Fin dall’inizio…

È tutta questione di… unione. Il comportamento di attaccamento è quella forma di comportamento che si manifesta in una persona che consegue o mantiene una prossimità nei confronti di un’altra persona, chiaramente identificata, ritenuta in grado di affrontare il mondo e le situazioni della vita in modo adeguato. L’attaccamento è un legame universale che tende a formarsi in tutti i cuccioli della nostra specie per garantirne la sopravvivenza; è specifico, formandosi soltanto nei confronti di alcune persone, ed è selettivo, perché si attiva soltanto in determinate circostanze in cui il bambino si sente in pericolo e quindi cerca protezione nella […]

  

Crimini e migranti europei

È tutta questione di… Unione. Bene, ossia male, perché questa situazione è indecorosa, indegna e tipica di quella Unione Europea fasulla e criminale di cui tutti noi sappiamo. Ma, come sempre, le colpe sono di coloro che non accolgono, mentre è certamente meglio stipare le persone in questo modo, peggio di animali in cattività. Sì, perché in cattività si fornisce il cibo, si curano gli animali e si cerca di rendere la gabbia, se non d’oro, almeno vivibile. Qui, no, assolutamente. Intanto, da noi, ci sono coloro che si fanno installare statue in onore di migranti, ed altri che continuano […]

  

Madri e figli

È tutta questione di… unione. Oggi, una giustizia lentissima legata a indagini lentissime, ci consegna un colpevole. Perdere un figlio e sapere che le sue ultime ore di vita sono state segnate dalla violazione del suo corpo. Dalla brutalità di impetuose coltellate. È qualcosa che, al solo pensarci, annichilisce la mente. Qualcosa che distorce permanentemente la visione della propria vita, a meno che non intervenga una fede incrollabile e personale. La mamma di Lidia ha vissuto tutto ciò non solo una volta, ma ininterrottamente, per ben trentuno anni. Trentuno anni sono tanti; sono oltre 11.300 giorni. In ognuno di essi […]

  

Unioni civili? La solita Italia…

È tutta questione di… unione. Raramente sono in accordo con le esternazioni della Presidente della Camera dei Deputati, ma in questo caso sì, decisamente. Premetto che personalmente non condivido le possibili forme di adozione da parte di coppie dello stesso sesso, a meno che non si verifichi la situazione in cui uno dei membri della coppia abbia già un figlio frutto di una relazione precedente. In questo ultimo caso, mi sembra legittimo desiderare di educare il proprio figlio e dunque condividere parte della propria esistenza con lui, secondo, ovviamente, le decisioni della magistratura. Stabilito questo, vengo alla questione che mi […]

  

Il blog di Alessandro Bertirotti © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>