A Berlino l’Arte della Pandemia. Gli artisti di Berlino espongono le proprie opere ai balconi di casa, per 48 ore.

Giorni fa l’amico Prof.  Gaetano Grillo illustre artista dell’Accademia di Brera a Milano mi invitava – unitamente ad una serie di intellettuali e artisti che gravitano nel campo dell’arte-   a rispondere a tre domande,  poi pubblicate su “Academy”,  su come sarebbe stato il mondo dell’arte dopo il Coronavirus.  Le mie risposte sono state mirate e propositive di un mondo che andava setacciato, e in profondo cambiamento,  per ridare voce alla vera arte al di là di forme ed economie.  E a tal proposito è nuova la  notizia che vi porgo. Il mondo dell’arte reagisce al lockdown proponendo iniziative e contenuti […]

  

Gli artisti tedeschi della Biennale di Venezia cancellano il nome della loro patria e solidarizzano con la Grecia.

“Germoney”. Una bandiera greca, con questa scritta in carattere “greco”, ma i soldi sono quelli che la ricca Germania prenderà dai poveri abitanti del Peloponneso. Stavolta a scendere in piazza contro le misure di austerità e l’allucinante terzo prestito, sono gli artisti del padiglione tedesco alla Biennale di Venezia: Jasmina Metwaly, Olaf Nicolai, Philip Rizk, Hito Steyerl, e Tobias Zielony, insieme a un numero di dipendenti della Biennale, hanno appeso la bandiera sopra l’ingresso del padiglione tedesco, coprendo il nome “Germania”. Il messaggio è stato presto svelato tramite la pagina facebook di uno degli artisti, vale a dire Hito Steyerl: […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>