La delusione di uno Stato sconfitto da un Rave Party illegale

Siamo veramente alla follia. Un rave party che va avanti da una settimana, tra le proteste di sindaci, assessori, virologi e le lamentele degli operatori delle Forze dell’Ordine. E di fronte a tutto questo, il ministro degli Interni ha scelto di usare la linea morbida, anzi direi morbidissima. Ha scelto di aspettare che questi mascalzoni se ne andassero via da soli. E così, nel bel mezzo della pandemia, nei pressi del lago di Mezzano nel viterbese, al confine tra il Lazio e la Toscana migliaia di giovani provenienti da tutta Europa hanno continuato a ballare indisturbati, ad abusare di sostanze […]

  

Suicidi nelle Forze dell’Ordine: una strage senza fine che sembra non preoccupare il legislatore

Quello dei suicidi tra le nostre Forze dell’Ordine dalla Polizia ai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza alla Penitenziaria fino alla Polizia locale è e resta un fenomeno silenzioso che di anno in anno continua a mietere molte vittime. Gli ultimi casi risalgono a solo qualche giorno fa. Alla Marina Militare di Brindisi, un militare di soli 21 anni si è tolto la vita sparandosi un colpo con la pistola di ordinanza a bordo del pattugliatore costiere su cui stava lavorando. A Binasco, un piccolo comune in periferia di Milano è stato invece un carabiniere a suicidarsi, sempre sparandosi con la […]

  

Comparto Difesa: non rappresenta un costo ma una enorme opportunità per il Paese

La difesa è oggi più che mai strategica per il nostro Paese. E per nostra fortuna il comparto gode di buona salute. È così perché possiamo contare su professionisti capaci e motivati che danno prova ogni giorno del loro impegno e la loro dedizione. Dobbiamo essergli riconoscenti e grati per tutto quello che fanno per noi e il nostro Paese, specialmente se teniamo conto del fatto che svolgono il loro lavoro con pochissime risorse. Eccoci infatti a fare i conti con i lati negativi, purtroppo sempre presenti. Il comparto Difesa soffre di una cronica scarsità di risorse. Il bilancio totale […]

  

Non sono i giovani ad aver bisogno dell’Italia, ma l’Italia dei giovani

L’Italia non è un paese per giovani. Ormai abbiamo perso il conto di tutte le volte in cui abbiamo ripetuto questa frase. Il problema però è che, continuando a dirlo, i nostri giovani hanno iniziato a credere che la situazione in cui ci troviamo non possa più cambiare, che l’Italia sia destinata a essere per sempre un paese per vecchi. Secondo il rapporto stilato dalla Fondazione Migrantes (Rapporto italiani nel mondo 2020) il numero di giovani che lasciano il paese per andare a vivere e lavorare all’estero è in continuo aumento. Nel solo 2019 hanno registrato la loro residenza fuori […]

  

Il futuro dei giovani dopo la pandemia

Ne ha parlato qualche settimana fa il nostro premier, durante il Social Summit di Oporto. Nel suo discorso ai 27 capi di Stato presenti, Mario Draghi ha affermato: «Troppi Paesi dell’Ue hanno un mercato del lavoro a doppio binario, che avvantaggia i garantiti – in genere i lavoratori più anziani e maschi – a spese dei non garantiti, come le donne e i giovani. Mentre i cosiddetti garantiti sono meglio retribuiti e godono di una maggiore sicurezza del lavoro, i non garantiti soffrono un vita lavorativa precaria. Questo sistema è profondamente ingiusto e costituisce un ostacolo alla nostra capacità di […]

  

Il ricordo manterrà per sempre vivi quei valorosi servitori dello Stato

Ricordare la strage di Capaci è un dovere di ogni italiano. Quel tratto di strada che percorre il litorale palermitano dall’aeroporto Punta Raisi fino allo svincolo di Capaci in provincia di Palermo non può essere dimenticato. Il 23 Maggio 1992, esattamente 27 anni fa, persero la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta: Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Una strage perpetrata dalla mano infame della mafia. Cinque persone oneste e coraggiose furono dilaniate dallo scoppio di 500 chili, piazzato da un gruppo di vili infami assassini. C’è chi lo definisce un […]

  

L’Italia che non vorremmo

Fiorello, durante una delle serate sanremesi, ha fatto uno sketch comico basato sulla dittatura del politicamente corretto, esordendo con l’ormai abusata frase “per colpa del politicamente corretto non si può dire nulla”. Sono tanti, troppi i casi che riempiono i giornali e i social. Dopo aver passato settimane ad analizzare parola per parola il discorso pronunciato dai comici Pio e Amedeo su Canale 5, adesso tocca persino al principe di Biancaneve. Il bacio che salva la vita alla principessa, avvelenata dalla strega cattiva, non sarebbe infatti consensuale. William Shakespeare direbbe «molto rumore per nulla». Il moralismo sta mortificando la libertà […]

  

Auguri all’Esercito Italiano: Orgoglio Nazionale

Quest’anno celebriamo i primi 160 anni dell’Esercito Italiano. Un’istituzione cui dobbiamo molto che si è rivelata protagonista nei momenti più significativi della storia del nostro Paese. Il loro, ha affermato Mattarella è «un patrimonio professionale giustamente e valorizzato anche in occasione della presente crisi pandemica. «Il nostro esercito è sempre in prima linea, a fianco dei cittadini che si è promesso di proteggere. Oggi più che mai”. Come ha affermato Gaetano Ruocco, presidente nazionale dell’ANSI: «In 160 anni di storia l ’Esercito Italiano si è coperto di gloria sui campi di battaglia, nelle operazioni di pace e in soccorso delle […]

  

La politica sempre più distante dal popolo

Il governo Draghi affronterà il tema delle riaperture. Secondo diverse fonti di governo, riprese da Ansa, si sta valutando la possibilità di dare il via libera ad alcune attività già dalla fine di aprile. Un’accelerazione molto attesa che non sembra però convincere tutti i membri di questo esecutivo a “larghissime intese”. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, rimasto saldamente al suo posto nonostante la cacciate di Giuseppe Conte, ancora una volta, dalle pagine di Repubblica, ha attaccato Matteo Salvini per la sua posizione pro riaperture. «Trovo incomprensibile ha affermato il ministro l’atteggiamento di chi sta al governo e si comporta […]

  

Gli italiani diventano sempre più poveri

Gli italiani non hanno più di che vivere. Colpa della crisi, colpa della pandemia e soprattutto colpa di una scadente classe politica che da decenni non è capace né di intercettare e né di risolvere concretamente i problemi degli italiani. È facile puntare sempre il dito contro qualcun altro, sport preferito della sinistra italiana, quello che è difficile è prendersi le proprie responsabilità e fare qualcosa per cambiare la situazione. Il nuovo premier Mario Draghi ci sta facendo sperare in un «cambio di passo» che possa salvare il nostro Paese. Siamo all’ultima spiaggia. A dimostrarlo sono i dati pubblicati solo […]

  

Il blog di Andrea Pasini © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>