Carlo Nangeroni. Abstraction come musica da vedere al Forte Lorenese di Forte dei Marmi.

Si svolge fino al 12 settembre 2021, al Forte Lorenese di Forte dei Marmi, la mostra “Carlo Nangeroni. Abstraction: musica da vedere”, realizzata in collaborazione con l’Archivio Carlo Nangeroni di Milano. Promossa dal Comune di Forte dei Marmi, l’esposizione presenta oltre ottanta opere di Carlo Nangeroni, pittore e scenografo statunitense di origine italiana, datate tra il 1949 e il 1999.  A un importante nucleo di dipinti – perlopiù acrilici, ma anche oli su tela e acquerelli – si aggiungono tre sculture, realizzate appositamente per l’esposizione su licenza dell’archivio e progetto dell’artista, collocate in Piazza Garibaldi. Il percorso espositivo parte da uno […]

  

La messicana Yoje Dondich in Italia. Dopo Madrid, la prima tappa del “tour artistico” italiano è Milano a Palazzo dei Giureconsulti.

Dopo l’incoraggiante successo della mostra di Madrid, arriva in Italia Yoje Dondich (Citta del Messico- 1952), figura originale nel panorama artistico messicano che, dall’inizio degli anni ’80, esplora il linguaggio pittorico sviluppando nuovi percorsi e interessanti soluzioni formali. L’occasione per conoscerla è la mostra La sinestesia delle forme che, dall’8 marzo 2019 è visitabile fino al 5 aprile 2019 ,  ed è allestita nella storica sede di Palazzo Giureconsulti. Organizzata da Must Wanted Group, ideatore del progetto espositivo che rientra in un’ampia attività di promozione e sostegno dell’arte messicana all’estero, l’esposizione, realizzata anche grazie alla collaborazione del Consulado de Mèxico […]

  

L’arte di Roberto Coda Zabetta in un film di astrazione e colore. Alla Fondazione Mudima di Milano l’artista fa vivere il suo nuovo linguaggio.

  Fondazione Mudima presenta negli spazi di via Tadino a Milano, la mostra personale di Roberto Coda Zabetta “FILM# 00-56”: venti tele inedite di grande formato che costituiscono l’anteprima di un progetto più ampio composto da cinquantasei lavori. Il titolo dell’esposizione, “FILM# 00-56”, introduce alla nuova ricerca artistica di Coda Zabetta, una pittura che, oltre a non essere più figurativa, procede per stratificazioni sottili di materia, impalpabili pellicole, film appunto, di colore. Una materia non più densa, ma fluida e trasparente. Ma anche “film” inteso come sequenza di 56 frame che raccontano la storia del cambiamento di un linguaggio. Le […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>