Il ciclismo che fu: in 6mila all’Eroica

E’ un’emozione forte che viaggia su due ruote. Per duecento e più chilometri nella Toscana più bella. Ma l’Eroica  che si corre domenica sulle strade bianche del Chianti  non è un corsa di biciclette. E’ una  Woodstock del ciclismo d’epoca dove tutto torna per magia  in bianco e nero, dove le maglie sono ancora quelle di lana grossa,  i cambi sulla canna, le borracce attaccate al manubrio e le gomme di scorta arrotolate sulle spalle. E’ il ciclimo che fu, quello della polvere, delle facce antiche e delle mani grosse. Duecento chilometri a ritroso nella storia,  di strade  sterrate , di casali, di […]

  

L’Eroica e Alfonsina, l’unica donna che pedalò al Giro

Tutto come una volta, come tanti anni fa. Il ciclismo d’epoca, quello delle strade bianche, torna a correre con l’Eroica che sembra  aver fermato il tempo. E’ il passato che torna e diventa po’ mania, stile, modo di essere e anche un po’ moda. Tutto uno sfavillare di antiche cromature, di puntapiedi, di fili dei freni che non si nascondono nei tubi, di acciaio, di cuoio, di barbe e baffi fatti crescere apposta, di maglie di lana grossa e chissenefrega se farà un po’ più caldo e si faticherà un po’ di più. Il fascino dell‘Eroica che  partirà  il 5 ottobre da Gaiole in Chianti […]

  

L’Eroica in bici, nel Chianti si riscrive la storia

L’Eroica  che si corre domenica sulle strade bianche del Chianti in Toscana non è un corsa di biciclette. E’ una  Woodstock del ciclismo d’epoca come  sta scritto sul sito della gara (www.eoroicafan.it).  Una serie infinita emozioni senza età dove tutto torna per magia  in bianco e nero, dove le maglie sono ancora quelle di lana grossa,  i cambi sulla canna, le borracce attaccate al manubrio e le gomme di scorta arrotolate sulle spalle. E’ il ciclimo che fu, quello della polvere, delle facce antiche e delle mani grosse, dei ” ciao mamma” e delle gag dei campioni al musichiere. Duecento chilometri a […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>