Chase the sun, in bici da un mare all’altro

cese

D’accordo non è una gara. Ma anche se qui tutti se lo ripetono forse un po’ per esorcizzarli i 272 chilometri della Chase The sun, da Cesenatico a Tirrenia,  bisogna farli. E bisogna farli in bici, in un coast to coast, dall’Adriatico al Tirreno che è sarà una lunga giornata di fatica su è giù tra le foreste Casentinesi, il Chianti, Firenze e poi Pisa. Una pedalata per duecento audaci nel giorno del solstizio, il giorno più lungo dell’anno,  che nelle stesse ore faranno anche altri 500 colleghi inglesi alla caccia del sole. Si fa tutto presto. Si va a […]

  

Cento chilometri per dare un senso alle periferie

sup

Gira tutto intorno alle periferie, soprattutto le campagne elettorali. Sopralluoghi, comizi, promesse. Poi però resta tutto più o meno com’era, come è sempre stato e cioè con le amministrazioni delle città che quando devono pensare ad investire, riqualificare, ristrutturare in genere partono dal centro. E così i centri storici diventano salotti accoglienti e le periferie restano periferi: non luoghi, magazzini dove ammassare ciò che non piace che stanno al di là dell’autostrada, del ponte, della ferrovia…Tempo fa, tanto per fare un esempio, a Milano  è stato presentato il nuovo progetto di riqualificazione di piazza Castello. Una storia infinita cominciata  con […]

  

Stelvio, Gavia e Mortirolo: stop alle auto

gf

Dalle Dolomiti ai passi alpini il tema è attuale: chiudere le strade al traffico che, soprattutto nei week end, diventa insostenibile. Chiuderle ad orari fissi per decongestionare zone che in genere sono parchi protetti e per permettere anche a chi (sempre di più) sulle montagne ci sale a piedi o in bicicletta. Da anni su questo fronte si battono in tanti raccogliendo il grido di allarme che qualche tempo fa ha lanciato Michil Costa, ecologista, albergatore della Val Badia, organizzatore, padre della Maratona dles Dolomites la granfondo che il primo luglio porterà al via novemila appassionati ciclisti chiudendo al traffico […]

  

Daspo per i genitori maleducati

ass

Lo sport aiuta. Anche a fare ragionamenti sensati che sono un “tesoretto” quando ci si trova ad amministrare la cosa pubblica E allora vale la pena di segnalarlo l’intervento dell’assessore allo sport della Regione Lombardia Martina Cambiaghi (nella foto) ,  che oggi ha proposto il Daspo per i genitori che sugli spalti si insultano e si menano guardando le partite dei figli. L’assessore fa nuoto a livello agonistico e quindi sa di cosa parla: “Servono provvedimenti seri contro i genitori violenti e aggressivi- ha spiegato dopo l’ennesima lite sugli spalti a Varedo durante una partita giovanile- Dovrebbe bastare anche un […]

  

La maratona dles Dolomites non è (solo) una gara ciclistica

mich

“Perché i nostri amati passi, le nostre amate Dolomiti, nostre di tutti quanti, di chi qui abita e di chi qui viene per godere della bellezza di queste montagne, hanno bisogno di maggiore equilibrio. Un equilibrio fra esseri umani e natura sempre più indispensabile e necessario per la sopravvivenza stessa del nostro pianeta…”. La Maratona dles Dolomites che si correrà domenica primo luglio non è un corsa ciclistica. O meglio, è la madre di tutte le granfondo, forse la più spettacolare, forse la più epica, forse la più agognata. Ma in trentadue anni è diventata anche molte altre cose.  E’ […]

  

Marathon des sables, “Inferno e Paradiso”

na

La Marathon Des Sables è una delle ultramaratone più dure al mondo se non la più dura. Mette ansia già di suo l’idea correre in un deserto più o meno in autonomia, figurarsi  farlo per  250 chilometri tra sabbia e rocce a temperature che superano i 50 gradi.  Cinque giorni così,  con uno zaino in spalla, con la voglia di arrivare e la paura di non farcela. “Marathon Des Sables Inferno e Paradiso” è l’ultimo libro che racconta la maratona delle sabbie. Scritto da Tiziano Carmellini capo della redazione sportiva e motori de “Il Tempo”, racconta l’avventura di due amici, Cristian e Giuliano, che insieme ad […]

  

Elogio della lentezza ( per forza maggiore…)

mara

L’elogio della lentezza è un alibi, tanto per chiarirsi subito. La logica dello sport impone infatti  di andare veloci. Sempre più veloci. Per vincere, per conquistare una medaglia, per guadagnare, per dare un senso i propri allenamenti, per chi ha creduto in te e anche ( forse soprattutto) per se stessi. C’è una velocità oggettiva fatta di tempi e di numeri. E poi c’è una velocità soggettiva, a misura, a sensazione. Ognuno ha la sua di velocità e anche chi va piano a suo modo va veloce. Basta intendersi. A vent’anni si vola, a trenta anche poi piano si comincia […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Ciclismo, le novità della Granfondo Milano

gfmi

E due. Il 9 settembre torna la Granfondo Milano che lo scorso anno al suo debutto sfiorò i duemila iscritti. “La manifestazione quest’anno presenta due percorsi inediti- annunciano gli organizzatori di Dueruote sul numero di luglio del mensile Domus che sarà in edicola nei prossimi giorni- Uno lungo da 130 chilometri ed uno medio da 100 che avranno come partenza e arrivo via Granelli a Sesto san Giovanni. Le iscrizioni sono aperte e tutti i dettagli si possono trovar sul nostro sito” www.gfmilano.com. La macchina organizzativa è già al lavoro per accogliere un numero di appassionati che si annuncia più numeroso […]

  

Zanda torna a casa: “Con le protesi correrò in Namibia…”

ultramaratoneta Roberto Zanda 6 mesi dopo l’incidente che l'ha costretto a l’amputazione di tutti e quattro gli arti tiene conferenza stampa

Non si rimprovera nulla. Nessun pentimento per aver corso la Yukon Artic, la sfida estrema dove ha rischiato di morire e che gli ha portato via mani e piedi.  Così Roberto Zanda, l’ultrarunner sardo chiarisce subito che  “non ho intenzione di smettere di correre”.  Anzi.  Sta scivendo un libro su questa sua avventura e ha già in progetto di partecipare all’ultramaratona nel deserto della Namibia: “Perchè non l’ho mai fatta e mi piacerebbe ripartire da lì…”. “Massiccione” come lo chiamano i suoi amici ha voglia di ripartire e lo farà con le protesi che gli  preparato  l’équipe di medici e […]

  

Studenti-atleti: chi va a medaglia non paga l’università

berga

Sport e studio si possono conciliare? E cosa fa la scuola per dare una mano agli atleti di livello? Come li aiuta? O almeno, come non li penalizza? Ci voleva il sano pragmatismo orobico per dare un segnale. E così l’Università degli Studi di Bergamo ha scelto di premiare 21  studenti che sono tornati a casa con una medaglia dai  Campionati Nazionali Universitari invernali (Civetta, 26-28 marzo 2018) e primaverili (Campobasso e Isernia, 19-27 maggio 2018) con alcune agevolazioni in ambito universitario e sportivo: le 3 medaglie d’oro non pagheranno l’intera retta universitaria indipendentemente dal reddito, mentre le medaglie d’argento e di […]

  

Smarathon dà un senso allo sport

sma

Dare un senso allo sport. Oltre la vittoria, oltre i risultati, oltre le rivalità,  oltre i numeri, i tempi e oltre ogni cosa. Chi corre e chi fa sport Smarathon la conosce o ne ha sentito parlare. Canotte rosse con il disegno di un papà che spinge una carrozzina e con la Sma che si aggiunge a marathon spiegando in una parola  che correndo, ma anche nuotando e pedalando,  si può far qualcosa (tanto) per aiutare chi soffre di atrofia muscolare spinale. E così da anni. Luca De Luca e sua moglie Elena Muserra sono anima e cuore di questa […]

  

Triathlon, sport da cani…

bib

A Bibione i pionieri del triathlon italiano. C’era una volta un gruppo di “folli” che decise di provare a mettere insieme nuoto, bici e corsa in una disciplina unica che diventò poi il triathlon, ci sono oggi ( anzi ci saranno domani ) altri folli che proveranno a far la stessa cosa ma in compagnia dei loro cani. Così come allora non c’è nulla di codificato ma  con questa prima edizione nasce di fatto il “dog triathlon” . “Non sarà una gara- si affrettano a spiegare gli organizzatori- ma una manifestazione ludico-motoria-dimostrativa, riservata a chi vuole davvero essere pioniere di […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2018