Genova, la città della Lanterna. Genova e il suo faro più antico del mondo (890 anni) fra Medioevo e l’oggi, in mostra a Palazzo Reale.

SEIxTRE_MANIFESTOfba8c9da9fe0ffe958b36ded693166da83bebf11ippolito-caffi-veduta-del-porto-antico-di-genova-e-di-palazzo-del-principewilliam-parrott-veduta-del-porto-di-genova-dallo-scoglio-campana-18540 Lanterna 1320 da Storia di Genova e della Liguria di M.Dolcino ed.ERGAluigi-garibbo-veduta-della-lanterna-da-sampierdarena

La mostra, organizzata dal Museo autonomo di Palazzo Reale di Genova, in collaborazione con il Comune di Genova, ed aperta fino al 4 febbraio 2018,  offre al pubblico un quadro storico delle rappresentazioni figurative della Lanterna, del porto di Genova e della città intera, a partire dalle prime mappe rinascimentali e fino agli scatti fotografici del Novecento, passando dai pittori del Grand Tour e dai paesaggisti dell’Ottocento. D’altronde il faro-lanterna  sta a Genova come la Madonnina a Milano. Sono  esposte oltre 200 opere tra incisioni, disegni, dipinti, poster e fotografie. Le opere provengono dall’Archivio di Stato di Genova, dalle collezioni […]

  

Giacinto Gigante e i figli del re. A Napoli, alla Certosa e Museo di San Martino, una mostra del famoso paesaggista napoletano artefice della scuola di Posillipo.

downloadf0dd63ca9e6547b1e6fae5950b95ac4e993fe55images (3)images (5)images (4)download (1)

La mostra “Gigante e i figli del re”, a cura di Luisa Martorelli, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Wine & Thecity, è aperta ala Certosa al Museo di San Martino di Napoli. L’ esposizione è stata realizzata in occasione della nuova acquisizione di un acquerello di Giacinto Gigante dal titolo “Veduta della costiera amalfitana”, donato al Museo da Philip Athill collezionista londinese; l’opera fa parte di un album costituito da 57 acquerelli  appartenuto a Maria Pia di Borbone.  L’iniziativa vuole raccontare il procedimento adottato dal maestro nell’insegnamento della pittura di paesaggio.  L’acquerello “Veduta della costiera amalfitana” è firmato col monogramma […]

  

Adriano Castelli, un neochiarista mantovano in mostra da Firenze/Plus Florence al Museo Italo Americano di San Francisco.

14-L'ULTIMO_RAGGIO-20034-I_PAPAVERI-2008Fort_Mason_Center__Building_CN°17-PRIMA_DELLA_FESTA-2002N°3-SENZA_TITOLO-2014N°4-SENZA_TITOLO-2014

Adriano Castelli è uno degli ultimi neochiaristi italiani, artista di valore e di pregio che da anni indaga il paesaggio italiano argomentandolo attorno alla luce che, sovrana, è divenuta pelle singolare di un luogo mentale, dove silenzio, magia, stupore e riflessione rimandano alla grande pittura italiana dei secoli passati. Di questi tempi espone in Europa a Firenze al Plus Florence con una personale e a San Francisco al Museo Italo Americano in una distintissima rassegna. Fort Mason Center è un ex avamposto militare che è stato convertito in un centro culturale e artistico, oggigiorno ospita due musei,il Museo Italo Americano […]

  

Bell’Italia. Dipinti sul paesaggio dai Macchiaioli a Neovedutisti veneti in mostra a Caorle-Venezia.

108_1963_042. Astolfo Demaria Dal balcone centrale della Casa dei Tre Oci 1936 tempera su cartone cm 51x69 Venezia Fondazione di Vene094_1963_04????????033_1963_0445. Telemaco Signorini Combs la Ville 1873 c. olio su tela cm316x472 Butterfly Institute Fine Art????????????????????????23. Luigi De Giudici Paesaggio del Lido 1933 olio su tavola cm269x37 Collezione privata

Nonostante siano gli ultimi giorni di mostra dell’esposizione “Bell’Italia. La pittura di paesaggio dai Macchiaioli ai Neovedutisti veneti, 1850-1950” in corso al Centro Culturale Bafile di Caorle, l’evento non deve assolutamente passare inosservato, perchè intenditori, cultori della materia, amanti del bello e dell’arte possano trovare in questo fine settimana occasione di portarsi in visita. La bell’Italia, quella che spesse volte i politici o chi è preposto alla conservazione dei beni culturali trascura; quella che ha portato in Italia artisti e                     scrittori specie dal Settecento in poi nei grands tours. Il […]

  

Scoperto a Milano un paesaggio di Leonardo, nella Sala delle Asse al Castello Sforzesco.

E’ al Castello Sforzesco di Milano, sulla parete di ingresso della Sala delle Asse, che è riemerso dopo secoli, spolverando strati di intonaco, un paesaggio di Leonardo, capolavoro richiesto nel 1498 al geniale artista da Ludovico il Moro per decorare questo significativo spazio di rappresentanza. Questo è potuto succedere per il restauro che è stato affidato, e tuttora in corso, all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze in quest’ala del Castello. Le architetture della sala lasciano leggere un paesaggio abbozzato e una vasta prospettiva che apre e lascia intendere la maestosità del disegno. Bellissimo riquadro scenografico, poi nel tratteggio morbido il […]

  

Intervista a Carlo Cordua principe del paesaggio italiano

Dalla mostra personale dell’artista italiano Carlo Cordua che qualche tempo fa si è tenuta nella Camera dei Deputati  a Roma e da me personalmente curata e inaugurata, l’impronta artistica di questo maestro principe del paesaggio italiano è stata  mirabilmente notata per le qualità uniche, di poetica e di colore, che sottengono alla costruzione del paesaggio, che non è più relazionato a una realtà tout court ovvero a riferimenti naturalistici, ma trasfigurato da una immagine-apparizione  fatta di presenze, di sospensioni, di nucleo segreto che registra le reazioni romatiche,di un divenire della luce quale elemento di conversione e di rilancio di un’intensità […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019