Fabian a Rio, nessuna delusione

“Per sperare di vincere bisogna anche accettare di perdere tutto…”. Vincent Luis, il francese che ieri ha osato sfidare nella gara olimpica i fratelli Alistair e Jonathan Brownlee, divinità potenti e prepotenti del triathlon,  ci ha provato. Ci ha messo tutto ciò che aveva e forse anche di più ma poi ha pagato il prezzo di un azzardo che suona un po’ come un peccato di ubris nei confronti degli dei dell’Olimpo triatleta. Che però valeva la pena di fare. Perchè la gara olimpica è sempre una gara olimpica e quando sei lì  più che la ragione comanda il cuore. […]

  

Rio, triathlon inglese. Fabian 14mo

Fuori concorso i fratelli inglesi che alla fine del triathlon olimpico si abbracciano distesi sotto il traguardo  avvolti nell’Union Jack. Alistair Brownlee, dopo l’oro di Londra fa il bis, il fratellino Jonathan sale di un gradino sul podio e si porta a casa l’argento. Terzo, a sorpresa il sudafricano Henry Schoeman. Alessandro Fabian fa tutto ciò che doveva e, forse, poteva fare e si piazza quattordicesimo a due minuti e mezzo dai fenomeni di Sua Maestà, mentre Davide Uccellari, caduto nel sesto giro in bici, finisce in fondo al gruppo. Non è andata come si sperava. Come si sperava alla […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>