Bettini e Garzelli tirano il gruppo alla Vigorelli-Ghisallo

ghisl

Saranno Paolo Bettini, campione olimpico ed iridato, e Stefano Garzelli, vincitore del Giro d’Italia, a tirare il gruppo di appassionati che domani mattina sfiderà il meteo e pedalerà dal Vigorelli fino al Museo del Ghisallo. Una classica di fine stagione che è giunta alla quinta edizione e che unisce con un pedalata di un centinaio di chilometri due templi del ciclismo. Il Ghisallo è la salita di tutti quelli che pedalano perchè in cima c’è una chiesetta che è diventata un simbolo del ciclismo e perchè il museo è la metà perfetta per chi ama la bici. Il Vigorelli è […]

  

Da Doha a Tokyo, prima il business poi gli atleti

chaus

E’ di una banalità sconcertante scrivere che mondiali, olimpiadi, lo sport in genere oggi sono soggetti alle regole del business.  Ma piaccia o no la realtà è questa e, dopo le  gare iridate di atletica in Qatar , poche settimane fa, gli effetti di questa “legge” si sono visti in mondovisione. L’atletica leggera è una delle discipline che più vengono influenzate dalle condizioni climatiche e  per questo, di norma, i Mondiali vengono organizzati ad agosto nei paesi con un clima temperato. Però ormai ad ospitare gli eventi sono i Paesi che hanno “argomenti” più convincenti da mettere sul piatto con buona […]

  

Vigorelli-Ghisallo, una pedalata diversa dalle altre

ghs

Guardi il meteo è un po’ ti rassegni: vabbè pioverà.  Forse pioverà, è probabile, ormai come dicono tutti, il meteo non sbaglia più. E pazienza pioverà anche sulla quinta edizione della Vigorelli-Ghisallo che forse anche per questo non è una pedalata come tante. Anzi non è una pedalata come le altre.  Non lo è perchè in quel centinaio di chilometri che separano il Vigorelli dal Museo del Ghisallo  sono quasi un pellegrinaggio sui pedali. Si immagini un lungo un filo rosso che mette insieme due templi,  due pezzi del mito del ciclismo. Il Ghisallo è la salita di tutti quelli […]

  

Olimpiadi di Tokyo e caldo: maratona spostata a Sapporo

caldo

La lezione dei mondiali di Doha ( forse) è servita. Così il Cio,  il comitato olimpico internazionale, ha annunciato oggi che sta pianificando di spostare la maratona e la marcia olimpico dei Giochi di Tokyo 2020 a Sapporo, la città ospitante dei Giochi invernali del 1972. Il trasferimento nell’area di Hokkaido, è dovuto al fatto che si potranno registrare nella prefettura più settentrionale del Giappone, temperature decisamente più basse per gli atleti durante le Olimpiadi. A Sapporo infatti, le temperature durante il periodo dei Giochi sono più fredde di 5-6 gradi durante il giorno rispetto a Tokyo. “Il piano fa parte […]

  

I muscoli hanno memoria? Non sempre

ruzzz

Non so se sia un modo di dire o una verità scientifica:  forse un po’ l’una e un po’ l’altra cosa. Sta di fatto che con il teorema che i muscoli hanno memoria e si ricordano perfettamente di ciò che gli si chiede,  credo abbiano fatto i conti diversi atleti; dai più bravi ai più scarsi. Banalizzando, in una sintesi assolutamente poco rigorosa, succede che i nervi, il collegamento tra muscoli e cervello, imparano a indirizzare le informazioni più velocemente dopo  aver imparato un determinato esercizio. Così dal cervello parte l’ ordine che attiva ai muscoli: “Sapete di cosa si tratta. Fatelo!”. E’ un po’ […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Gravel dei Navigli, la bici trova un’altra strada…

gra

Certo, è più ruvido pedalare sui copertoncini da 28. E’ più faticoso far scorrere le ruote sullo sterrato che magari ti costringe anche a fermarti, a scendere, a ripartire. E’ a volte più complicato, perchè la strada  fila via liscia, senza sbalzi, non ti obbliga a scartare, deviare all’improvviso. Non devi fare i conti con buche, fango, rami, sassi che sporgono.  Non si improvvisa in strada. C’erano una volta le bici da ciclocross, oggi va di moda chiamarle gravel,  perchè un po’ sono diverse ma forse anche perchè l’inglese ci piace tanto, o forse no. Dipende.  Ma, fregandosene delle parole,  […]

  

Triathlon olimpico, tricolori sulla via di Settimo milanese

zanesarzi

                    Al settimo cielo. I titoli tricolori del triathlon olimpico viaggiano veloci sulla strada che da Settimo Milanese porta a Cervia.  Oro argento e bronzo tutto targato Dds nella gara femminile  con Ilaria Zane nuova campionessa italiana davanti alle compagne di squadra Alessia Orla, che due settimane fa aveva vinto gli assoluto sulla distanza sprint, e a Luisa Iogna Prat. Oro nella gara maschile per Michele Sarzilla, portacolori del Raschiani Triathlon Pavese che però si allena sempre a Settimo con  7MPSquad guidato da Simone Diamantini e Fabio Vedana.  Bottino quasi completo, insomma. L’atleta […]

  

La maratona, Kipchoge e il record che non fa sognare

ineos

C’è una linea netta che separa record e vittoria. Intanto però è’ fatta. Il muro delle due ore in maratona non c’è più.  A buttarlo giù con una prestazione fantastica è stato stamattina a Vienna il keniano Eliud Kipchoge , il più forte maratoneta in circolazione oggi a prescindere da questa sfida pensata e studiata dalla Ineos,  l’azienda del miliardario inglese Jim Ratcliffe, l’uomo più ricco di Gran Bretagna, che si è fatta carico dell’organizzazione di una maratona che ovviamente non sarà certificata dalla Iaaf perchè  maratona non è. E’ un’altra cosa e per ciò va presa.  E’ un test che sgretola un […]

  

Sul Selvino con Contador: “Bang, bang…”

sder

Alberto Contador lo vedi da dietro. Anche oggi che non corre più, però corre lo stesso. Lo vedi che se ne va  sulla prima rampa del Selvino in Val Seriana, un tiro di schioppo da Bergamo, salita delle salite per molti da queste parti che qui hanno la fortuna di venire a pedalare anche in pausa pranzo.  Se ne va perchè è ovvio che va via e non ci provi nemmeno a stargli a ruota. D’accordo è un gioco.  E‘ una mattinata che serve a provare le nuove bici della Trek che a valle ha aperto una nuova sede italiana che sembra […]

  

Fontana: “Io il più vecchio a Kona? Sono fiero…”

fonta2

Non finisce mai Daniel Fontana. Contro il tempo, contro gli avversari, contro il buonsenso forse anche contro la logica . Alla sua età, a 43 anni,  continua a mettersi alle spalle tanta bella gioventù. E’ un fatto di classe, di muscoli, di cuore ma soprattutto di testa. Bisogna far ragionamenti seri per restare così a lungo sulla breccia. Bisogna crederci, aver la stoffa , saper rischiare, osare. Ma anche saper perdere, rimboccarsi le maniche e ripartire, ricominciare. Ad una certa età non è facile. Non è facile nulla a certi livelli. Decidere, continuare, arrendersi, resistere, competere, accettare i consigli…Tutti verbi […]

  

Maratona sotto le due ore per “sgretolare” la storia

l_-41-lepri-per-il-record-di-kipchoge-izx1

C’è tutto: mito, ricerca, tecnologia, scienza. C’è anche il business, ovviamente. Perchè una maratona sotto le due ore è storia e conta scriverla per primi. Conta per gli atleti ma conta anche per sponsor e aziende. Così sabato a Vienna Eliud Kipchoge, 34 anni, keniano di Nandi County, ci riprova.  Ci riprova nell’Ineos 1.59, il tentativo di record che segue quello fallito di un soffio lo scorso anno sul circuito di Monza e che vedrà oltre 200 Paesi collegati , la diretta su Ineos159challenge. com, quella su Youtube e quella su Fox Italia.  Sabato è il giorno ma potrebbe anche non […]

  

Meglio le corse di una volta?

Ognuno fa la corsa che vuole. C’è chi corre per vincere ( i campioni) chi per postare su Facebook la foto del suo Garmin con tempi e chilometri, chi per star bene, chi per godersela e divertirsi. La corsa è il più democratico degli esercizi tant’è che ognuno alla fine trova la sua dimensione. Però  credo si possa dire che la corsa più frequentata oggi stia diventando quella di chi poco pensa al crono e più alla gioia di passare qualche ora facendo sport con gli amici. La memoria poi gioca brutti scherzi. E con il tempo i ricordi sembrano […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2019