“Guerriglia” il romanzo apocalittico di Laurent Obertone. L’immigrazione, la Francia, la miccia e la deflagrazione.

97888942747071515082773111_1515082808.jpg--la_rabbia_dei_poliziotti_francesi__abbandonati_nelle_banlieueburqa_1130X565_90_CFrancia-donna-multata-per-niqab2_b-kzdD-U1101178204535CDH-1024x576@LaStampa.itparis-banlieue-aubervilliers-protest-front-national-ap-imgguerriglia-Banlieue

Un  libro, duro, vero, angosciante e brutale, ma che dobbiamo assolutamente leggere. E’ storia contemporanea. Obertone scrive e traccia cosa succederà se in Francia non si troveranno delle soluzioni reali -dico reali e non politiche-  al problema dell’immigrazione in Europa (nonostante non ci sia giorno che Papa  Bergoglio non insista sull’accoglienza alla faccia dell’intero popolo cristiano colpito a morte in più parti del mondo). In libreria da qualche mese il romanzo storico  francese “Guerriglia”, best seller in Francia, scritto da Laurent Oberton e pubblicato da SignsBooks. E’ il romanzo di questo scrittore classe 1984, laureato in Storia e Antropologia, giornalista […]

  

La Neue Pinakothek-Nuova Pinacoteca- e il Museum Brandhorst di Monaco. Un esempio per Milano e ancor più per i Musei italiani -inesistenti- di Arte Contemporanea.

monaco6569135-Neue_Pinakothek380-1456822516mb-aussenansicht-1_1

Trovo sconvolgente che Milano non abbia ancora un bel Museo di Arte Contemporanea. Li troviamo in tutte le  grandi città e nelle capitali di tutta Europa, da Barcellona a Madrid,  da Berlino a  Parigi, da Londra ad Amsterdam  ecc. A Milano niente di niente. E’stato messo in piedi un “Museo del Novecento” che è una  “scatolina” che non funziona, è mal diretto, ed è quasi inesistente  se non fosse per qualche opera contemporanea messa lì più per attirare che per progettare e ideare. E a Milano che è l’unica città italiana vera metropoli europea, non trovare ciò è veramente raccapricciante. […]

  

“La strana morte dell’Europa: immigrazione, identità, islam”. Il libro di Douglas Murray racconta il nostro continente e la nostra cultura nell’atto del suicidio. Un’analisi vera e sconvolgente.

douglasmurrayinterviewfeatu_770x433la_strana_morte_dell_europa_02101767244551Pqcz4UrJL._SX316_BO1,204,203,200_9781472942241_0_0_300_75

Il vero titolo del libro di Douglas Murray è “The Strange Death of Europe”, ed è un vero e proprio  bestseller internazionale, si sviluppa nel racconto  di un continente e di una cultura colti nell’atto del suicidio. Douglas Murray  da sociologo esplora le questioni più profonde che ci sono dietro la possibile scomparsa del continente europeo, stretto da una serie  di attacchi terroristici di massa e una crisi globale dei rifugiati. Le parole chiave del libro sono “immigrazione, identità,  islam”. L’autore, giornalista e commentatore politico britannico,  Associate Editor dello Spectator, collabora con numerose testate, e “La strana morte dell’Europa” (Neri […]

  

Presentato il libro “Parete Manzoni” testimonianza di un Progetto di ricerca e workshop del Prof. Stefano Pizzi. La cerimonia nell’Aula 49 a Brera in occasione dell’anniversario della morte (6 febbraio 1963) dell’artista concettuale di chiara fama.

libro-parete-manzoni-1024x917lapide3-1-copiaGrillo-ph.Cosmo-Laera-OK-1024x729Cattani-ph.Cosmo-Laera-12-1024x779ph.Cosmo-Laera-13-1024x964ph.Cosmo-Laera-14-908x1024

Certo non può passare inosservata la cerimonia che si è svolta Mercoledì 6 Febbraio 2019, alle ore 11 -nell’anniversario della morte di Piero Manzoni-, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, aula 49 ex studio di Francesco Hayez, della  presentazione al pubblico e alla stampa del libro “Parete Manzoni” edito da Brera Academy Press Milano. Lectio magistralis sull’artista, sull’evento-libro e sulla storia di Brera  dei professori Stefano Pizzi (artista), Gaetano Grillo (artista) e Carlo Franza (storico dell’arte moderna e contemporanea). In realtà il libro è un documento preziosissimo che va a segnare un capitolo artistico, un progetto di ricerca e workshop ideato […]

  

Antonia Di Giulio e Ralph Gibson. 1988-2018. Al Venice International University-Isola di San Servolo a Venezia, due artisti a confronto.

87551-1988-2018_fotoRalph-Gibson-02-300x200Ralph-Gibson-personal-300x219FowersRalph-Gibson-Bikini-and-Breast-300x195Ralph-Gibson-apertura

Due artisti a confronto, due sensibilità che si incontrano per dare vita a un dialogo profondo attraverso le forme e i contorni dei corpi ritratti. Fino  al 12 marzo 2019, l’Isola di San Servolo a Venezia ospita la mostra “1988-2018”, curata dal collega  Achille Bonito Oliva, con il patrocinio della Venice International University,  in cui Antonia Di Giulio, significativa  pittrice del panorama artistico italiano, accosta i suoi dipinti agli scatti del talentuoso fotografo statunitense Ralph Gibson, nel segno della rievocazione di un’esperienza che affonda le radici in un passato condiviso, riemerso dall’accostamento delle immagini fotografiche alle pennellate su tela. Attraverso 14 fotografie e 14 quadri, l’esposizione costruisce una […]

  

“Il caso Viganò”, un libro chiaro e sconvolgente di Aldo Maria Valli, vaticanista doc. Il dossier che ha svelato il più grande scandalo all’interno della Chiesa di Roma.

41GzkjMaM0L._SX331_BO1,204,203,200_vigano-1-904x473img_7668vr031d1htalgrbmc7xpv67pdhrbmc7xpv67pe3a5305e8ff2b46915631a26f491f1877_L1464800737479.jpg--il_vaticanista_aldo_maria_valli_stronca_papa_francesco___crea_solo_confusione_aldo-maria-valli-452959.610x431

È il 26 agosto 2018 quando appare nei media la rivelazione dell’arcivescovo ed ex nunzio negli Stati Uniti Carlo Maria Viganò: da cinque anni papa Francesco sapeva che il cardinale Theodor McCarrick aveva commesso reati sessuali con seminaristi e sottoposti, e che c’erano sanzioni nei suoi confronti imposte da Benedetto XVI. Una notizia shock, che entra nel merito dei gravi casi recentemente venuti alla luce, approfondisce il ruolo di autorità ecclesiastiche che hanno coperto e protetto reati sessuali da parte di sacerdoti e mette sotto accusa direttamente il papa. Ancora oggi su “Stilum Curiae” Marco Tosatti a proposito di questa […]

  

Salvatore Spedicato, scultore e direttore emerito dell’Accademia di Belle Arti di Lecce, in mostra al Plus Florence di Firenze-Salone del Glicine con le sue mitografie mediterranee.

S45C-6e18100210492_0001(1)S45C-6e18100210470_0001S45C-6e18100210512_0001S45C-6e18100210490_0001(1)S45C-6e18100210500_0001S45C-6e18100210511_0001S45C-6e18100210510_0001S45C-6e18100210501_0001

Bella, bellissima, colta, intrigante, storica,  sapienziale,  carica di cultura, questa mostra  di Salvatore Spedicato, illustre docente di scultura e già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce, mostra a tutto campo i grandi temi che hanno caratterizzato il lavoro dell’artista pugliese specie in questi disegni colorati, preziosi “retouchè” che muovono la mitologia mediterranea, la grecità che caratterizza la cultura di un territorio, il Salento, dove poi il nostro artista ha formato nell’Accademia da lui diretta per decenni intere generazioni di artisti. Il merito più alto messo in atto da Salvatore Spedicato è aver salvato la grande bellezza e l’armonia -quello […]

  

Wildlife Photographer of the Year 2018. Gli emozionanti scatti della fotografia naturalistica in mostra al Forte di Bard di Aosta.

indexFdB_WPY_2019_web_700x250_pxl-700x25087665-WLF201957-©-Orlando-Fernandez-Miranda-Wi-ldlife-Photographer-of-the-Year-1000x60042-©-Jen-Guyton-Wildlife-Photographer-of-the-Year-1000x60077-©-Alejandro-Prieto-Wildli-fe-Photographer-of-the-Year-1000x60012-©-Cristobal-Serrano-Wildli-fe-Photographer-of-the-Year-1000x600

Il Forte di Bard, principale polo culturale della Valle d’Aosta, ospita fino  al 2 giugno 2019, l’anteprima italiana della 54esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più importante riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica promosso dal Natural History Museum di Londra. In esposizione oltre cento emozionanti immagini vincitrici nelle 19 categorie del premio selezionate tra 45.000 scatti provenienti da 95 paesi del mondo, valutati da una giuria internazionale di stimati esperti e fotografi naturalisti. Vincitore del prestigioso titolo Wildlife Photographer of the Year 2018  il fotografo olandese Marsel Van Oostencon lo scatto “The Golden Couple”. L’immagine ritrae due scimmie […]

  

Sandy Skoglund artista statunitense espone in Italia. Le visioni ibride di una creatrice di immagini in mostra da Camera a Torino.

85503-THE-COCKTAIL-PARTY-1992_Radioactive Cats???????????????????????????????????????????????00051B14-sandy-skoglund-revenge-of-the-goldfish-part-1981-courtesy-paci-contemporary-gallery-brescia???????????FoxGames

Appena aperta  negli spazi di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, a Torino, l’importante mostra “Sandy Skoglund. Visioni Ibride”, prima antologica dell’artista statunitense Sandy Skoglund (1946), curata da Germano Celant, visitabile fino al 23 marzo 2019 . La mostra riunisce lavori che vanno dagli esordi nei primi anni Settanta all’ancora inedita opera “Winter”, alla quale l’artista ha lavorato per oltre dieci anni. Ed è proprio questa immagine –accompagnata da alcune delle sculture create per l’installazione da cui è stata tratta la fotografia– il fulcro dell’esposizione: una spettacolare anteprima mondiale che conferma una volta di più l’unicità della sua ricerca […]

  

Alex Zanotelli, il frate comboniano comunista che odia il ministro Salvini, veste arcobaleno e si vergogna del suo paese leghista.

000518A0-padre-alex-zanotellipadre-Alex-Zanotelli-Nigrizia0004F8F9-fico-e-padre-zanotelli705939729995195128-1-1image-3-10zano-cop-636x395

Di nome Alex, cognome Zanotelli,  frate comboniano. Questo prete è al soldo della chiesa in uscita di  Papa Bergoglio. Appartiene a quella razza di preti che di pretesco hanno proprio poco, nonostante siano stati consacrati da qualche vescovo par loro, perché non indossano mai la talare,  e se osservate come veste Zanotelli con il foulard arcobaleno ci chiariamo subito l’idea di chi stiamo parlando. Sono i preti politicanti. Ma  “questo è un prete”? Padre Alex Zanotelli corre su e giù per l’Italia da Napoli ad Alessano/LE  sulla Tomba di Tonino Bello, da Roma a Livo di Trento leghista  a far […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019