Quattordici poesie sul Natale. E’ un augurio antico e nuovo.

Voglio regalare a tutti i lettori, a ridosso delle festività natalizie e per onorare   questo Natale 2020 ormai alle porte, nonostante il governo europeo e ancor più il nostro ci vogliono far dimenticare o cancellare  le radici del presepe, degli affetti, della solidarietà, della famiglia  e quanto possa proprio farci richiamare questa ricorrenza cristiana, ebbene voglio regalare come dicevo, ai lettori, senza giri di parole, e senza aggiungerne altre se non di un augurio vero che scenda e discenda nel cuore di tutti, vicini e lontani,  quattordici poesie sul Natale, di poeti italiani e stranieri. Ecco cosa diceva la mia […]

  

La frase del giorno. Bertolt Brecht

 “Il peggior analfabeta è l’analfabeta politico. Lui non sente, non parla né partecipa degli avvenimenti politici. Lui non sa che il costo della vita, il prezzo dei fagioli, del pesce, della farina, dell’affitto, delle scarpe e delle medicine dipendono dalle decisioni politiche. L’analfabeta politico è talmente asino che si inorgoglisce, petto in fuori, dicendo che odia la politica…Non sa, l’imbecille, che dalla sua ignoranza politica nasce la prostituta, il minore abbandonato, e il peggiore di tutti i banditi…che è il politico corrotto e leccapiedi delle imprese nazionali e multinazionali”. (Bertolt Brecht) A voi ogni commento. Carlo Franza

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>