A Mosul gli islamici abbandonano la loro fede religiosa. Hanno il coraggio di ribellarsi, ed è bene così. E’ il risultato di due anni di governo dell’ISIS.

A Mosul  i musulmani hanno in odio l’Islam. Sembrerà strano ma è così. Sono bastati due anni di conquista dell’Isis nella versione più crudele e feroce, con una repressione alle stelle, ovvero con lapidazioni degli adulteri, omosessuali  bendati e  lanciati nel vuoto  dai silos e dai  piani alti delle abitazioni,  amputazioni di mani, piedi,  braccia e gambe,  per far si che la popolazione rifiutasse  -come di fatto è oggi-  qualsiasi autorità religiosa. Mi son detto, ma è qui che Papa Bergoglio dovrebbe mandare vescovi  e  preti a evangelizzare le popolazioni, invece di starsene, questi,  nelle loro parrocchie a far bella […]

  

Colpo di grazia all’ISIS. Dalla Siria all’Isis. Smantellato il sistema di vita imposta nelle zone conquistate dai miliziani islamici.

Tempi durissimi per l’ISIS. Mesi e giorni contati. Il capo del dipartimento generale operativo dello Stato maggiore russo, generale Serghiei Rudskoi ha comunicato che Palmira  è  stata riconquistata dalle milizie siriane, e che lo Stato Islamico ha  perso oltre mille soldati,  tra  morti o feriti, con  19 carri armati, 37 veicoli da sfondamento, 98 pick-up, armi pesanti e oltre 100 mezzi. Anche se  l’ISIS, a quanto pare,  sta ancora ricevendo  rinforzi da Mosul e Raqqa  pur con i suoi ultimi latrati. E tutto ciò non in apparenza, ma carte alla mano e con battaglie vinte. Lo riferiscono i quartieri generali […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>