Armstrong ha confessato e gli altri?

Ce ne fosse uno soddisfatto della confessione di Lance Armstrong! Io sì. Però leggi i giornali, senti i commenti in tv, dai un’occhiata ai tweet che oggi fanno opinione in 140 caratteri e ti accorgi che tutti volevano di più. Ma come tutto qui? Premesso che la confesssione del texano non è nulla più di un contratto, di un razionale calcolo sulla via della redenzione che non mi ha suscitato nessuna emozione, mi fa invece venire l’orticaria tutto il resto. La retorica di quelli che sapevano tutto e  che l’avevano detto. Ma fino adesso dov’erano questi ferocissimi cani da guardia?  A […]

  

Armstrong, la confessione e l’ipocrisia

Domani su Dmax andrà in onda la confessione di Lance Armstrong. E staremo a vedere che succede.Che si fosse dopato ormai si sapeva, che nomi abbia fatto e chi abbia tirato in ballo si saprà presto.  Ma è una grande operazione” ipocrisia”. Del texano che spera così di ottenere sconti e perdoni e  del ciclismo intero che così ha finalmente trovato un colpevole. Non funziona così. Non mi convince questa  pulizia che arriva con almeno dieci anni di ritardo, non mi convince questa caccia alle streghe e non mi convince questo clima di soddisfazione come se finalmente si fosse trovato […]

  

Doping nel ciclismo, se Armstrong confessa che succede?

E se Lance Armstrong dovesse vuotare il sacco sulla sua vicenda di doping cosa succederebbe nel mondo del ciclismo?  E quale sarà poi la verità? E chi verrà tirato in ballo confesserà a sua volta in un domino perverso o dirà che quelli sono  gli schizzi di fango di un campione dopato che non vuole andare a fondo da solo?  Nubi nerissime sul ciclismo. Un probabile cataclisma che rischia di spazzare via  molti e molto di questo sport.  La voce che gira da qualche giorno  è che Il 7 volte vincitore del Tour avrebbe deciso non solo di non far […]

  

Armstrong non fa ricorso e perde anche il bronzo olimpico

Lance Armstrong, non ha presentato ricorso contro la sanzione che lo priva delle sette vittorie nel Tour de France, decisa dal Tribunale arbitrale dello sport. Lo ha rivelato il segretario generale della giurisdizione sportiva.   Il texano aveva tempo fino a ieri sera per contestare la decisione dinanzi all’Unione ciclistica internazionale, che lo ha privato di tutte le vittorie conquistate dal primo agosto 1998 e lo ha radiato a vita. La pesantissima sanzione nei confronti di Armstrong è stata presa il 22 ottobre scorso, dopo che l’Uci ha analizzato i dossier presentati dall’Agenzia antidpong statunitense. L’organismo ha presentato un rapporto di […]

  

Il vuoto intorno ad Armstrong

Sinceramente faccio fatica ad immaginare cosa potrà succedere a Lance Armstrong. E anche l’ipotesi di vederlo dietro le sbarre di un carcere federale per spergiuro a questo punto non mi sembra più così irreale. Pazzesco. Sul texano, sui suoi sette Tour, sulla sua malattia, sulla sua fondazione, sulla sua vita si sta abbattendo una  valanga tale da annientarlo. Peggio di quanto si potesse anche lontanamente immaginare. Peggio di un appestato. Attorno al mito ora c’è il vuoto. Pezzo per pezzo, giorno per giorno si sta sgretolando la storia. Probabilmente falsa, probabilmente dopata, probabilmente diversa da ciò che ci hanno raccontato […]

  

Armstrong e la macchina del doping: un solo colpevole?

Due parole ancora su Lance Armstrong in attesa che l’Uci, l’unione ciclstica internazionale, si pronunci sul migliaio di pagine di dossier trasmesso dall’ Usada, l’agenzia antidoping americana, e sui sette Tour de France vinti dal campione americano. Dai racconti dei 26 testimoni, 11 dei quali ex compagni di Armstrong, non paiono esserci dubbi: quello messo in piedi dal texano sarebbe il più colossale sistema di doping mai esistito nello sport. Una truffa enorme fatta di fiale, di epo, di trasfusioni, di sacche di sangue, di controlli addomesticati, bonifici bancari, assegni, telefonate, sms, ricatti, minacce e altro ancora. E coinvolgerebbe decine […]

  

Armstrong corre e vince. E c’è un pezzo d’America che fa il tifo per lui

  [youtube GTD9aDWdwHg#!] Chissà se Lance Armstrong che ha  vinto pochi giorni fa a Coronado Island in California la 34sima edizione dela Superforg Triathlon 70.3 ha corso in costume perchè non ha più molti sponsor da accontentare o perchè i pionieri correvano così? C’è una risposta buona e una cattiva a seconda che si stia o meno dalla parte del texano. Io prendo quella buona: “Questa è una delle gare più antiche di trathlon- ha detto Armstrong soddisfatto al traguardo- E in onore delle radici di questo sport ho deciso di correre con gli slip”.  Per Lance vittoria “tirata” con […]

  

La ministra dello sport francese: “Togliete i tour ad Armstrong”

Gira gira questa storia arriverà alla fine. Ma non è detto che sia quella che molti immaginano e forse sperano. Personalmente  non credo che Lance Armstrong si sia completamente arreso. Ha detto che non ha più voglia di difendersi dalle accuse di doping ma non ha detto di essere colpevole. Due cose differenti che potrebbero anche essere una strategia di difesa. Si vedrà. Intanto la ministra dello sport francese, Valerie Fourneyron, ha chiesto all’Unione ciclistica internazionale (Uci) di confermare la sentenza della United States Anti-Doping Agency (USADA) di doping sistematico e continuativo a carico del texano e di togliere al […]

  

Armstrong torna in gara ad Aspen e Savoldelli lo difende

Torno a parlare di Lance Armstrong perchè stamattina mi hanno colpito due cose. La prima è che il texano ieri è tornato a correre ad Aspen in  Colorado ed è arrivato secondo dietro un ragazzino di 16 anni che gli ha dato 5 minuti. E uno che dovrebbe avere altri pensieri per la testa  se torna in bici a far fatica per settanta chilometri sulle montagne in un gara che non si fila nessuno, vuol proprio dire che ha la testa dura. Altro che “mollare”. L’altra è l’intervista sul Corriere della Sera a Paolo Savoldelli, due volte vincitore del Giro […]

  

Armstrong al contrattacco ma intanto è fuori dall’Ironman di Nizza

 Attacchi e contrattacchi come sul Tourmalet per vedere chi arriverà per primo in cima.  Sarà una guerra vera quella tra Lance Armstrong  e l”Usada, l’agenzia antidoping americana. Non una guerra-lampo ma di quelle di posizione, lunghe ed estenuanti che  potrebbe cancellare un’era del ciclismo mondiale quella che ha visto il cow-boy dettare la sua legge soprattutto sulle strade francesi. Ieri gli avvocati di  Armstrong hanno chiesto di poter accedere alle prove raccolte dagli investigatori stutunitensi e di conoscere i  nomi dei testimoni che avrebbero visto il sette volte campione del Tour de France utilizzare sostanze proibite. Armstrong ha tempo fino al 22 giugno […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>