Fuoco umano

È tutta questione di… malvagità. In questa Italia bruciano i boschi e bruciano le persone. In realtà, si ha l’impressione che stia bruciando l’intero mondo. Il fuoco, lo sappiamo, distrugge tutto, il bene e il male. Non rimangono altro che cenere, ricordi, desideri e fantasie. Il resto, la sostanza della stessa vita, viene completamente eliminato. A volte rimane, se la mente funziona discretamente bene, la memoria di coloro che sopravvivono, e possono permettersi di ricordare com’era il mondo prima di tutto quel fuoco. Come si apprende in questa notizia, il voyeur lascia che tutto accada, che tutto rimanga sotto i […]

  

Bullismo di Stato

È tutta questione di… distorsione della realtà. Partiamo da queste considerazioni, che, personalmente, condivido appieno. Una condivisione nella sostanza di ciò che si vuole minare, ossia l’espressione di un proprio dissenso, legittimato da proprie convinzioni etiche e persino scientifiche. È indubbio che in questa nazione vi siano miriadi di problemi, e che il problema generale della violenza, esercitata verso gli altri e le cose, rappresenta un’evidenza italiana e mondiale. Eppure, ciò che più sconvolge, in questo ddl, è la confusione semantica su cui si fonda. In altri termini, la scelta di essere contrari a forme educative che vogliano convincere della […]

  

Il ginocchio poliziotto

È tutta questione di… patologia. E, così, muore un altro afroamericano, George Floyd, in diretta e per sette minuti lunghissimi, ad opera di un “ginocchio poliziotto”. Un fallimento totale, e socio-culturale, di integrazione etnica. E ci troviamo all’interno di quella società che il mondo occidentale ha sempre considerato il luogo della democrazia, in cui la salvaguardia della libertà e della individualità personale sono considerate qualcosa di sacro. E, se il risultato della sacralità è questo, occorre qualche riflessione. La salvaguardia della libertà di tutti prevede necessariamente l’adesione ad un gruppo di regole che una data comunità scrive per se stessa, […]

  

Sino in fondo

È tutta questione di… umiltà. Accade tutti gli anni. Ci auguriamo che le cose vadano meglio, perché, in misura diversa per ciascuno di noi, vi sono motivi per lamentarsi. In effetti, specialmente in riferimento all’andamento politico nostrano, le occasioni per essere insoddisfatti sono molte. Sembra, persino, che i nostri governanti vadano proprio a cercare quelle possibilità per comunicare ai loro elettori quanto inetti, presuntuosi e megalomani siano. Eppure, a sentir loro, manifestano a parole l’idea di essere servitori del Paese, anche se risulta difficile per noi comprendere a quale Paese facciano riferimento. Ecco perché ho deciso di scrivere, per l’inizio del […]

  

Islam

È tutta questione di… empatia. Forse, anche in alcune geografie islamiche si comincia ad assaporare aria di evoluzione. Questa è la notizia su cui desidero riflettere. Come tutti sapete, non sono a favore della pena di morte, mai. Credo nella funzione afflittiva di una pena, e rispetto sinceramente la ratio dell’articolo 27 della nostra Costituzione. Questi, sono i punti di riferimento sostanziali del mio ragionamento. Condannare a morte 16 uomini per aver bruciato viva una ragazzina che aveva subito violenza e ulteriori vessazioni sociali è dunque ingiusto, anche se si toglie la vita a criminali, in questo caso ad assassini. […]

  

Crimini e migranti europei

È tutta questione di… Unione. Bene, ossia male, perché questa situazione è indecorosa, indegna e tipica di quella Unione Europea fasulla e criminale di cui tutti noi sappiamo. Ma, come sempre, le colpe sono di coloro che non accolgono, mentre è certamente meglio stipare le persone in questo modo, peggio di animali in cattività. Sì, perché in cattività si fornisce il cibo, si curano gli animali e si cerca di rendere la gabbia, se non d’oro, almeno vivibile. Qui, no, assolutamente. Intanto, da noi, ci sono coloro che si fanno installare statue in onore di migranti, ed altri che continuano […]

  

Quando la magistratura è femmina…

È tutta questione di… architettura cerebrale. Questa volta è necessario che vi inviti a visionare più riferimenti ipertestuali, che sono andato a cercare, per verificare che la notizia non fosse falsa. E troverete anche un tono che non mi appartiene, ma devo in qualche modo comunicare tutto il mio sdegno. Non mi sembrava possibile, mentre leggevo. Eppure no, mi sbagliavo. Andate anche voi a vedere. Su Il Giornale, Il Secolo d’Italia, La Repubblica e infine TG Com 24. Quindi, quando viene violentata una donna che sembra un maschio, il suo organo sessuale assume un carattere maschile e plausibile di violenza. […]

  

Una Chiesa pedofila?

È tutta questione di… igiene. Questa è la notizia di ieri. Ho deciso che dovevo parlarne, come persona, cittadino, docente, cattolico e cristiano. Tutti punti di vista contemporanei, nel senso che nella mia mente e nel ragionamento che leggerete non si trovano in gerarchia, da un primo ad un ultimo. Sono tutti “primi”, mentre non ne esiste un “ultimo”. Bene. Partiamo da sempre: crediamo che nelle comunità di esseri umani manifestazioni abusive sessuali siano originali? No, niente affatto. Crediamo di esserci evoluti eticamente, grazie alle tante rivoluzioni, guerre, violenze e terrorismi? No, nemmeno in questi casi. Nonostante le fandonie antropologiche […]

  

Stuprate smemorate

È tutta questione di… spontaneità. Eh, sì… carissimi tutti, femmine americane alla Asia Argento. Violentate, traumatizzate che improvvisamente riacquistano la memoria, persino dopo 36 anni. Penso che sia una capacità del tutto statunitense, a questo punto. L’ipotalamo di queste signore, che organizza in tutti gli esseri umani, maschi e femmine del mondo intero, la memoria autobiografica, deve essersi geneticamente e culturalmente modificato. Chissà quale forma originale avranno assunto i contatti sinaptici che determinano, come insegna il Premio Nobel Eric Kandel, la formazione della memoria! Sarebbe davvero interessante farci uno studio scientifico approfondito. Ma, al di là della mia ironia, penso […]

  

Argento vivo

Tutta questione di… scheletri nell’armadio. La notizia ha fatto il giro del mondo. Sono molti i media che ne parlano. D’altra parte, in Toscana esiste un detto: “il più pulito c’ha la rogna“. Direi che è perfettamente in sintonia con l’attivismo erogeno-oro-sessuale della nostra para-attrice. Nello stesso tempo, devo ammettere che, molto probabilmente, il personaggio non avrebbe avuto altra scelta che procedere così, come ha fatto, e non mi riferisco ai soldi elargiti affinché tutto venisse messo a tacere, ma all’azione in sé. Io ho una concezione della bellezza vetusta. Sono abituato al Rinascimento italiano e alla successiva elaborazione realistica […]

  

Il blog di Alessandro Bertirotti © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>