Quodlibet pubblica Alois Riegl. Grammatica storica delle arti figurative. Il volume tratta di uno dei massimi esponenti della cosiddetta scuola viennese di storia dell’arte.

La casa editrice Quodlibet pubblica  “Alois Riegl. Grammatica storica delle arti figurative”. Il volume è   di uno dei massimi esponenti della cosiddetta scuola viennese di storia dell’arte. Un testo fondamentale, pregno di idee, di storia, di accensioni, di parallellismi, di poetica.  In una civiltà come la nostra attuale in cui, come scrive Sergio Bettini, “l’esistere prevale sull’essere (l’attività pratica sulla contemplazione eidetica, la politica sulla filosofia ecc.), anche nella struttura dei linguaggi artistici il tempo prevale sullo spazio, l’espressionismo prevale sull’impressionismo, le arti industriali o applicate, e l’architettura,  prevalgono sulla scultura delle statue e sulla pittura dei quadri (la […]

  

Marco Scotini e l’Utopian Display. Geopolitiche curatoriali è un’antologia di esperienze autoriali, tra le voci più importanti e sperimentali della ricerca curatoriale contemporanea.

Che l’arte contemporanea, attraverso biennali, neo-istituzioni museali e mercati finanziari, sia diventata oggi un fenomeno globale, è un dato certo. Un libro dal titolo “ Utopian Display. Geopolitiche curatoriali” a cura di Marco Scotini( Quodlibet Naba Insights, 2019, pp. 224, euro 20,00) raccoglie idee, progetti, aperture e lavoro curatoriale.  Molto meno certo è che il paradigma “Arte”, per come si è istituito nella sua eredità modernista, appartenga a una moltiplicazione di visioni, a una latitudine di storie diverse e incrociate, a contesti trasversali e differenti. Nella scena artistica contemporanea si ha l’impressione che “essere uguali” non significhi altro che appartenere […]

  

Il poeta Francesco Giusti e il suo “Quando le ombre si staccano dal muro” pubblicato da Quodlibet. Un libro rigoglioso e sacrale che si avvale di un bilinguismo senza precedenti.

Francesco Giusti (Venezia 1952) appartiene a una generazione di poeti che segue quella dei nati negli anni Venti, come Pasolini, Loi, Pedretti e altri. La sua è una generazione che scrive tanto in dialetto che in lingua, una generazione, cioè, per la quale il movimento, quasi l’andirivieni da una lingua all’altra, è connaturato al gesto poetico. Le due lingue si nutrono l’un l’altra e vivono così intimamente l’una per l’altra, che anche quando una delle due sembra assente, essa dev’essere considerata virtualmente presente. Giusti scrive soprattutto in un inconfondibile, asintattico, rigoglioso italiano, ma c’è sempre dialetto nella sua poesia in […]

  

Quodlibet pubblica “I Turchi in Friuli” di Pierpaolo Pasolini. E’ un dramma teatrale dello scrittore italiano, tragedia e sacra rappresentazione, scritto in friulano.

La Casa Editrice Quodlibet pubblica “I Turcs tal Friùl”(I Turchi in Friuli, prefazione di Giorgio Agamben, pp.180, 2019) di Pierpaolo Pasolini, il dramma dello scrittore italiano, che è anche  tragedia e sacra rappresentazione, scritto in friulano. L’opera significativa  è stata scritta nel 1944, nel pieno della seconda Guerra Mondiale, quando il  Friuli era percorso dalle truppe naziste e devastato dai bombardamenti anglo-americani; fu allora che il giovane Pier Paolo Pasolini scriveva  in friulano un dramma, a metà fra tragedia e sacra rappresentazione, che in un certo senso contiene, in una drastica e quasi profetica abbreviazione, tutti i temi della sua […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>