Piccole imprese ancora trascurate

  L’Italia è il Paese con il più alto tasso imprenditoriale al mondo. eppure la legge di Stabilità sembra essersene dimenticata. L’azione del governo si è limitata a una meritoria proroga degli incentivi alle assunzioni (sebbene l’entità degli sgravi contributivi sia stata ridotta nel suo complesso) e a un’estensione del regime dei minimi per le partite Iva, ma tanto altro resta da fare.  Fare impresa in Italia è una sfida che supera le umane capacità perché persiste nel Paese una mentalità che guarda alle imprese con sospetto e che tende quindi a penalizzarle sul piano burocratico, giuridico, fiscale. Un sistema […]

  

Il difficile mestiere del capo

  Quello del «boss» non è un lavoro semplice perché richiede l’assunzione di molte responsabilità. Il problema è che chi lo esercita non sempre si rende conto che creare il feeling giusto con dipendenti e collaboratori può risultare un vantaggio competitivo e non un’incombenza superflua. Ad esempio, la frase-tipo «siamo qui per lavorare non per divertirci» andrebbe  cancellata da qualsiasi “vocabolario aziendale” in quanto tende più a demotivare che a far concentrare la forza-lavoro sul target da raggiungere. La sofferenza (lavoro deriva dal latino labor che indica «pena», «sofferenza», ndr) non è per nulla stimolante.   Ecco perché Alessandro Curioni ed Elio Meloni, ideatori del framework formativo Happy […]

  

Il lavoro perfetto? Una vita da mediano

Sabato Luciano Ligabue festeggerà i 25 anni di carriera al Campovolo della sua Reggio Emilia cantando i suoi successi assieme alle band che lo hanno accompagnato nel suo illustre percorso artistico. Il Liga è uno che ce l’ha fatta, ma soprattutto è uno che ha realizzato i suoi «Sogni di rock & roll» riuscendo a ottenere successo nella professione che desiderava svolgere da ragazzo: il cantautore. E se non ce l’avesse fatta? Se fosse rimasto a cercare di sbarcare il lunario a Correggio? Certo, la vita è fatta di sliding doors, di opportunità che si chiudono per aprirne altre impreviste. […]

  

«Affamate la Bestia!»

  Avremmo potuto parlare un’altra volta della Grecia, di come ciò che si accaduto con la sottoscrizione dell’accordo di lunedì scorso rappresenti una sconfitta per tutti. Per i greci che dovranno sorbirsi una nuova austerity peggiorando le proprie condizioni economiche e per i Paesi dell’Eurozona che continueranno a prestare denaro all’Ellade senza avere concrete speranze di rivederlo indietro. La Bce di Mario Draghi e il Fondo Monetario Internazionale di Christine Lagarde parlano di taglio del debito non a caso. Wall & Street si era schierata a favore di un compromesso che consentisse alla Grecia di restare in Europa: lo si […]

  

L’Italia spompata del Def

I lettori del Giornale sanno già che il Def 2015-2019 del governo di Matteo Renzi è una boiata pazzesca. Glielo ha spiegato con dovizia di particolari il nostro ottimo collega Antonio Signorini svelando da una parte l’incubo di 63 miliardi di tasse in più nel triennio 2017-2019 (dando per assodato che l’anno prossimo si eviti lo scatto delle clausole di salvaguardia con un aumento monstre delle aliquote Iva). Antonio vi ha anche fatto sapere che l’Ufficio Parlamentare di Bilancio (il guardiano dei conti che opere nelle due Camere) ha sottolineato che le previsioni di crescita sono troppo ottimistiche e, se […]

  

«Basta articolo 18, lasciamoci alle spalle gli anni ’70!»

L’Italia non è più quella che vedete in questa foto dell’archivio Ansa con gli operai che protestano fuori dai cancelli di Mirafiori contro il «padrone» Gianni Agnelli.  L’Italia di oggi è fatta di competenze trasversali, di capitale umano più complesso rispetto a quello dell’«operaio-massa» teorizzato dal «sovversivo» Toni Negri. Pensate, nemmeno quella Fiat che vedete sullo sfondo esiste: oggi si chiama FCA, è quotata a Wall Street e ha la sua sede legale in Olanda e il domicilio fiscale a Londra, anche se il cuore continua a battere a Torino. Eppure, nonostante questa lenta e non ancora conclusa trasformazione, molti italiani sono […]

  

«Per fare l’imprenditore non basta tagliare i costi»

Le piccole e medie imprese italiane, che rappresentano da sempre la spina industriale del nostro Paese ,  hanno davanti a loro la grande sfida del consolidamento: sovente la sola via per riuscire competere nel mercato dopo la crisi, esportando il brand del made in Italy nei mercati emergenti e andando a cercare ricavi nelle economie dove la ripresa è già in atto, ma anche un passaggio difficilissimo per aziende ad alto tasso famigliare come quelle italiche. Chiediamo a Fabiano Schivardi, titolare della cattedra in  Entrepreneurship alla Bocconi di Milano,  come si può superare questo ostacolo e valorizzare il «genio italico». Professor […]

  

Perché conviene studiare all’estero

In un’economia stagnante come quella italiana, arricchire i propri studi con un periodo all’estero è quasi una scelta obbligata per gli universitari e i laureandi italiani che vogliono avere qualche chance di farsi notare dal mondo delle imprese e trovare lavoro. A spingere al trasloco sono tuttavia non solo opportunità di curriculum, di padronanza delle lingue straniere o programmi come l’Erasmus, ma anche il numero degli alloggi e il costo degli affitti richiesti in Italia agli studenti fuori sede. La disponibilità ufficiale copre soltanto il 2% del fabbisogno contro, ad esempio, il 23% della Svezia. E basta uno sguardo al resto d’Europa […]

  

Vuoi lavorare in campagna? Ecco dove conviene comprare il casale

Dopo decenni di svuotamento delle campagne a favore dei grandi centri urbani, c’è una generazione di dottori in scienze agrarie, economia e commercio, marketing, architettura, farmacia e scienze dell’educazione che compie il percorso inverso, facendo ritorno alla terra per realizzare un progetto di vita e d’impresa. Secondo uno studio Coldiretti  il 36,5% degli imprenditori agricoli è laureato o laureando. Inoltre, secondo rilevazioni della Confederazione Italiana Agricoltori il 90% degli agricoltori sotto i 30 anni è in possesso di un titolo di studio medio-alto. Si tratta, pertanto, di giovani colti e attivi che non temono l’isolamento, la scomodità degli spostamenti sulla rete […]

  

Dissanguati dall’affitto per studiare e avere un lavoro

Non vi annoiamo ripetendo lo stato di prostrazione in cui si trova l’economia italiana, dopo la cura di sole tasse impartita dai governi di Mario Monti e di Enrico Letta, né sull’annunciato insuccesso del bonus di 80 euro elargito da Matteo Renzi: giugno è stato un mese nero anche per i supermercati (-1,3 i consumi su base annua) per non parlare della débâcle dei negozi (-3,9%). I dati sono dell’Istat e di Confcommercio stima 2,2 miliardi di vendita perse in sei mesi, ma era chiaro che la “mancetta” dell’esecutivo non avrebbe potuto rilanciare i consumi. Piuttosto poniamo un problema sistemico: […]

  

Wall & Street © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>