“Bergoglio e Pregiudizio”. Mauro Mazza giornalista di talento narra e accusa in un libro il pontificato discusso di Papa Francesco.

Schermata-2018-03-14-alle-12.03.54mazza-990x742Dlf7j6yVsAAAQh0DmZrZGmW0AE2rlZDnYe0avW4AA9UxBpapalampedusasalvini-copertina-fc_2440771

Mauro Mazza, giornalista di talento  e volto della RAI, scrittore di saggi e romanziere, ha pubblicato in questi giorni un libro dal titolo “Bergoglio e pregiudizio”(Pagine editore, 210 pag.), ove espone   una carrellata di fatti, analisi e opinioni su quello che è stato il primo lustro di regno di papa Francesco al secolo Bergoglio. Ne percorre cinque anni per l’appunto, in quasi duecento pagine. È un libro che si legge tutto  in pochi giorni.  La figura professionale dell’autore – giornalista di razza lo chiama Bisignani- da sola è una garanzia di uno sguardo lucido, competente e appassionato sulle vicende che […]

  

Gli islamici hanno conquistato Londra, lo dice la “Saudi Gazette”, con 423 nuove moschee e 100 tribunali islamici della Shari’a. Ciò deve essere monito e allarme per l’intera Europa in vista delle prossime elezioni europee.

1014682Dph3Q6xUwAE0Rokth1534505021483london-islam1489685719824shariah-250x187

La Saudi Gazette (dietro c’è l’Arabia Saudita) del 10 ottobre 2018  aveva un articolo interessante con questo titolo “Muslim London: 423 new mosques,100 Shariah courts”,  uno scritto da far venire i brividi, alla faccia  di Papa Francesco e del  cerchio magico  che gli ruota attorno, da Parolin a Bassetti fino a Becciu, Galantino  & company. La Gran Bretagna sta piano piano mostrando  un volto decisamente islamico, scriveva il giornale, con centinaia di tribunali della Shari’a che operano nella capitale e molte moschee sparse in molte città. “Londra è più islamica di molti Paesi islamici messi insieme” ha dichiarato Maulana Syed […]

  

Una grande Croce distrutta a Lesbo in Grecia. Un sacrilegio compiuto col sostegno delle Ong che dicono: “offende i migranti”. Silenzio del Papa.

grecia-lesbo-croce1grecia-lesbo-croce3

                                                                                                                            La Croce di Cristo simbolo della Chiesa di Roma e dell’Occidente non è ben vista proprio dai migranti che Papa Francesco dice di accogliere, tanto che nelle sue stantie prediche giornaliere, e in quelle della CEI, ma anche di vescovi e cardinali,  non manca mai di sentir dire di aprire porte, portoni e finestre e di non erigere muri. E invece da quando Salvini le porte le ha chiuse con l’appoggio degli italiani, ad iniziare da me, di immigrati   che sbarcano ne vediamo ben pochi. E allora è meglio essere sovranisti e difendere le nostre radici e la nostra […]

  

Gianfranco Baruchello. Al MATA di Modena il linguaggio multimediale dell’artista italiano, intellettuale di chiara fama, che radiografò la cultura francese.

baruchelloGianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Cooper)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Guattari)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Lascault)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Klossowsky)Gianfranco Baruchello, Doux comme saveur (A partire dal dolce), 1978 (Lyotard)

E’ stata prorogata fino al 4 novembre 2018 l’apertura al pubblico di Doux comme saveur (A partire dal dolce), videoinstallazione di Gianfranco Baruchello prodotta da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE e realizzata in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e la Fondazione Baruchello, Roma. I video che compongono l’installazione, proiettati negli spazi del MATA – Ex Manifattura Tabacchi per la prima volta dopo il recente restauro delle pellicole originali, sono parte di un progetto dell’artista sul sapore dolce, con interviste a filosofi, critici, poeti e artisti della cultura francese. Nel 1978 Baruchello concepisce un progetto che […]

  

Pelizza da Volpedo l’artista del Quarto Stato in una storica mostra a Milano tra la Galleria Maspes e le Gallerie Enrico, poli significativi dell’Ottocento.

IV_Stato_RadiografiaPellizza da Volpedo G. - Il ritorno dei naufraghi al paese, olio su tela 34,5 x 57,5 cm_thumbPellizza da Volpedo G. - La piazza di Volpedo, olio su tela 78 x 96 cmPellizza_0Pellizza da Volpedo G. - Vecchio mulino a Volpedo, olio su tela 44,5 x 64 cm_thumbC 1122 adbPellizza da Volpedo G. - Valletta a Volpedo, olio su tela 40 x 56 cm_thumbPellizza da Volpedo G. - Nubi di sera sul Curone, olio su tela 55 x 84 cm

A centocinquant’anni dalla nascita, fino  al 22 dicembre 2018, le Gallerie Maspes (via Manzoni, 45) e le Gallerie Enrico (via Senato 45) di Milano, due tra i più importanti poli per l’arte dell’Ottocento, celebrano Giuseppe Pellizza da Volpedo, nella città che ospita i suoi maggiori capolavori: Fiumana, alla Pinacoteca di Brera e il Quarto Stato al Museo del Novecento, immagine iconica delle battaglie sociali del secolo scorso. L’esposizione presenta, nei due importanti poli per l’arte dell’Ottocento a Milano, quindici tra i più celebri capolavori dell’artista piemontese, in grado di ripercorrere i temi più caratteristici della sua cifra stilistica e una […]

  

Il sogno nell’arte contemporanea. Opere di artisti contemporanei che spaziano sul tema del sognare in mostra al Chiostro del Bramante a Roma.

83583-Anselm_Kiefer_DREAM_Chiostro_del_BramanteGIOVAN1tsuyoshi_tane_dream_chiostro_del_bramante67bb69e2fa

Un tema che diventa viaggio, scoperta, conoscenza, emozione:  è il sogno. I grandi protagonisti dell’arte contemporanea si rivelano attraverso opere intime e visionarie, in un  luogo straordinario, quale il  Chiostro del Bramante di Roma. A occhi aperti oppure a occhi chiusi, di notte o di giorno, nel cassetto o realizzati: una mostra che parla di desideri, aspettative, fantasie, paure esorcizzate. Una mostra che permette allo spettatore di dare forma anche ai propri sogni. E ognuno di noi li ha avuti e li ha ancora. DREAM è un percorso allegorico verso la parte più segreta dell’animo umano; attraverso l’idea di viaggio […]

  

Anime Perse di U. Piersanti, libro dell’anno e capolavoro di umanità. Qui c’è il vertice della sua ritrattistica e il respiro del mondo che vive sotto il segno della carne, del dolore e della sofferenza.

anime_perse_piersanti-186x300Umberto-Piersantianime_perse_piersanti-186x300piersanti-foto

E’ il libro dell’anno, un autentico capolavoro. E’ uscito da qualche mese l’ultimo libro di Umberto Piersanti che ha per titolo “Anime Perse”, nella collana Gli alianti della casa editrice Marcos y Marcos, anno 2018. L’ho tenuto sul tavolo di lavoro più a lungo perché ho desiderato maturasse nel mio animo, e così è stato. Adesso ne scrivo perchè Umberto ha meritato un 110 e lode con pubblicazione. Bella figura Piersanti, amico di vecchia data, fin dagli anni Settanta, oggi lui insegna all’Università di Urbino, io a Roma  alla Sapienza, ma al di là del lavoro, ha sempre mantenuto vivo  […]

  

La guerra e l’arte, o meglio l’arte della guerra. “?War is over”. Arte e conflitti tra mito e contemporaneità è la mostra che si tiene al Museo di Ravenna. Attualissima, una riflessione per il nostro tempo.

18. Pino Pascaliwar_is_over_Pablo Picasso07.-PerinoVele.81425-01_-Christo_03.-Gilbert-George.WARISOVER-3hermann_nitsch_schuttbild_mit_malhemd_2007_acrilico_su_lino_cm_200x300_collezione_privatae6d161e51d53c71ddf55e879eeedadbfimage_thumb_abcweb_cropIMG_20181005_121417

ll Comune di Ravenna  e il suo Assessorato alla Cultura, unitamente  al Museo d’Arte della città di Ravenna, fino  al 13 gennaio 2019 la mostra “? War is over”. Arte e conflitti tra mito e contemporaneità a cura di Angela Tecce e Maurizio Tarantino.  “Pólemos è padre di tutte le cose, di tutte è Re”(Eraclito). “Ma la guerra è finita! – Guerra è sempre” (Primo Levi). “Si vis pacem para bellum” dicevano i romani. Non si dà pace senza guerra e viceversa: sembra questo il modo inevitabile di affrontare la questione, ma la mostra propone un altro punto di vista: […]

  

Il siciliano Ferdinando Scianna in mostra a Forlì al Complesso di San Domenico. Duecento foto dell’ illustre fotografo italiano che racconta umanità, guerre, viaggi e religiosità popolare.

80073-unnamed-3SCF1988003W00051-30 001Leonardo-Sciascia.-Racalmuto-1964-C-Ferdinando-SciannaFesta-di-Santa-Fortunata.-Ciminna-1964-C-Ferdinando-SciannaSCF1985003W00088-07 001

Negli spazi espositivi del Complesso di San Domenico a Forlì, è aperta al pubblico  fino al 6 gennaio 2019 la grande mostra retrospettiva dedicata a Ferdinando Scianna, curata da Denis Curti, Paola  Bergna e Alberto Bianda, art director della mostra. La rassegna è promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Civitas in connessione con la Settimana del Buon Vivere ed è organizzata da Civita Mostre. Da gennaio 2019 la mostra sarà quindi presentata a Palermo, nella Galleria d’Arte Moderna e Venezia (Casa dei tre Oci), poi in varie altre città, in Italia e all’estero. Non potevo assolutamente tralasciare […]

  

Un capolavoro di Michelangelo Anselmi, l’Adorazione del Bambino, restaurato ed esposto a Milano nella B.I.G. Borsa Italiana Gallery a Palazzo Mezzanotte.

da-sx-verso-dx-il-ceo-di-EPM-Carmine-Esposito-e-il-ceo-di-ELITE-Luca-Peyranoquadro-anselmiMichelangelo Anselmi_Adorazione_Napoli, Museo e Real Bosco di Ca

                                                             L’Adorazione del bambino di Michelangelo Anselmi (Lucca 1491-1492/ Parma 1556 ), capolavoro del Museo e Real Bosco di Capodimonte di Napoli restaurato grazie al progetto Rivelazioni – Finance for Fine Arts promosso da Borsa Italiana, è esposto  fino al 31 ottobre 2018 a Milano nella B.I.G.-Borsa Italiana Gallery, lo spazio espositivo all’interno di Palazzo Mezzanotte, in occasione dell’ELITE Day, la prima conferenza internazionale dedicata al network globale delle società ELITE. L’opera è stata restaurata grazie al contributo di EPM azienda entrata in ELITE nel 2012 e certificata dal 2015. Il quadro e il restauro. Nel quadro, di provenienza farnesiana, Michelangelo Anselmi raffigura la scena dell’Adorazione del Bambino con grande intimità […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2018