Marcello Veneziani e il suo “Dante, nostro padre”. Un libro capitale sul Sommo Poeta e sul politico che fondò l’Italia.

Un  libro, anzi un’antologia critica curata da Marcello Veneziani (Dante, nostro padre), pp.224,2021,  uscita da Vallecchi Editore,  raccoglie per la prima volta le migliori pagine in prosa di Dante Alighieri in vista del settimo centenario della sua morte, ricorrenza che cade  a distanza diquel fatidico settembre 1321. Dice Veneziani,  guardandosi attorno nei giorni nostri: “ “Quando il mondo sembra crollare, le civiltà precipitano, i popoli sono disorientati, la solitudine globale prevale, la strada maestra è una sola: tornare al principio e ai principi da cui principiò il nostro cammino”. E’ un’antologia nuova, nuovissima, e soprattutto  capace di riportarci ai tempi […]

  

Basta con l’Italianglish. E’ tempo di autarchia linguistica. Riappropriamoci della lingua di Dante, ovvero dell’Italiano.

L’inglese a scuola, l’inglese nella musica, l’inglese nelle lezioni universitarie (vedi il Politecnico di Milano), l’inglese nel lavoro, l’inglese nelle relazioni e nella comunicazione, l’inglese negli uffici stampa, l’inglese nei giornali, l’inglese…. Basta con quest’inglese. Ma la lingua italiana si parla ancora in Italia? E gli italiani conoscono ancora la lingua italiana? Poi questo governo Conte  a trazione PD -Cinquestelle, Leu e oltre,  ha dato il via, a tambur battente,  a termini inglesi in occasione della Pandemia da Covid 19.   E’ così che oggi  si usano  termini inglesi per indicare  azioni e il da farsi, ecco “lockdown” anziché “confinamento”, “Recovery […]

  

Dante e la visione dell’arte. Gli Uffizi portano il Sommo Poeta a Forlì per una grande mostra nel settecentenario della morte.

La mostra organizzata insieme alla Fondazione Cassa dei Risparmi della città romagnola, si tiene fino  al 14 luglio 2021 nei musei San Domenico: dagli Uffizi sono arrivati  capolavori di Andrea del Castagno, Michelangelo, Pontormo, Zuccari e altri. Nell’ambito delle celebrazioni nazionali dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per l’anno 2021, le Gallerie degli Uffizi e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì hanno realizzato  la grande mostra ‘Dante. La visione dell’arte’, che si tiene  negli spazi dei Musei San Domenico di Forlì  fino al 14 luglio 2021. Frutto di […]

  

Markus Vallazza celebrato da Merano Arte. Il geniale disegnatore e incisore messo a fuoco da una retrospettiva per il suo ottantesimo compleanno.

Merano Arte (Merano-BZ- Cassa di Risparmio) celebra Markus Vallazza, geniale disegnatore e incisore, con un’ampia retrospettiva realizzata in occasione del suo ottantesimo compleanno, visitabile fino al 4 settembre 2016. Vi confesso che visitata la mostra  mi son detto: “ ma questo è un genio dell’arte e del disegno del Novecento”. In realtà Markus Vallazza  non è l’artista puro, quello che  conosce solo tecniche, segno e colore;  il suo mondo è carico di cultura come pochi nell’arte hanno avuto, letture, reminiscenze, letterature europee, poesia, teatro, narrativa,ecc.  L’esposizione, curata da Günther Oberhollenzer, omaggia un importante autore mettendo a fuoco il ruolo fondamentale […]

  

L’Italia deformata. Si salvi chi può. E’ l’Italia di Matteo Renzi. (“Non donna di provincia ma bordello”, Dante).

Tutti i nostri politici hanno la bocca piena della parola “riforme”. Riforma Gelmini, Riforma Fornero, Riforma Giannini, Riforme Letta, Riforme Renzi (catasto, Senato, Costituzione,  Jobs Act, riforma Italicum, “la buona scuola”ecc).  Che presa in giro queste riforme, la gente non ne può più, l’Italia è in agonia, e questi a menarla ancora con queste riforme. Le riforme non servono, o meglio servono all’Angela Dorothea Kasner  Merkel per assoggettare l’Italia. E anche fatte le riforme cari amici non partirebbe proprio nulla, men che meno l’occupazione. L’Europa non esiste conferma l’antropologa Ida Magli, l’unificazione è opere dei massoni. L’Italia è in agonia  […]

  

“Resa dei conti” di Petros Markaris. Solo la cultura può vincere la crisi.

Solo uno stupido non riesce a rendersi conto del baratro in cui sta sprofondando l’Italia e l’Europa, alla luce di una ripresa che non c’è, e soprattutto di una disoccupazione salita alle stelle. Futuro nero. Altro che profezie! Un libro di Petros Markaris, scrittore di origini armene ma greco di adozione, dal titolo “Resa dei conti” mette il dito sulla piaga. Dice: “Non sono una Cassandra e non amo esserlo. Ma nei miei libri soprattutto nella trilogia del commissario Kostas Charitos da anni racconto il rischio concreto che corre l’Europa. Si profila un disastro. La gente fatica a rendersi conto […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>