L’Ottocento e il mito di Correggio. La mostra ospitata alla Pilotta di Parma mette in correlazione il maestro rinascimentale con l’incisore Paolo Toschi.

“L’Ottocento e il mito di Correggio”,  ospitata alla Pilotta di Parma fino al 31 maggio 2021,    è innanzitutto un omaggio a due figure per molti versi fondamentali della storia parmense: Maria Luigia d’Asburgo, Duchessa di Parma, e l’incisore Paolo Toschi. Vuole anche essere una soluzione virtuosa di un problema allestitivo di lunghissima data con cui si sono confrontati tutti i direttori dell’ex Galleria Nazionale. La Rocchetta, teatro di questa “mostra permanente”, infatti è uno spazio importantissimo dal punto di vista storico ma di difficile musealizzazione. Vi si trovano le pale del Correggio in un allestimento ottocentesco storicizzato e quindi inamovibile. […]

  

Henraux e gli Uomini di Pietra. Il racconto della filiera di marmo (Alpi Apuane) che da secoli incarna il desiderio di perfezione.

Gli antichi romani lo hanno usato per omaggiare con la sua preziosità gesta di imperatori e condottieri. Michelangelo ha saputo plasmarlo come fosse materia viva per creare grandi capolavori e proprio  qui venne a cercarlo. Il marmo è la pietra che racchiude in sé delicatezza e forza, lusso, candore e maestosità. In esclusiva su DMAX canale 52 la serie che racconta l’affascinante mondo dei cavatori di marmo: “UOMINI DI PIETRA”, passato in prima tv assoluta già giovedì 19 novembre  2020  alle 21:25 e in anteprima sulla piattaforma Dplay Plus dal 12 novembre 2020. Protagoniste con i suoi uomini le cave […]

  

Marcello Veneziani e il suo “Dante, nostro padre”. Un libro capitale sul Sommo Poeta e sul politico che fondò l’Italia.

Un  libro, anzi un’antologia critica curata da Marcello Veneziani (Dante, nostro padre), pp.224,2021,  uscita da Vallecchi Editore,  raccoglie per la prima volta le migliori pagine in prosa di Dante Alighieri in vista del settimo centenario della sua morte, ricorrenza che cade  a distanza diquel fatidico settembre 1321. Dice Veneziani,  guardandosi attorno nei giorni nostri: “ “Quando il mondo sembra crollare, le civiltà precipitano, i popoli sono disorientati, la solitudine globale prevale, la strada maestra è una sola: tornare al principio e ai principi da cui principiò il nostro cammino”. E’ un’antologia nuova, nuovissima, e soprattutto  capace di riportarci ai tempi […]

  

Giovanni da Udine tra Raffaello e Michelangelo. Una mostra eccelsa lo incornicia nella Sala del Parlamento del Castello di Udine.

Raffaello lo volle al suo fianco nella Loggia di Psiche alla Farnesina e nell’impresa delle Logge vaticane, Michelangelo lo teneva in alto conto, Clemente VII si affidò a lui per delicati interventi di restauro e decorazione sia a Roma che a Firenze. Giovanni Ricamatore, o meglio, Giovanni da Udine “Furlano”, come si firmò all’interno della Domus Aurea, riuniva in sé l’arte della pittura, del disegno, dell’architettura, dello stucco e del restauro; il tutto a livelli di grande eccellenza.  A Roma, dove era stato uno dei più fidati collaboratori di Raffaello, rimase anche dopo la scomparsa dell’Urbinate, conquistandosi, per la sua […]

  

Pier Luigi Nervi l’architetto-ingegnere italiano che ha edificato grandi opere in tutto il mondo. Una retrospettiva lo celebra a Firenze.

La  Manifattura Tabacchi  di Firenze ha aperto  al pubblico la mostra PIER LUIGI NERVI Architettura come Sfida, un progetto di Associazione Pier Luigi Nervi Research and Knowledge Management Project (Bruxelles) e Laboratorio Nervi Politecnico di Milano (Lecco), co-prodotto da Manifattura Tabacchi, in partenariato con Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato. La tappa fiorentina dell’esposizione celebra il grande ingegnere italiano Pier Luigi Nervi ( (Sondrio 21 giugno 1891- Roma 9 gennaio 1979)  e ha inaugurato  negli spazi di Manifattura Tabacchi col titolo “Pier Luigi Nervi e Firenze, la Struttura della Bellezza”. […]

  

Giuseppe Conte capo del Governo sponsorizzato da Papa Bergoglio. Si vuol portare Roma sotto l’ombrello dello Stato Pontificio. E’ un vulnus alla democrazia.

L’attualità politica ci mostra come  in queste ore che precedono il confronto in Parlamento,  a seguito delle  dimissioni dal governo in carica delle due ministre renziane Bellanova e Bonetti, l’ “avvocato del popolo”  il  Giuseppe Conte Presidente del Consiglio italiano, in questo inizio settimana chiederà la fiducia confidando di  trovare  una manciata di “costruttori”, per rimpiazzare la renziana Italia Viva. Detto questo  e alla luce di tutto ciò, mi sono chiesto per una via di questioni notate dalla politica vaticana  quale sia  l’atteggiamento della Chiesa cattolica italiana e del Vaticano alla luce di tutto ciò. Sappiamo ormai tutti che Papa […]

  

Recuperato l’Orologio del Quirinale. I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale hanno rintracciato lo storico Orologio della Torre del Palazzo del Quirinale.

I Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC), coordinati dal Procuratore della Repubblica di Vercelli, hanno recuperato il quadrante e tutti gli altri pezzi dell’orologio a pendolo realizzato a metà dell’Ottocento dall’artista Mariano Trevellini su commissione del Papato di Pio IX per il Palazzo del Quirinale, e collocato sulla torre del Palazzo dal 1854 al 1961. Successivamente l’orologio era stato ceduto all’Istituto statale “Armellini” di Roma per un istituendo Museo dell’Orologio, però mai sorto, e che poi era stato trafugato. Le perquisizioni dei Carabinieri si sono svolte a Milano, Bologna e nella provincia di Firenze. Tre persone […]

  

I presepi più belli d’Italia. Arte, tradizione, religiosità e fede.

Pensate un poco che a inventare il Presepe, che  significa,  etimologicamente, “vicino alla siepe”, cioè area protetta, tranquilla, segreta, fu San Francesco d’Assisi, Patrono d’Italia, il Santo dei Santi, chiamato anche Alter Christus. Era la notte di Natale del 1223 e in un paesino della Valle Santa, Greccio, in Sabina -provincia di Rieti-, Francesco, già vicino alla morte, celebrò  l’Eucarestia davanti a una mangiatoia che aveva per guardiani il bue e l’asinello. Una Sacra rappresentazione che doveva far entrare i fedeli nel Mistero dell’Incarnazione. Fu il primo presepe: in ginocchio, in  adorazione, nel venite adoremus, tutti divenuti pecorelle o pastori. […]

  

Il Presepe di Papa Bergoglio fa spavento. Ricorda le forme della Pachamama, l’idolo pagano venerato in San Pietro. E’ così che la Chiesa di Roma è dissacrante.

Questo Papa Bergoglio che ci dobbiamo sorbire tutti i giorni con i suoi comizi sociali,  mentre Papa Benedetto XVI  ci accompagna in silenzio come pellegrini verso la Casa di Dio, ebbene, questo Bergoglio   non  finisce mai di stupirci  per il fatto che ogni giorno ce ne consegna una  di tacca  da scioccarci e scandalizzarci.  Proprio così. E’ Natale, è il nostro Natale, è il Natale di tutti i cristiani e degli uomini di buona volontà, non pare invece  il suo Natale, il Natale del Papa argentino,   visto che persino il suo Presepe  2020 in Piazza San Pietro  è veramente dissacrante.  […]

  

Le canzoni di Natale. Antiche strofe e musiche della tradizione italiana da Nord a Sud. Ascoltiamole a tutto volume, come protesta-risposta al governo della dittatura sanitaria.

Ecco le canzoni di Natale nella tradizione popolare italiana: una festa in note che dobbiamo levare da tutte le nostre case in segno di ribellione verso il nuovo  DPCM del  Governo Conte. L’Italia è in agonia, e allora ecco il mio invito. Da nord al sud della Penisola, gli italiani ormai allo stremo, con  antiche strofe possano accompagnare in musica l’attesa dell’Avvento e del Natale  e  un nuovo inizio d’anno. Il Natale  e le intere  feste natalizie  sono alle porte, e tra le moltissime tradizioni che rievocano la Santa Natività e il laico avvento dell’inverno (e mettiamoci pure la fine […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>