Gli spagnoli, in coda ordinati e senza protestare

Fabrizio Barbuto su Libero scrive che agli spagnoli non piace fare la coda, come agli italiani e ai francesi. Ti rubano il posto, saltano la fila, fanno i furbi. Non è così. Probabilmente Barbuto in Spagna non ci è mai venuto o forse ha scambiato una coda di italiani che s’imbarcava su una nave nel porto di Barcellona per una coda di spagnoli. Ve lo posso garantire. Ed è un fatto che mi ha sorpreso sedici anni fa, quando sono venuto a vivere, prima nella capitale della Catalana e poi a Madrid. Mi ha colpito l’ordine esemplare con cui gli […]

  

Pedro Sánchez vuole aggiungere il reato di apologia del franchismo

Sulla scia di chiudere con il passato, pensando sempre alla Legge sulla Memoria Storica, la Moncloa annuncia di volere inserire nella riforma del Codice Penale il reato di “apologia di franchismo”. Se così fosse, sarebbe, quindi, un reato omaggiare in pubblico il dittatore Francisco Franco e in generale esaltare la dittatura franchista del periodo compreso fra 1939 e 1975. Questo avvicinerebbe la Spagna all’Italia, dove esiste da decenni il reato di apologia del fascismo. Non è la prima volta che i Socialisti mettono questa proposta sul tavolo. Nella riforma del Codice Penale dovrebbe entrare anche la riduzione delle pene previste […]

  

Catturato uno degli ultimi terroristi neofascisti della Transizione spagnola

Pochi giorni fa Carlos García Juliá, uno degli autori della “Matanza de Atocha” avvenuta nel 1977, è stato estradato in Spagna dal Brasile, paese in cui un anno fa era stato fermato, individuato ed arrestato. Erano oltre quarant’anni che il terrorista spagnolo era latitante e quando è stato arrestato a Sao Paulo nel 2018 non ha opposto alcuna resistenza. García Juliá, scortato da agenti della Policía Nacional, è stato portato nella carcere di Soto del Real vicino Madrid. La Giustizia spagnola ora dovrà stabilire la sua pena carceraria. García Juliá è stato uno degli autori della strage neofascista più sanguinaria durante […]

  

Tre milioni di immigrati per la Spagna

Secondo José Luis Escrivá Belmonte, il 59enne ministro per la Sicurezza sociale, inclusione e migranti, la Spagna deve attrarre “milioni e milionid’immigrati”, lavoratori stranieri che sarebbero “necessari nei prossimi tre decenni per rispondere alla domanda del mercato del lavoro“. Per Escrivá, in carica dallo scorso 13 gennaio, solo così si eviterà la “giapponesizzazione” dell’economia e della società spagnola ma, il ministro, afferma che “dovremo spiegarlo alla società”. Escrivá è un economista indipendente indicato dal Psoe, uno dei partiti della coalizione di sinistra al governo insieme a Podemos, ai Socialisti Catalani (PSC) e alla sinistra radicale di Izquierda Unida (IU). Secondo l’economista-ministro, la Spagna non può permettersi l’accettazione passiva […]

  

Cile, rissa in tv contro ex deputato negazionista dei crimini di Pinochet

È ancora molto tesa la situazione polita e sociale in Cile. E ormai anche in tv si verificano esempi della crisi del Paese del Cono Sur. Pochi giorni fa, durante la trasmissione Bienvenidos, un programma mattutino condotto dalla giornalista e presentatrice Tonka Tomicic è scoppiata una rissa in diretta tv con Hermogenes Pérez de Arce, un controverso editorialista ed ex deputato di destra, ospite della trasmissione.  Pérez de Arce, ricordando il Caudillo, ragionando sulle attuali proteste e rivolte dei cileni, ha sostenuto che si stava meglio con la dittatura di Augusto Pinochet che non ha commesso nemmeno la metà dei crimini di cui lo si accusa. L’editorialista ha richiesto […]

  

Il blog di Roberto Pellegrino © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>