Covid, Madrid chiude di nuovo dal 4 al 13 dicembre

Un nuovo lockdown totale è in vista per la Capital di Spagna e la popolosa Comunitad che la contiene. La regione di Madrid è stata una delle poche comunità spagnole che non ha chiuso i confini regionali e non ha blindato i comuni a fine ottobre, salvo nel Ponte di Ognissanti e nel Ponte dell’Almudena, e a eccezione delle decine di “zone rosse” confinate, tornerà a blindare i confini regionali per il Ponte della Costituzione. In vista delle festività del 6 dicembre e dell’8 dicembre. Saranno così vietati gli spostamenti in uscita e in ingresso dai confini regionali dal 4 […]

  

Netflix, HBO e Amazon Prime Video dovranno destinare il 5% dei guadagni per finanziare il cinema spagnolo

Le piattaforme fruibili via Internet con smart tv Netflix, HBO e Amazon Prime Video in Spagna dovranno destinare un minimo del 5 per cento per finanziare cinema e serie tv spagnole. È questo il progetto per un disegno di legge che il Governo di Pedro Sánchez sta vagliando. I guadagni delle tre principali piattaforme è immenso e esecutivo iberico vuole, in cambio, un contributo minimo alla produzione cine e televisiva nazionale, come già fanno RTVE (la Rai spagnola) e le tradizionali televisioni private. Per questo l’Esecutivo ha presentato venerdì 6 novembre la bozza della nuova Legge Generale sulla Comunicazione Audiovisiva, […]

  

Madrid dice no a un nuovo confinamento come in Italia

Pur trovandosi davanti a un difficile bivio, la Spagna esclude un nuovo confinamento domiciliare come ha fatto oggi il Governo italiano in alcune regioni. Benché i dati sui contagi sono i peggiori di sempre l’esecutivo di Pedro Sánchez non chiude il Paese (o parte di esso) come ha fato la scorsa primavera, proibendo agli spagnoli di lasciare le loro case se non per un valido motivo. Madrid attende i nuovi dati sui contagi al termine del coprifuoco parziale ordinato lo scorso 25 ottobre. In primavera, lo ricordiamo, fu proibito l’ingresso e l’uscita dalle 17 comunità autonome spagnole. Se i nuovi […]

  

Addio a Reverte, lo scrittore spagnolo che adorava l’Italia

Non gli era mai stato conferito un incarico di corrispondente dall’Italia. Aveva scritto da Londra, Lisbona e Parigi tra gli anni Sessanta e Novanta, viaggiando per tutto il mondo per creare la sua letteratura di viaggio. Javier Reverte è morto a 76 anni a Madrid pochi giorni fa. Era conosciuto in tutto il mondo per i suoi libri di viaggi, scritti durante trent’anni di carriera come corrispondente da molti Paesi. Si era imposto negli anni Settanta e Ottanta con libri come la Trilogía de Centroamérica (1986-89-92) e la Trilogía de África (1998-2000-02). Sono suoi anche numerosi altri libri sempre di […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>