Runner, alla larga dal panettone

Brindisi e panettone. Siamo a Natale, ci sta. Ma quante volte si può fare? Per un runner comincia uno dei periodi più difficili dell’anno. E’ un po’ come la maratona: fino a dove ci si potrà spingere senza dover poi pagare un conto salatissimo. Il dopo  è come entrare nel confessionale del don : “Ho mangiato e brindato…ma sono pentito”. E non non servirà pregare,  bisognerà correre, correre e continuare a correre. Due conti tanto per farsi un’idea. Il panettone è il pericolo principale. Perchè oltre ad essere un dolce fantastico e anche uno di quelli  tra i meno sazianti […]

  

Gebre: “Corro perche non voglio diventare un ciccione…”

Quando si corre una maratona si è sempre da soli. Amici, pace maker, compagni di avventura che ti corrono al fianco…due chiacchiere, uno scambio di battute ma poi i conti si fanno con le tue gambe e la tua testa. E allora cominci a pensare. E molte volte pensi che i campioni sono già arrivati e tu sei ancora a metà, che sarebbe bello per una volta correre davanti e chissà cosa passa nella mente di keniani ed etiopi quando si giocano una medaglia. Già chissà cosa pensano. Così un paio di settimane fa mi capita di leggere l’intervista di […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>