Scarponi non se l’è cercata…

Michele Scarponi non se l’è cercata. Dice spesso il mio amico Andrea De Luca quando usciamo insieme in bici che i professionisti sono funamboli capaci di cavarsela sempre e comunque quando sono in sella. E infatti è così. Ma non sempre si riesce a schivare il destino. Michele Scarponi non se l’è cercata perchè un furgone l’ha buttato giù come un birillo. Fine. Come succede ogni trentacinque ore. Duecentocinquantadue ciclisti morti l’anno scorso sulle strade italiane fanno quella cifra lì: un morto un giorno sì e l’altro forse. Che è un record che fa venire i brividi e che scatta […]

  

Londra, maratona per le vittime di Westminster

maratona-di-londra

C’è sempre un buon motivo per correre una maratona e a volte ce ne sono di ottimi. Ed è ciò che succederà domenica a Londra quando Mauro Pizzale, 45 anni, di Ostia, che da 20 anni vive nella City dove lavora per conto di una banca americana, si metterà sul petto il suo pettorale di gara. Correrà Virgin Money London Marathon per ricordare Aysha Frade, la moglie del suo collega John Frade, morta nell’attentato terroristico di Westminster Bridge lo scorso marzo.  Una corsa e una storia di solidarietà,  raccontate dal “Messaggero” che serviranno a raccogliere fondi per aiutare John rimasto vedovo e con due bambine da […]

  

Dalla Triennale al mare ricordando De Albertis

de

È una delle classiche più lunghe in bici, figurarsi di corsa. Milano-Sanremo, gara monumento per le due ruote, gara infinita per gli ultramaratoneti. Milano-Sanremo, dalla Darsena alla città dei Fiori, del Festival, del Casinò fino a toccare con le mani il mare, perché così vuole la regola. Quello è l’arrivo, la fine della fatica. Milano Saremo di corsa in una sfida dedicata al presidente della Triennale da poco scomparso Claudio De Albertis, uomo tenace non a caso maratoneta. Milano-Sanremo che non finirà allo sprint, niente picchiata giù dal Poggio per giocarsela in via Roma. Si corre. Un passo dopo l’altro, […]

  

Maratona, l’ultima sfida

mr

Correre una maratona in meno di due ore. Ci sono record nello sport che sono più record di altri. Limiti che appaiono invalicabili, punti fermi oltre i quali non sembra umanamente possibile andare. E le due ore di corsa in una maratona, in quei 42 chilometri e 195 metri che sono il mito dell’atletica, sono stati da sempre un punto fermo. Per abbattere quel record si è sempre detto che sarebbe servito un atleta bionico, costruito in laboratorio. Altrimenti, seguendo le naturali logiche dell’evoluzione, si doveva attendere. Almeno fino al 2030 secondo Francois Perronet e Guy Thibaut, i due ricercatori […]

  

Milano-Sanremo…di corsa

logo_2

Non finirà allo sprint. Niente picchiata giù dal Poggio per giocarsela in via Roma.  Stavolta non si spinge sui pedali. Si corre.  Un passo dopo l’altro, quasi all’inifinito per 285 lunghissimi chilometri, per la Ultra Maratona Milano Sanremo, la più lunga d’Europa attraverso la pianura e l’appennino ligure. Due giorni per finirla, per vincere o entrare in classifica poi chi vuole va avanti lo stesso per regolare un conto con se stesso, perchè mai darla vinta…  Lo scorso anno sono arrivati in fondo in 47, quest’anno ci proveranno in un centinaio. Partono, poi chissà…  Chiamarli atleti non basta. O forse non […]

  

I muscoli e la memoria

Non so se sia un modo di dire o una verità scientifica:  forse un po’ l’una e un po’ l’altra cosa. Sta di fatto che con il teorema che i muscoli hanno memoria e si ricordano perfettamente di ciò che gli si chiede,  credo abbiano fatto i conti diversi atleti; dai più bravi ai più scarsi. Banalizzando, in una sintesi assolutamente poco rigorosa, succede che i nervi, il collegamento tra muscoli e cervello, imparano a indirizzare le informazioni più velocemente dopo  aver imparato un determinato esercizio. Così dal cervello parte l’ ordine che attiva ai muscoli: “Sapete di cosa si tratta. Fatelo!”. E’ un po’ […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Australia, polvere di triathlon…

C’è tutta l’Australia che uno si immagina nel “Dirt and dust triathlon” di Julia Creek,  una cittadina del Queensland sulla Flinders Highway , la strada principale  del Nordest tra Mount Isa e Townsville . Praterie, valli solitarie e assolate, spazi infiniti,  strade che salgono e scendono e che sembrano non finire mai,  i pub con le moto parcheggiate e i biker con chiodo, camperos e una lattina di birra tra le mani, la polvere degli sterrati, le mosche, le zanzare, i rodei con  tori e bufali che scalciano e il triathlon più duro che sia mai esistito. “Sporcizia e polvere”, tanto per capirsi. […]

  

Nino, la boxe e l’Italia che non c’è più

unnamed (26)

Cinquant’anni fa per i giornali italiani New York era ancora «Nuova York». Anche per Ruggero Orlando, primo e mitico corrispondente Rai. Non c’erano grandi mele, non c’erano reti e neanche i voli low cost.L’America era lontana davvero, mito irraggiungibile e impossibile. Faceva la guerra in Vietnam, contestava, metteva a ferro e fuoco campus e università, si lacerava e si divideva in due. Dieci anni avanti per chi, da queste parti, vedeva a mala pena ancora solo un canale tv e divideva le spese telefoniche con i vicini col «duplex» da pagare alla Sip, gestore unico e assoluto… C’era un’America dove […]

  

Boston, “la” maratona

nat_boston-marathon_6313-584x330

Boston è la vera maratona americana, quella che conta. Più di New York, considerata commerciale, da “parvenu” della fatica, da turisti. Boston è Boston da sempre, da 121 anni sempre  il terzo lunedì’  di aprile durante  il Patriot’s day la festa che in Massachusetts celebra l’inizio della rivoluzione.  Boston che si è sempre corsa, senza mai un’interruzione neanche durante guerre e terremoti. Boston è il fiore all’occhiello degli americani, il punto d’orgoglio, la loro storia sportiva, il simbolo che conservano. Boston è la maratona più dura del mondo con quella sua collina spaccacuore a dieci chilometri dall’arrivo.  Boston per noi è […]

  

Maratona, il record che non fa sognare

M_lelisa-desisa-zersenay-tadese-eliud-kipchoge-4

Il mese scorso  sulla pista di Monza era andato in scena il primo test di Nike che con Eliud Kipchoge, Zersenay Tadese e Lelisa Desisa ,  come in un warm up, avevano girato intorno ai 59 minuti sulla distanza della mezza per  capire se sarà possibile stare sotto le due ore in maratona. Era il primo atto, il primo passo per cercare di sgretolare una barriera che nella logica sarebbe dovuta resistere ancora per un bel  po’. Ma in un mondo che vive  in accelerazione continua c’è fretta di bruciare le tappe. Così pochi giorni fa  Nike ha annunciato che il nel week […]

  

Il sonno è “benzina” per gli atleti

La statistica di uno studio americano dice che i top runner dormono da otto a dieci ore per giorno. Il sonno serve per recuperare le energie spese durante il giorno e quindi uno sportivo deve dormire di più di un sedentario. Mediamente chi corre 150-200 chilometri a settimana dovrebbe dormire dieci ore a notte, minuto piu’, minuto meno. E c’e’ anche una ricerca che lo dimostra: i test fatti da alcuni ricercatori dell’ Università di Stanford su un gruppo di 11 giocatori di basket. Dopo un ciclo di 6/7 settimane in cui gli atleti hanno dormito per dieci ore al […]

  

Lo sport rispetta l’ambiente?

sellaronda_mtb_tour_2012_img4

Lo sport rispetta l’ambiente? Quasi mai. Basta dare un’occhiata ai bordi delle strade quando si corre o si pedala. Basta vedere cosa sucede ai ristori delle gare, della maggior parte delle gare. Poi per fortuna c’è chi raccoglie, c’è chi pulisce, chi rimette tutte le cose a posto. Fa parte della nostra cultura gettare tutto a terra.  Chissà perchè poi. Forse perchè fermarsi a un ristoro, bere e poi gettare il bicchierino di plastica in un bidone ci fa sentire meno campioni? Saranno quei venti secondi a fare la differenza? Non sempre è così va detto. Molto sta cambiando e dalla Maratona […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2017