Spagna, inaugurata la nuova legislatura. I partiti sovranisti chiedono l’abolizione della Monarchia

È iniziata ufficialmente oggi la XIV legislatura con una solenne cerimonia nel Congreso de los Diputados a Madrid. Felipe VI, re borbonico di Spagna, nel suo discorso d’inaugurazione si è appellato “al rispetto degli accordi in base alla Costituzione” per la vita politica della nuova legislatura. Il re ha invitato i partiti a conservare “la concordia, la riconciliazione e l’intesa” che “furono protagonisti della Transizione”. In un momento così delicato per il Paese, con una gestazione molto lunga e difficile del nuovo Governo, Felipe VI ha invocato l’intesa e il rispetto reciproco tra i movimenti politici. Il sovrano, erede di Juan […]

  

La Spagna avrà un Governo (forse) dopo Natale

Se qualcuno pensava che ci sarebbe stata un’accelerazione per formare il Governo a Madrid, dopo la ripetizione elettorale di novembre, casca male. Gli spagnoli prima di vedere un nuovo, tanto anelato, esecutivo, dovranno aspettare almeno il 2020. Da febbraio l’ultimo esecutivo di Pedro Sánchez va avanti ad interim, in pratica per inerzia, gestendo l’indispensabile. Ma è dal 2018 che in Spagna c’è un bloqueo politico dovuto al fatto che la legge elettorale proporzionale non è più adatta per gestire il Paese dopo il crollo definitivo del bipartitismo che dal 1978 garantiva la rapida elezione di un governo.   L’11 novembre, […]

  

I catalani che non vogliono separarsi da Madrid sono saliti al 48%

Il  41,9% dei cittadini catalani sostiene l’indipendenza, mentre il 48,8% la rifiuta, ed è il dato più alto da luglio 2017. Il vantaggio degli unionisti  rispetto ai separatisti è aumentato  di 6,9 punti. Le distanze tra separatisti e unionisti sono aumentate, quindi. Lo dice un sondaggio condotto dallo stesso Governo di Barcellona (la Generalitat). L’indagine è stata condotta con un campione di 1.500 persone e un margine di errore di 2,53. Ed è necessario tenere conto del momento in cui è stata condotta l’inchiesta, prima della pubblicazione della sentenza del Tribunale Supremo e prima, delle azioni violente che si sono viste nelle strade di […]

  

Il paradiso d’oro dei venezuelani ricchi (e corrotti)

Hanno accumulato così tanti soldi da fare quasi schifo. Negli anni del Chavismo più imperante, del bidone di petrolio oltre i cento  dollari, attori di un sistema governativa altamente corrotto e connivente con una rete di alti funzionari pronti a tutto pur di mangiarsi il denaro della cosa pubblica. Sono meno del 6 per cento della popolazione, ma hanno il 90% della ricchezza nazionale totale. In Venezuela, la terra delle contraddizioni. Hanno fatto la cresta col commercio del petrolio, con le opere pubbliche, nazionalizzando aziende straniere per poi smembrarle e rapinarle dei beni, invocando la sacrosanta Revolucion Bolivariana che, in […]

  

Lady L, l’ex principessa triste

Mi prende sempre un banale dubbio, quando devo scrivere di lei. A partire dal nome: con la “c” o la “z” che, apparentemente, in spagnolo hanno il medesimo suono. Apparentemente, perché pronunciare queste due consonanti con correttezza castigliana, per noi “italianofoni” è quasi impossibile. Letizia Ortiz Rocasolano, classe 1972, ex giornalista, anchor della TVE, la Tv pubblica spagnola, nascendo e crescendo in un humus famigliare di repubblicani e progressisti, non poteva di certo diventare la regina di Spagna. Ma si sa l’animo umano è facilmente corruttibile per amore, potere, ricchezza e popolarità. Ed altre varie tentazioni. Pur partendo col piede […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>