Enrica Borghi espone a Londra e, nuova eccellenza dell’arte italiana, interroga con la sua arte le questioni ambientali.

L’Italia è, inutile nasconderselo, in default. Emigrano già da un po’ le industrie  italiane, non solo in Svizzera ma anche in Carinzia(Austria),  adesso anche l’arte italiana dopo un biennio di asfissia, trova aria pura e vita  solo all’estero. Proprio così, se volete vedere una “mostra di rilievo” vi tocca spostarvi fuori dai confini, diversamente ci  tocca sorbirci quelle quattro mostre del cavolo, come a Milano e Roma, che ci propinano comune e provincia.  Alla Estorick Collection of Modern Italian Art di Londra (39a Canonbury Square) parallelamente alla mostra di sculture e disegni di Emilio Greco (1913-1995), un intervento con opere provocatorie […]

  

Patrizio Giacomelli artista emergente, campione dell’arte new pop, disvela un’ Italia da gratta e vinci.

Intorno a  quel capitolo  aperto da Mimmo Rotella con il suo decollage  mirato ai cartelloni pubblicitari tra la fine degli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento  approda il lavoro di questo giovane artista milanese che sorprende non poco perchè ci racconta l’Italia di oggi, entra con la sua arte nel tessuto del vivere quotidiano, riannoda le fila dello sfacelo e della miseria  che avvolge la classe media, proprio perchè l’arte anticipa modi e modelli per poi vivere proposte nuove. Una singolarissima mostra dal titolo “Il linguaggio della nazione” al Plus Florence di Firenze fa luce sul lavoro attualissimo del giovane […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>