Macerone, magia della salita

I francesi le loro salite le fanno diventare monumenti. C’è la storia,  c’è l’amor patrio di un popolo che non si vergogna a cantare la Marsigliese appena può, c’è l’intelligenza di dar valore a luoghi che così portano turismo e poi, giustamente, c’è anche un po’ di marketing che mette insieme tutte queste cose e la fa diventare un prodotto che si vende. Così la gente viene e pedalare sul Monte Ventoux o sull’Alpe d’Huez,  si porta la famiglia, si ferma per una vacanza e torna a casa con un bel souvenir giallo a forma di paracarro. E magari torna e […]

  

Ma quanto costano le bici?

Nel giorno di riposo del Tour, dopo crono e salite di una corsa  che, nonostante stiano per arrivare le Alpi, pare già decisa, su Raitre c’è un bel film western di una quarantina di anni fa. Niente bici. Anche se poi il modo per parlarne c’è. Basta una domanda a scatenare il dibattito in famiglia. Ma quanto costa la bici di Froome, quella di NIbali o quella di Valverde?  Chi è sposato lo sa. Una bici da corsa è sempre un “affare”. E allora c’è da chiedersi come campino i costruttori visto che quasi nessuno , quando si tratta di rivelare il […]

  

Al lavoro? Si va in bici

«Bike to work», più semplicemente al lavoro in bici. Un’abitudine che diventa un concorso con tanto di premi finali alle aziende più vituose. Una sfida che in realtà molti milanesi già fanno. Ma Milano torna ad aderire all’iniziativa «Andare al lavoro in bicicletta» che «sprona» i dipendenti delle aziende, i commercianti, gli studenti, gli amministratori pubblici a recarsi a lavoro pedalando per promuovere uno stile di vita sano e sostenibile. Un esercizio che fa bene alla salute e che diventa una sfida con tanto di premio finale. Lavoratori pronti a scendere in strada e a sfidarsi a colpi di pedali […]

  

Scanno, cuore olimpico

Lo chiamano l‘Olimpico del cuore perchè il lago di Scanno ha quella forma lì…Ma è solo un caso, non è quello il motivo. Chi non conosce gli Abruzzi e Molise, che una volta erano una Regione sola, forse può solo immaginare. C’è spazio, ci sono i silenzi di una terra che sa essere ospitale, ci sono le montagne, c’è l’acqua c’è un mondo che, soprattutto nell’entroterra, ha conservato la sua storia, le sue case di pietra antica, i suoi pastori, le sue immagini e le sue usanze che spesso possono sembrare fuori dal tempo. Pedalare da queste parti da Passo […]

  

Tamberi vada a Rio lo stesso

“Svegliatemi da questo incubo… Ridatemi il mio sogno vi prego… Tutti questi anni solo per quella gara, tutti questi sacrifici solo per quel giorno…vorrei dirlo, vorrei urlarlo che tornerò più forte di prima, ma ora davvero riesco solo a piangere! Addio Rio…”. Fine. Il sogno olimpico di Gianmarco Tamberi resta sulla pedana di Montecarlo dove ieri sera ha fatto segnare con 2.39 il nuovo primato italiano. Si era messo dietro tutti i migliori poi ha provato a saltare ancora per superare quei 2.40 che voleva raggiungere prima di Rio e il destino gli ha presentato il conto. Gli esami strumentali, […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Un taxi rider per la Val Curone

            Biker e imbianchino. Quando mette giù i pennelli e le vernici, comincia a pedalare. Lo guardi in faccia, dai un’occhiata alle gambe e capisci che è uno che se vuole va forte. Però capisci anche che di mettersi un pettorale e di sgomitare per star davanti forse non ne ha più voglia. Così Andrea Cogotti, 31 anni, ciclista con zii e parenti ciclisti che gli hanno trasmesso il virus, con la bici sta provando ad inventarsi un lavoro. Va così di questi tempi dove la crisi aguzza l’ingegno. E non è una brutta cosa. […]

  

Froome di corsa sul Ventoux è già storia

Chris Froome è nella storia. Non per i Tour vinti a cui con tutta probabilità aggiungerà anche quello di quest’anno. Neppure per lo spettacolare attacco in discesa dei giorni scorsi o per le sue “frullate” terribili che tolgono il fiato agli avversari. Il keniano-inglese del team Sky è da oggi nella stria del ciclismo perchè è la prima maglia gialla che, persa la bici in un incidente, continua di corsa verso il traguardo come un maratoneta. Neppure nel suo incubo peggiore credo avrebbe mai immaginato una tappa così. Anni fa, in un Giro d’Italia, Denis Menchov nella crono finale sotto […]

  

“La sfida? Riprendermi la vita”

“Quando una mattina a sedici anni ti svegli e non senti più le gambe perchè un virus che ha attaccato il tuo midollo ti ha paralizzato dallo stomaco in giù, ti si apre  un buco nero nel cuore. Ti si apre un baratro. Perchè a sedici anni hai tutta un’altra vita in testa…Poi però quando ne vieni fuori ringrazi i tuoi genitori, chi ti ha curato, chi ti ha fatto scoprire lo sport e quella vita te la vai a riprendere. Come prima e più di prima, con una carattere che neanche immaginavi ti vai a riconquistare il tuo posto […]

  

Tamberi rockstar, ma non esageri

Gianmarco Tamberi  è come una “rockstar”, scrive la Gazza santificando giustamente il suoi salti d’oro all’europeo olandese. L’azzurro è’ il personaggio del momento, ma è chiaro che è molto di più. Il marchigiano volante è una boccata  d’ossigeno e di aria pura per l’atletica azzurra alla vigilia di Rio, dove, facendo tutti gli scongiuri del mondo, potrebbe anche regalarci una medaglia. E’ giovane, bello, intelligente, fresco e soprattutto fortissimo capace, come ha promesso dopo la vittoria ad Amsterdam, di saltare ben oltre quel 2.32 che lo porta sul trono d’Europa ma a cui deve aggiungere centimetri per coltivare i suo […]

  

Il trekking della Grande Guerra

«I nostri soldati hanno fatto cose incredibili, sono loro i veri alpinisti! racconta l’alpinista Mario Curnis ricordando il centenario della Grande guerra – Che emozione rivedere il ghiacciaio dei Forni dopo tanti anni. L’ultima volta che ho attraversato questa valle era il 1960, mia moglie ha ritrovato una foto di quei tempi e oggi è tutto così diverso. Del ghiacciaio ne è rimasta appena la metà ma la valle non ha perso il suo incanto». Dopo cinque giorni di cammino tra le creste della Valfurva i viaggiatori tornano a valle. E quando si torna da un viaggio si porta sempre […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Massimo Doris: “La prima bici? Tutto è cominciato da lì…”

Di padre in figlio. Perchè questa è la storia e sarà il futuro dell’impero creato da Ennio Doris che ora è nelle mani di Massimo, 49 anni da pochi giorni, due figli e dal 2008 amministratore delegato di Banca Mediolanum. Una storia «costruita intorno a te», ma soprattutto intorno alla famiglia e ai valori che oggi sono spesso in discussione. Passo dopo passo, con la dedizione che serve e con la convinzione che non ci siano persone portate per fare qualcosa ed altre no. La differenza la fanno sempre l’impegno e la passione. È questo l’insegnamento che le ha dato […]

  

Studio o faccio sport?

Veder correre e sudare i ragazzi è sempre un’emozione. Che sia l’atletica, il calcio o il nuoto capisci osservando la facilità e le fluidità che hanno nei gesti che lo sport è roba loro. Gli altri (noi) fanno bene a farlo ma dopo una certa età fanno un’altra cosa. Ed è giusto che sia così. Però i ragazzi  sono spettacolari. Oggi era il triathlon di Lecco ad esaltare la loro fatica amplificata da un caldo fenomenale. Il nuoto, la bici e la corsa tutto in frullatore che dai cuccioli agli youth si declina in tanti modi. Ci sono ragazzi che […]

  

il blog di Antonio Ruzzo © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>