Il coronavirus si pappa il Mobile World Congress di Barcellona

Era a rischio di cancellazione. E così è stato: il Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera al mondo del settore della tecnologia nella telefonia mobile, è stato cancellato  a seguito della crisi epidemiologica del coronavirus.  L’edizione del 2020 doveva tenersi fra il 24 e il 27 febbraio, ma non si svolgerà: il danno economico è di oltre mezzo miliardo di euro, oltre ai danni sul turismo con le disdette di hotel e ristoranti che rimarranno vuoti. Un paio di settimane fa, il colosso coreano della LG aveva già rinunciato a partecipare al MWC proprio per le notizie spaventose  che arrivavano […]

  

Spagna, decostruire le coste dopo i folli anni della cementificazione

Il passaggio della “Tempesta Gloria” con la sua forza distruttiva, mai vista prima,  a base di vénti a 120 km/h, bombe d’acqua e onde altissime sulla costa meridionale della Spagna, ha invitato gli spagnoli a una riflessione: bisogna assolutamente rivedere i piani edilizi dei litorali, che, in parole più semplici, significa: basta costruire a due metri dalla battigia. Gloria ha ucciso 13 spagnoli e devastato spiagge, abitazioni, ristoranti, hotel e qualsiasi costruzione legale o illegale che si trovava sulla costa. I danni superano i 100 milioni di euro. Il parere del Collegio dei Geologi di Spagna(ICOG) è severo: ora è […]

  

Le sardine di Barcellona, unite ma senza un’idea originale

Il movimento non ancora diventato partito politico delle “Sardine” che,  dallo scorso autunno sta riempiendo alcune piazze del Nord e Centro Italia, soprattutto quelle di Roma, Bologna, Parma e Modena, creatosi come risposta al populismo di destra della Lega di Matteo Salvini, dopo una fugace apparizione a dicembre a Madrid, presso la statua dell’orso a Plaza del Sol, domenica 19 gennaio si è riunito a Barcellona. Le  “6000 sardine Barcellona” si sono incontrate, dopo un tam-tam su Facebook e Twitter, a Plaça del Rei, a un passo dalla Rambla, come una sezione distaccata delle sardine italiane.  Secondo gli organizzatori erano in cinquecento domenica […]

  

Da Madrid a Barcellona si viaggerà soltanto in treno

Ada Colau, sindaca di Barcellona, al suo secondo mandato lancia la sfida: da Barcellona a Madrid e viceversa, si andrà soltanto in treno. Basta con i voli di linea e quelli low-cost che inquinano. La tratta di 600 km tra le due città più visitate di Spagna da oltre vent’anni è coperta dal servizio dell’Alta velocità della Renfe, l’azienda statale delle ferrovie spagnole. È stata la prima linea veloce inaugurata ed è la più frequentata con una media di 2,3 milioni di passeggeri all’anno. Tuttavia le tariffe sono ancora molto alte: in media un biglietto in prima classe andata e ritorno […]

  

Autostrade in Italia sono pericolose, decadenti e care. In Spagna diventano gratis

Dalla mezzanotte del 31 dicembre scorso, il Governo spagnolo ha deciso la liberalizzazione di 600 chilometri di autostrada, precedentemente coperti dal pedaggio. Questo perché sono scadute le concessioni ad alcune società private e Madrid, semplicemente, non le ha rinnovate. I tratti interessati coprono le distanze tra Cadice-Siviglia e da Tarragona-Valencia-Alicante. Un percorso altamente battuto dai vacanzieri spagnoli e dai turisti. Tra le società che non hanno ricevuto il rinnovo c’è Abertis, controllata al 50% da Atlantia, che in Italia detiene Autostrade per l’Italia, azienda della famiglia Benetton. Sarà  Madrid a occuparsi della sicurezza e della manutenzione dei chilometri d’asfalto liberalizzati. Un […]

  

Due voti salvano il premier Sánchez e gli permettono il primo governo di coalizione di sinistra

Pedro Sánchez ce l’ha fatta. Al secondo turno. Martedì pomeriggio, dopo che sabato scorso era arrivata una fumata nera per la sua investitura a premier, è  riuscito a strappare un solo voto in più (167 sì) rispetto ai 166 del primo turno di votazione, da quel mosaico di partitini minori nazionalisti, regionali e comunisti che assieme al sostegno di Podemos e alla fondamentale astensione della Sinistra Repubblicana Catalana e indipendentista (Erc) e dei nazionalisti baschi di Bildu, gli permetteranno nei prossimi giorni di varare il suo primo governo da eletto, primo governo di coalizione e di sinistra nella storia della […]

  

Pedro non passa al primo turno

Il premier ad interim (o meglio dire uscente e rientrante) Pedro Sánchez non ha superato la  prima votazione di domenica al Congreso di Madrid per ricevere l’investitura a Presidente del Consiglio. Non ha raggiunto la maggioranza assoluta di 176 voti necessaria per essere investito. Si è fermato a 166 “sì”, prendendo 165 “no”. Gli astenuti sono stati 18, conferma che c’è stato l’accordo di astensione con catalani e baschi. Hanno votato il bel Pedro PSOE, Unidos Podemos, PNV, Más País, Compromís, Nueva Canarias, BNG e Teruel Existe, mentre gli hanno votato contro PP, Vox, Ciudadanos, Junts per Catalunya, CUP, Navarra Suma, […]

  

A Madrid si corre per formare il Governo prima dell’Epifania

A Madrid si corre senza pausa per arrivare alla votazione al Congreso per l’investitura a premier di Pedro Sánchez ora che è arrivato il via libera anche della Sinistra Repubblicana Catalana (ERC) , ultimo scoglio che sbarrava il cammino ai Socialisti e Podemos. Dopo quasi un anno senza un governo pienamente in funzione, un nuovo esecutivo potrebbe insediarsi fra il 2 ed il 5 gennaio, quindi prima dell’Epifania e nel pieno delle celebrazioni per i Re Magi, molto sentite in Spagna. Poche ore fa c’è stato anche un’intesa tra PSOE e PNV (il Partito Nazionalista Basco), che rende più facile le […]

  

Le feste natalizie in chiave spagnola

Vi siete mai chiesti perché gli spagnoli quando vi salutano al mattino,  alla sera o di notte, vi augurano sempre “Giorni buoni, sere buone e notte buone”? Sempre al plurale? In realtà è un usanza mutuata da una preghiera cristiana, che recita: “Che voi posate avere giorni/serate/notti nel nome di Dio e di tutti i Santi“. In pratica è rimasta l’usanza di augurare non uno, ma più un buon giorno, anche se ormai è ammesso anche il singolo “Buen día” che, tuttavia, si riserva alle persone amiche e intime. Anche per quanto riguarda i nomi delle festività, la Spagna ha un […]

  

Madrid è più ricca della Catalogna. Il processo verso l’indipendenza non paga

Un nuovo dato conferma che il proces di alcuni catalani per ottenere la secessione da Madrid non fa bene all’economia della Catalogna.  Secondo l’INE, l’Istituto Nazionale di Statistica spagnolo il Pil (prodotto intorno lordo), nel 2018 la Comunità autonoma di Madrid – che conta su circa 6 milioni e mezzo di abitanti –  ha superato la Catalogna – circa 7 milioni e mezzo di abitanti – in termini di crescita economica e Pil. Nel 2018 il PIl della Comunità autonoma di  Madrid ha superato quello della Catalogna  di quasi 2 miliardi di euro. Le due regioni autonome da sempre gareggiano con numeri simili: solitamente […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>