Henraux e gli Uomini di Pietra. Il racconto della filiera di marmo (Alpi Apuane) che da secoli incarna il desiderio di perfezione.

Gli antichi romani lo hanno usato per omaggiare con la sua preziosità gesta di imperatori e condottieri. Michelangelo ha saputo plasmarlo come fosse materia viva per creare grandi capolavori e proprio  qui venne a cercarlo. Il marmo è la pietra che racchiude in sé delicatezza e forza, lusso, candore e maestosità. In esclusiva su DMAX canale 52 la serie che racconta l’affascinante mondo dei cavatori di marmo: “UOMINI DI PIETRA”, passato in prima tv assoluta già giovedì 19 novembre  2020  alle 21:25 e in anteprima sulla piattaforma Dplay Plus dal 12 novembre 2020. Protagoniste con i suoi uomini le cave […]

  

Cento anni fa “Valori Plastici”(1918-1921). Ascesa e declino di una grande rivista italiana. Propugnava il “ritorno all’ordine” nella letteratura e nell’arte.

Il 15 novembre 1918, usciva  il primo numero della rivista Valori Plastici, fondata e diretta da Mario Broglio (Piacenza, 1891 – San Michele di Moriano, 1948) pittore e critico d’arte, con il supporto della moglie Edita Walterowna von Zur Mühlen (Smiltene, Lettonia, 1886 – Roma, 1977), pittrice di origine lituana da pochi anni a Roma. Il nucleo della rivista  oltre ai Broglio, era  costituito da Carrà, Savinio e de Chirico; con loro collaborano con saggi, note e articoli,  artisti quali Soffici, Morandi, De Pisis, Melli e Arturo Martini, sostenitori di un linguaggio artistico che affondava  le sue radici nella grande […]

  

Il realismo magico di Mario Giacomelli. Fotografie dalla Civica Raccolta / Le realtà del sogno e il Gruppo Misa da Cavalli a Giacomelli in mostra a Senigallia tra Palazzo del Duca e Palazzetto Bandiera.

Il 2020 ha segnato il ventennale della scomparsa di Mario Giacomelli e il Comune di Senigallia, Città della Fotografia, continua a rendere omaggio anche nel 2021 a uno dei maestri internazionali della fotografia del Novecento, dedicando un’ala del Palazzo del Duca ad un’esposizione permanente delle sue opere donate negli anni ‘90 dall’artista stesso al Comune. In una porzione riqualificata di Palazzo del Duca, che ospita da anni la programmazione espositiva della città di Senigallia, saranno fruibili circa 80 fotografie selezionate e allestite in collaborazione con gli archivi Giacomelli rappresentati dai due direttori Simone Giacomelli e Katiuscia Biondi. Non una mostra temporanea quindi, ma un […]

  

Henry Moore. Il Disegno dello scultore. Al Museo del Novecento di Firenze la produzione grafica di questo illustre protagonista della scultura internazionale contemporanea.

Henry Moore(1898-1986) torna a Firenze. A quasi cinquant’anni (era il 1972) dalla memorabile mostra al Forte di Belvedere che vide protagonista il maestro della scultura inglese, il Museo Novecento decide di rendergli omaggio con “Henry Moore. Il disegno dello scultore”, mostra curata da Sebastiano Barassi, Head of Henry Moore Collections and Exhibitions e Sergio Risaliti, Direttore artistico del Museo Novecento. La mostra, organizzata in collaborazione con la Henry Moore Foundation, con il contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena, sino al 18 luglio 2021 vedrà il museo fiorentino ospitare una corposa selezione di disegni, circa settanta, assieme a grafiche […]

  

L’Ambasciata d’Italia a Madrid. Il Palazzo dei Marchesi di Amboage è il nuovo e prezioso volume dell’Ambasciatore Gaetano Cortese per la collana dell’Editore Colombo.

L’illustrissimo Ambasciatore Gaetano Cortese, nobile figura della diplomazia italiana,  aggiunge un altro prezioso volume alla Collana dell’Editore Colombo sulle prestigiose sedi  diplomatiche  italiane nel mondo, progetto librario volto proprio alla valorizzazione del patrimonio architettonico ed artistico delle rappresentanze diplomatiche italiane all’estero. Collana di cui l’Ambasciatore Gaetano Cortese  dal 2000 ne è il fondatore e il curatore. Ancora un volume, perla tra le perle, che fa luce  sull’Ambasciata italiana a  Madrid, dal titolo “Il Palazzo dei Marchesi di Amboage”, nel centosessantesimo anniversario dell’Unità d’Italia e delle relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Spagna. Nell’introduzione al volume l’Ambasciatore Gaetano Cortese nobilmente scrive: “Saremo […]

  

E’ il trionfo mondiale de Il Ponte Casa d’Asta, con i risultati di dicembre per l’Arte Moderna e Contemporanea. Ciò è gloria determinante per l’Italia, per la Cultura e per l’Arte che da qui si propaga nel mondo.

Un trionfo senza precedenti  per l’Asta di Arte Moderna e Contemporanea della Casa d’Asta Il Ponte, registrata nei giorni del 15 e 16 dicembre 2020;  è il segnale di un management e di un marketing operativo ad altissimo livello, vincente, prezioso, mirato, ossessivo,   pur nei tempi di un’economia contornata e contagiata dai segni del Covid19. Una festa senza comparazioni, per un fine anno 2020 che solo l’Arte salva.    Un’asta entusiasmante quella di Arte Moderna e Contemporanea, che  ha superato  il 95% di lotti aggiudicati con un totale di € 5,2 milioni di venduto.  Un “botto” senza uguali, per i collezionisti […]

  

Il Panettone Baj di Como è il miglior panettone d’Italia, amato da F.T. Marinetti e frutto di una tradizione centenaria. Vincitore quest’anno del Premio delle Arti – Premio della Cultura Edizione XXXII 2020 come “Arte del Gusto International”.

Da sempre la Lombardia è stata la culla del panettone,  il dolce di Natale. E tra i panettoni, quello più carico di storia  è stato proprio il panettone Baj, tant’è che  vive come una delle riscoperte gastronomiche più importanti degli ultimi anni, grazie al recupero della ricetta di duecentocinquanta anni fa di quello che fu un panettone storico,  marchio simbolo della tradizione milanese. E’ il panettone Baj  che  ha segnato sia  la storia della tradizione dolciaria della Lombardia, che di Milano, esattamente in quel fervido periodo tra Ottocento e Novecento, prima di scomparire per decenni. Infatti   il Panettone Baj è […]

  

Quodlibet pubblica Alois Riegl. Grammatica storica delle arti figurative. Il volume tratta di uno dei massimi esponenti della cosiddetta scuola viennese di storia dell’arte.

La casa editrice Quodlibet pubblica  “Alois Riegl. Grammatica storica delle arti figurative”. Il volume è   di uno dei massimi esponenti della cosiddetta scuola viennese di storia dell’arte. Un testo fondamentale, pregno di idee, di storia, di accensioni, di parallellismi, di poetica.  In una civiltà come la nostra attuale in cui, come scrive Sergio Bettini, “l’esistere prevale sull’essere (l’attività pratica sulla contemplazione eidetica, la politica sulla filosofia ecc.), anche nella struttura dei linguaggi artistici il tempo prevale sullo spazio, l’espressionismo prevale sull’impressionismo, le arti industriali o applicate, e l’architettura,  prevalgono sulla scultura delle statue e sulla pittura dei quadri (la […]

  

50 anni della Regione Lombardia. Mostra con foto d’Archivio ANSA al Pirellone.

Sedici pannelli che riassumono la storia della Regione Lombardia a partire dal giugno del 1970, dopo le prime elezioni regionali della storia d’Italia che diedero vita all’ente e che poi portarono, il 6 luglio dello stesso anno, all’insediamento del primo Consiglio regionale. E’ la mostra sui 50 anni della Regione Lombardia, organizzata da Giunta e Consiglio e realizzata con foto d’archivio dell’agenzia ANSA e spezzoni di immagini della Rai, che all’inaugurazione allo Spazio eventi di Palazzo Pirelli, è stata visitata dai presidenti del Consiglio regionale Alessandro Fermi e della Regione Attilio Fontana. Presenti l’amministratore delegato dell’agenzia ANSA Stefano De Alessandri […]

  

Chiude il Gran Caffè Gambrinus a Napoli, uno dei luogi sacri della cultura italiana. La pandemia e la crisi economica si portano via una parte di storia italiana.

Luogo di incontri  di artisti e intellettuali di chiara fama, architettura  illustre e caratterizzante  della Belle Époque, lo storico Caffè Gambrinus di Napoli chiude i battenti a causa delle restrizioni da Covid-19. È stato uno dei luoghi sacri della cultura a Napoli tra Ottocento e Novecento, con la sua architettura manifesto della Belle Époque, arredato in stile Liberty,conserva al suo interno stucchi, statue e quadri della fine dell’Ottocento  realizzati da artisti napoletani( Vincenzo Volpe, Giuseppe Casciaro, Vincenzo Migliaro, Vincenzo Irolli, Vincenzo Caprile, Attilio Pratella, Luca Postiglione, Edoardo Matania, Luigi Fabrfon, ecc. ) ; ai suoi tavolini sedevano personaggi illustri e […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>