Meloni, Pautasso e gli anatroccoli di Konrad Lorenz

Il nuovo governo è nato da un paio di settimane, e mentre la vincitrice Giorgia Meloni, 26% di preferenze, si assesta sul trono di spade, il Ministro dei Trasporti Matteo Salvini è il vero protagonista, e occupa tutti gli spazi. Più di un analista ha osservato che Meloni è all’opposizione da molti anni, quindi non ha alcuna dimestichezza con i corridoi del potere, il deep state, i mandarini di stato, e le cozze-patelle & denti-di-cane incrostati alla sua corona. Salvini, invece, percorre quei corridoi già da diverso tempo. L’anzianità di servizio conta; eccome se conta! Nelle aziende oil & gas […]

  

Abbiamo abolito l’arrapamento

E’ divertente sparare a zero contro il MeToo, ma è impossibile ignorare che il rapporto tra ragazze e ragazzi contemporanei è meno spensierato rispetto a quello di noi boomer a pari età. Ai nostri tempi i due generi vivevano in sostanziale simbiosi, mentre nel 2022 c’è molta più diffidenza. Cosa cavolo è successo? E’ possibile che il porno accessibile a tutti abbia alterato il modo in cui il maschietto si appropinqua all’altro sesso? Per le generazioni precedenti c’era tutta una procedura prima di cogliere la ciliegina sulla torta. Per raggiungere il centro delle nostre fantasie esisteva un tragitto obbligato che […]

  

Giorgia Meloni, il MeToo e l’invidia del pene

Ci vorranno 15 milioni di dollari per far rivivere il mammut lanoso, estinto quattromila anni fa. Il femminismo post MeToo, invece, ha riesumato con pochi spicci la più grande bufala espressa dalla psicanalisi: l’invidia del pene. Giorgia Meloni è arrivata sul trono di spade anche per salvare le donne da quella pericolosa deriva. Il mio è un giudizio completamente arbitrario, non ho elementi concreti per scrivere una cosa del genere, ma sono convinto che se oggi tornassimo al voto sotto l’effetto del Pentotal, Meloni prenderebbe percentuali bulgare, tipo 80 su 100. Giorgia incarna quello che molti rispettano e si aspettano […]

  

La Francia e la sindrome del bassotto

Il bassotto è un cane piccolissimo ma coraggioso, perchè crede di essere ENORME. I francesi, uguali. Le loro partnership strategico-industriali finiscono solo in due modi: fallimento, oppure assimilazione completa, come la Cina con Hong Kong. La collaborazione tra Renault e Nissan ha preso negli anni una piega ben diversa rispetto al controllo che Peugeot sembra ormai esercitare su Fiat & Chrysler. Quello che sul continente ai francesi riesce piuttosto bene, con gli isolani non attecchisce. Eppure le premesse sembravano invitanti: Renault detiene il 43% delle azioni di Nissan, e ha diritto di voto nel suo consiglio di amministrazione. La Nissan […]

  

La materia grigia del pesce rosso

All’inizio della guerra si diceva che fosse meglio evitare di chiudere Vladimir Putin in un angolo, come lui aveva fatto in gioventù con il topo che poi gli era saltato in testa. Ora a che punto siamo? Esattamente lì. Il mare che si ritira con grande risucchio da una spiaggia indonesiana anticipa l’arrivo di uno tsunami; l’unica opzione in quel caso è mettersi in salvo su qualcosa di solido e rialzato, tipo una collina. Anche le truppe russe in Ucraina ora battono in ritirata, ma noi Occidentali siamo come fermi in spiaggia a scrutare l’orizzonte: arriva o non arriva l’onda […]

  

Alien Press Bulletin – Destra e Sinistra

Su argomenti politico-sociali, gli individui di destra dicono quello che pensano, e non è necessariamente un bene. Le persone di sinistra dicono quello che ritengono sia giusto pensare, ma al secondo bicchiere di vino si rivelano spesso più a destra di Marine Le Pen. Il film simbolo della destra è Highlander: «Ne rimarrà solo uno, e non sei tu». Il film simbolo della sinistra è la corazzata Potemkin, non per i contenuti, ma perchè è una cagata pazzesca. Loro lo sanno, ma i progressisti sono campioni mondiali di resistenza al calo della palpebra. Quelli di destra, invece, davanti a qualcosa […]

  

Elezioni 2022

Giorgia Meloni 26% Un NO secco degli italiani alla sacca gestionale impiantata nella coscia degli uomini. Carlo Calenda & Matteo Renzi 8% Il volo del tacchino. Enrico Letta 19% Eppure già Mario Monti aveva dimostrato che i professori sono condannati a fare solo quello. Giuseppi 16% Il rimbalzo del gatto morto (in tangenziale). Matteo Salvini 9% Pape Satàn, pape Satàn aleppe: il mare del Papete ha un suo fascino anche d’inverno. Giggino Di Maio 0,7% Chiacchiere e distintivo: sotto il vestito, niente. Silvio Berlusconi never dies, he only fades away.

  

Ridi, pagliaccio!

C’è un simbolismo perverso tra l’assassinio di Shinzo Abe e la contemporanea fine dell’allegra politica monetaria mondiale. Nei 12 anni tra il 2008 e il 2020, la Federal Reserve americana ha creato dal nulla l’equivalente di 600 anni di moneta rispetto agli standard del secolo precedente, ma anche l’ex premier giapponese è stato un importante interprete di quel tipo di politica monetaria, tanto che solo per lui fu coniato un termine: Abenomics. Non è stata l’oceanica liquidità mondiale a provocare l’attuale inflazione (in Giappone l’inflazione per ora è sotto controllo, con e senza Abenomics), ma quella politica di “kick the […]

  

A che punto è la donna?

Su un volo di linea New York Londra, due persone adulte bevono qualche bicchiere di Champagne, e poi decidono di avere un rapporto sessuale. Prima di arrivare a destinazione, lei si pente e denuncia di essere stata stuprata. Dopo l’atterraggio l’uomo trova la polizia ad arrestarlo. In Puglia una donna è ospite nella stanza di albergo di un noto regista, ma quando lui dopo tre giorni la riaccompagna all’aeroporto, lei lo denuncia per stupro. Il regista ora è agli arresti domiciliari, mentre la notizia della sua eventuale assoluzione comparirà in un trafiletto a pagina 35 dei giornali del 2032. Nel […]

  

Donne che odiano le donne

In un’intervista del 2004, il maestro di scacchi Bruce Pandolfini descriveva la diversità tra maschi e femmine nella sua esperienza didattica: «Fino ai 6 anni non c’é differenza di potenziale tra un bambino e una bambina, ma a 6 anni succede qualcosa: il bambino si chiede che cosa può attaccare, mentre la bambina é portata a chiedersi che cosa deve difendere. Non so se questo sia un tratto biologico o culturale». Se continuiamo a seguire il modello Grande Morbo del politicamente corretto, questa preziosa testimonianza in futuro non potrà più essere raccontata, perchè sta diventando inopportuno basare una tesi sulla […]

  

Il blog di Andrea Pogliano © 2023
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>