La Spagna incassa 75 mld di euro a fondo perso dalla Ue

È un passo storico che innesca altrettanti allarmi in alcuni Paesi del Nord dell’Unione Europea poiché incoraggia la speranza in quelli del Sud. La Commissione europea ha approvato mercoledì un piano di ripresa economica contro la pandemia del Covid-19 del valore di 750.000 milioni di euro. Di questo importo, 500.000 milioni di euro corrispondono a sussidi per fondi persi e 250.000 milioni a prestiti. Secondo fonti comunitarie, la proposta che Ursula von der Leyen porta al Parlamento europeo assegna alla Spagna 75.000 milioni di euro di aiuti non rimborsabili, il 15% del totale. Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea […]

  

A Madrid un ingorgo d’auto di Vox contro Sánchez

Il ricordo di dieci giorni fa, quando la desolazione dominava per le strade di Madrid e di tutte le città spagnole è ormai un ricordo. Sabato nella capitale, che il 25 maggio passa definitivamente alla fase 1, è stato organizzato un mega ingorgo su quattro ruote per protestare contro il governo socialista di Pedro Sánchez, colpevole, per i partiti di destra di non avere agito con la giusta prontezza e prudenza nell’emergenza per contrastare il Covid-19. Sabato pomeriggio nel centro di Madrid si è sviluppato un ingorgo d’auto mobilizzato dal partito di estrema destra Vox. Un appuntamento, molto rumoroso, e […]

  

Spagna, “Italia ha riaperto troppo presto”

Il quotidiano spagnolo El País fa un’analisi di come Italia e Spagna hanno affrontato i mesi di confinamento, o lockdown. Inizialmente, nei mesi precedenti i due Paesi hanno attuato scelte molto simili, con l’Italia in anticipo di una decina di giorni sulla Spagna. Ora, invece, le scelte di Madrid e Roma hanno preso strade diverse. “Sánchez non vuole assumere i rischi dell’Italia nella riapertura“,titola l’articolo del País pubblicato il 22 maggio. “Dall’inizio della crisi del Covid-19 – scrive El País – la Spagna ha seguito i passi dell’Italia con una settimana di differenza, ma questa volta i due Madrid e […]

  

Sánchez ottiene una mezza vittoria: solo due settimane di proroga

Il Presidente del Consiglio spagnolo Pedro Sánchez è riuscito a far votare la quinta proroga allo stato d’allarme a seguito dell’epidemia del Covid-19. Lui avrebbe voluto un mese, ma ha ottenuto solo la metà. Ora la Spagna allenterà le costrizioni ai cittadini ed entrerà nella fase 3 soltanto il prossimo 7 giugno. L’intenzione primaria del leader socialista era di chiedere al Congresso un mese di proroga, ma consultandosi coni gli alleati, avrebbe rischiato per la tenuta del suo Governo di maggioranza. L’approvazione non era scontata, per la crescente ostilità dei partiti della destra e delle autonomie, cui si erano uniti gi alleati […]

  

La nuova crisi economica massacra i “milleuristas”

Raquel ha 31 anni, è di Madrid e ha studiato da insegnante alla locale Università Complutense. Al termine della sua laurea, nel 2009, ha trovato un mercato del lavoro segnato da una crisi che non gli ha permesso di svolgere la sua attività.Dopo vari contratti a termine, varie sostituzioni e essersi presa cura di vari bambini, nel 2014 ha deciso di partire come ragazza alla pari per l’Inghilterra dove è rimasta cinque anni. Nel febbraio del 2019 è tornata in Spagna dopo aver ottenuto un lavoro in una scuola privata come insegnante di inglese. “Sono tornato perché volevo tornare a casa mia per crearmi […]

  

Soltanto il 5% degli spagnoli è stato contagiato dal Covid-19

L’indagine epidemiologica avviata in Spagna quasi tre settimane fa inizia a dare i primi dati importanti, ma purtroppo non buoni sull’andamento del Covid-19. Lo studio procede con il test sierologico su 70 mila persone e sta evidenziando che soltanto il 5% della popolazione è stato finora contagiato. Un dato che dimostra l’efficacia del tanto criticato lockdown che in Spagna è iniziato a metà marzo e terminerà a fine giugno. Ma i dati pongono ben altri interrogativi per il futuro. Infatti, se il 95% della popolazione non è ancora stata contagiata dal Covid-19, la situazione di emergenza potrebbero andare avanti ancora […]

  

Spagna, divisa a macchia di leopardo tra Fase 0 e 1

Con la decisione delle comunità spagnole, meno colpite dal virus, con pochissimi contagiati e ancor meno malati e decessi, di riaprire, su consiglio del Governo centrale di Madrid, bar, musei e librerie pubbliche, in Spagna in alcune regioni e province è iniziata la Fase 1, però è aumentata la confusione. La maggior parte delle comunità si è trovata ad avere un territorio diviso tra Fase 1 e Fase 0. Alcune province a rischio alto di contagio affiancate da territori a rischio basso. È una semilibertà che molti spagnoli attendevano da settimane, che, però, sta provocando disordine, confusione, molte polemiche e […]

  

Spagna, due settimane di confinamento per chi entra nel Paese

Madrid ha deciso di porre in quarantena tutte le persone che arrivano in Spagna da Paesi della Ue. Italia compresa. Chi entra in Spagna, dovrà, quindi sottoporsi obbligatoriamente a un confinamento di 14 giorni a partire da venerdì 15 maggio. Il dl deciso oggi rimarrà probabilmente in vigore fino all’inizio della Fase 1, fissata al momento per il 24 maggio, con possibili e più che probabili nuove proroghe. Questo non significa che la Spagna ha riaperto le frontiere, anzi. Tuttavia il divieto potrebbe acquisire importanza nelle prossime settimane, durante la Fase 1, quando il Governo dovrebbe allentare tutte le restrizioni […]

  

Colpo di scena: la paella sarebbe una ricetta catalana, non valenciana

Con l’arrivo del caldo in Spagna si consuma un ottima bibita che però non è proprio una bibita, anche se la vendono dentro ai catoni del latte o in bottiglia e io la bevo avidamente a sorsate dal bicchiere. Il gazpacho sta molto bene anche in un piatto fondo o in una ciotola perché è una zuppa fredda a base di pomodoro (quindi ha molto potassio utilissimo per sopportare il caldo afoso), cetriolo, aglio e peperone, con aceto e olio extravergine d’oliva. È una tipica ricetta dell’Andalusia, una regione che già ad aprile toccai 30°C ed era il pasto dei […]

  

La magistratura spagnola indaga i decessi per il virus nelle case di riposo

Il Covid-19 in Spagna ha causato oltre 26 mila morti, soprattutto nelle case di riposo per anziani. È questa fascia d’età che ha sofferto e subito la sorte peggiore in questa tremenda epidemia che ci tiene stretti nella sua morsa da quasi tre mesi. In molte strutture i primi soccorsi, soprattutto quelli arrivati con molto ritardo, hanno trovato ottantenni morti nei loro letti o agonizzanti. Abbandonati dal personale di cura della casa di riposo che, davanti a un’epidemia così violenta e veloce, si sono fatti cogliere dal panico e dalla paura e se la sono data a gambe levate. Non […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>