisce un ostacolo alla nostra capacità di […]

  

L’Italia che non vorremmo

Fiorello, durante una delle serate sanremesi, ha fatto uno sketch comico basato sulla dittatura del politicamente corretto, esordendo con l’ormai abusata frase “per colpa del politicamente corretto non si può dire nulla”. Sono tanti, troppi i casi che riempiono i giornali e i social. Dopo aver passato settimane ad analizzare parola per parola il discorso pronunciato dai comici Pio e Amedeo su Canale 5, adesso tocca persino al principe di Biancaneve. Il bacio che salva la vita alla principessa, avvelenata dalla strega cattiva, non sarebbe infatti consensuale. William Shakespeare direbbe «molto rumore per nulla». Il moralismo sta mortificando la libertà […]

  

La politica sempre più distante dal popolo

Il governo Draghi affronterà il tema delle riaperture. Secondo diverse fonti di governo, riprese da Ansa, si sta valutando la possibilità di dare il via libera ad alcune attività già dalla fine di aprile. Un’accelerazione molto attesa che non sembra però convincere tutti i membri di questo esecutivo a “larghissime intese”. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, rimasto saldamente al suo posto nonostante la cacciate di Giuseppe Conte, ancora una volta, dalle pagine di Repubblica, ha attaccato Matteo Salvini per la sua posizione pro riaperture. «Trovo incomprensibile ha affermato il ministro l’atteggiamento di chi sta al governo e si comporta […]

  

Gli italiani diventano sempre più poveri

Gli italiani non hanno più di che vivere. Colpa della crisi, colpa della pandemia e soprattutto colpa di una scadente classe politica che da decenni non è capace né di intercettare e né di risolvere concretamente i problemi degli italiani. È facile puntare sempre il dito contro qualcun altro, sport preferito della sinistra italiana, quello che è difficile è prendersi le proprie responsabilità e fare qualcosa per cambiare la situazione. Il nuovo premier Mario Draghi ci sta facendo sperare in un «cambio di passo» che possa salvare il nostro Paese. Siamo all’ultima spiaggia. A dimostrarlo sono i dati pubblicati solo […]

  

L’Italia di oggi non è un Paese per giovani

L’Italia purtroppo non è un Paese per giovani. Questa è una condizione che viene denunciata da sempre più persone, lavoratori, studenti, esperti. Un Paese che non investe su questa categoria rischia di compromettere il futuro non solo sociale, ma anche economico di un’intera popolazione. Con la disoccupazione in crescita, la mancanza di riforme strutturali, una mancanza di visione politica a medio lungo termine, le categorie più a rischio saranno quelle più vulnerabili e purtroppo questo è un insegnamento della storia dal quale non si può prescindere. A pochi giorni dalla firma della Legge di Bilancio, passata in Consiglio dei Ministri, […]

  

Pressione fiscale al 42.4%. Doniamo cinque mesi del nostro lavoro allo Stato

42,4%. Segnatevi questo numero ed iniziate a tremare. Volete sapere a cosa corrisponde? Alla pressione fiscale che gli italiani nel 2019 hanno dovuto subire. Sì, subire perché questo dato indica la soglia di galleggiamento a cui si devono aggrappare imprenditori, partite Iva e lavoratori dipendenti. Ogni anno l’acqua sale e l’aria diventa rarefatta. Entriamo nel merito dei dati. Dodici mesi fa la pressione fiscale era ancorata al 41,8%, il tutto emerge a pochi giorni dal 30 settembre ultima data utile per presentare il modello 730. Mentre il reddito delle famiglie, lo scorso anno, ha avuto una crescita dell’1,0%. L’aumento del […]

  

L’ndrangheta e le mafie fatturano 26 volte gli utili di Banca Intesa San Paolo. Lo Stato, gli imprenditori e i cittadini devono fare di tutto per fermare questo dilagante cancro

“Se la mafia fa paura, lo Stato deve farne di più”. Con questa massima del Prefetto di ferro Cesare Mori, io Andrea Pasini in versione imprenditore di Trezzano Sul Naviglio, provincia di Milano, voglio metterci la faccia senza paura per dire: la mafia, la camorra, l’ndrangheta, la sacra corona unita e le altre organizzazioni parastatali criminali fanno schifo e sono cancerogene per il sistema produttivo Italia. In un articolo del 2017 il giornalista de Il Sole 24 ore, Gianni Dragone, scriveva: “La mafia, secondo l’ultima commissione parlamentare antimafia (presidente Giuseppe Pisanu), avrebbe un fatturato, cioè ricavi pari a 150 miliardi […]

  

Il blog di Andrea Pasini © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>