L’arte che salva l’ambiente esposta nel Rizhao Ocean Park a Rizhao(Cina). Una balena di plastica che avrei esposto alla Biennale di Venezia 2019.

fotosettimana_balenaplasticarizhao-rizhao-cina-il-24-luglio-2018-rizhao-cina-un-squalo-balena-rizhao-rizhao-cina-il-24-luglio-2018-rizhao-cina-un-squalo-balena-fatto-di-piu-di-40000-abbandonato-le-bottiglie-di-plastica-

L’immagine, vista dall’alto, è davvero suggestiva. Ha dell’incredibile, ma è vera.  E’ impressionante, se si pensa al suo forte messaggio carico di civiltà negata e di possibile futuro di morte. Mostra un’installazione raffigurante uno squalo balena fatto di 40.000 bottiglie di plastica recuperate in mare realizzato da ragazzi e adulti. L’opera la troviamo  nel Rizhao Ocean Park a Rizhao, provincia orientale cinese dello Shandong. Vi confesso che l’avrei portata in esposizione alla Biennale di Venezia 2019.  Ogni anno circa 12 milioni di tonnellate di plastica, per lo più sotto forma di imballaggi monouso, vengono scaricati negli oceani del mondo. Un […]

  

La ricerca di Maria Lai, l’artista che coniuga la tradizione della civiltà sarda con i linguaggi dell’arte contemporanea.

maria lai ph gianni polinas www.gianni-polinas.comFig. 9M.Lai GEGE 0037 "errando 2" 2008 100x100x5CuriosapeM.Lai 51x17x4.5

“Appo intenso sonu’ e telarzu, e sa bidda no parìat più morta …” (Ho sentito un batter di telaio, e il villaggio non mi sembrava più morto), così ebbe a scrivere Salvatore Cambosu, scrittore sardo e prima insegnante poi grande amico di Maria Lai. Anzi, lui dettava e lei scriveva. L’opera di Maria Lai (Ulassai, 27 settembre 1919 – Cardedu, 16 aprile 2013) si impone nel panorama artistico internazionale e lo dimostra la sua presenza, l’anno scorso 2017, sia alla Biennale di Venezia, sia a Documenta di Kassel. La mostra, di Maria Lai dal titolo “Il filo e l’infinito”   che […]

  

Alla Germania il Premio per il Miglior Padiglione, alla 57° Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia. L’opera ultra concettuale è un ritratto nudo e crudo del potere.

63913-01_Anne_Imhof_Photo_Nadine_FraczkowskiPadiglione-Germania-foto-di-Irene-Fanizza-1-696x462

Su invito della curatrice Susanne Pfeffer, l’artista Anne Imhof ha realizzato per il Padiglione Tedesco alla 57. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia un lavoro titolato “Faust”. L’intervento dell’artista tedesca è stato premiato con il Leone d’Oro. L’opera ultra concettuale e completata da una performance, è un rito molto nudo e crudo del potere che stritola l’uomo e lo rende inerme, meglio lo cosifica. Nell’adattamento agli spazi e all’edificio, la nuova opera, concepita insieme al consueto team di performer, si moltiplica in nuove e avvincenti composizioni, quasi si generassero per partogenesi. . “Faust” da un lato si presenta in […]

  

Goncalo Mabunda e la guerra del trono. L’artista nel mirino di chi non sa leggere l’arte contemporanea.

tron-war-mabunda

L’opera, e che opera, si chiama “War Throne”, la guerra del trono, ed è realizzata, assemblata, interamente con armi dismesse. L’artista è Goncalo Mabunda, nato in Mozambico, che ha all’attivo mostre anche al MoMA e al Pompidou, e che da questa primavera vede, purtroppo, bloccato il suo lavoro ovvero un’opera di forte lettura, all’aeroporto di Philadelphia, dove i doganieri del Bureau of Alcohol, Tobacco and Firearms (ATF) stanno detenendo il lavoro perché accusato di essere una sorta di copertura per l’importazione di armi da fuoco. Ed è infatti quello “il genere” che il collezionista Adam Solow (che ha acquistato l’opera […]

  

Vincenzo Parea, artista da Biennale. I suoi capolavori monocromi pur con grammature e varianti di tono, sono frutto del pensiero occidentale.

Compenetrazione cromoideata arancio rossoImmaginazione cromoideata violettaImmaginazione cromoideata verde giallastroCromoideazione curvilinea azzurroImmaginazione cromoideata blu violaceoCompenetrazione cromoideata giallo 2004

Tra i tanti e vitali eventi visibili a Milano per EXPO MILANO 2015, non può passare inosservata la mostra di Vincenzo Parea dal titolo “Passaggi per l’infinito” che si tiene ad Artestudio 26(Via Padova 26). Mostra di grande spessore per questo artista italiano, lombardo e vigevanese che, nato nel 1940, opera nel campo della pittura analitica fin dal 1969, quando fu salutato favorevolmente come un pilastro dell’arte, dalla critica italiana e soprattutto dai colleghi Giulio Carlo Argan e Carlo Belloli. Oserei dire che, oggi, se avessi avuto l’incarico di curatore del Padiglione Italia della Biennale di Venezia fra la decina […]

  

Karl Marx alloggerà alla Biennale di Venezia 2015.

Fabio-Mauri-Ideologia-e-Natura-1973-photo-Elisabetta-Catalano-480x638imageimagesuntitled.png 1brey002Okwui-Enwezor-480x321

Quest’anno, la 56ma Biennale di Venezia diretta da Okwui Enwezor apre i battenti un mese prima, in forza dell’Expo Milano 2015, e dunque dal 9 maggio fino al 22 novembre. Il titolo “All the World’s Futures” fa ritrovare 136 artisti da ben 53 Paesi,con tante opere sia filmiche che grafiche di cui ben 159 nuove produzioni. Primeggiano una ventina di africani e altrettanti statunitensi. Non dimentichiamo che calano a Venezia paesi caldissimi, per gli eventi che attraversano il mondo e sono sotto gli occhi di tutti; Palestina, Siria, Pakistan, Egitto, e Iraq. Ma prima di passare in rassegna i nomi […]

  

Lo stile di Augusto grandissimo imperatore romano,vera lezione per l’Italia di oggi.

Grande, grandissima mostra, questa che “celebra” la figura di Augusto imperatore romano  alle Scuderie del Quirinale a Roma. Resterà aperta fino al 9 febbraio 2014 anno in cui ricorrerà il bimillenario della morte del princeps deceduto a Nola il 19 agosto dell’anno 14 dopo Cristo. Una mostra  nuova e attualissima che rompe il silenzio  sull’imperatore   che durava dal lontano 1937, ovvero in epoca fascista, quando ci fu la colossale esposizione “Mostra augustea della romanità” nel Palazzo delle Espozioni. Ma mostra quella oggi in corso che oltre che essere letta da noi storici sotto il profilo storico ed estetologico  porta a […]

  

Il Padiglione Italia alla Biennale di Venezia 2013 è un autentico lazzaretto

Poteva  questo sconosciuto Bartolomeo Pietromarchi curatore del Padiglione Italia alla Biennale 2013 fare meglio ? Assolutamente no. L’avevamo già da tempo pronosticato e così è stato. Il collega Vittorio Sgarbi  sul nostro Giornale ha scritto che il Padiglione Italia è un cimitero. Vero. Verissimo. Sono talmente fuori luogo e fuori posto  gli inviti del Pietromarchi che rimandano al medioevo dell’arte. Altro che iniezione di fiducia in una Biennale che pure è antidepressiva come sostiene il Presidente dell’istituzione veneziana Paolo Baratta. Così che il Padiglione Italiano è una vera e propria bottega medioevale, antiquata, passatista, niente affatto neorinascimentale. Anzi un vero […]

  

Il respiro esistenziale nell’arte di Mario Nigro. Retrospettiva in Germania di un protagonista dell’arte italiana del XX secolo.

A vent’anni dalla morte di Mario Nigro (Pistoia 1917-Livorno 1992) la Kunstsammlungen Chemnitz in Germania presenta dell’artista una retrospettiva ripercorrendone la sua ricerca dal 1952 al 1992. Quest’esposizione celebra alla grande il lavoro singolarissimo,lucido e fortemente filosofico di un maestro della pittura italiana che è stato capace, fin dagli anni Quaranta, accanto alle operazioni di Burri, Fontana, Vedova e Capogrossi, di progettare,eseguire e raccontare il respiro esistenziale dell’universo, quel flusso di memoria bergsoniana, quel filo che lega ogni cosa e ogni relazione in un tensivo atto di vita. Quattro sale di questo importante museo tedesco raccontano il suo operato con […]

  

Bartolomeo Pietromarchi curatore del padiglione Italia alla 55esima Biennale di Venezia

Tra gli addetti ai lavori e autorevoli Critici d’Arte italiani il nome di Bartolomeo Pietromarchi (nato nel 1968) non dice molto, eppure il Ministro dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi l’ha scelto come Curatore, tra una rosa nutrita di nomi e concorrenti, alla guida del Padiglione Italia alla 55ma Biennale d’Arte di Venezia 2013. Eppure di candidati autorevoli ce n’erano, da Vincenzo Trione docente allo Iulm di Milano e Critico del Corriere della sera a Francesco Manacorda chiamato da poco a dirigere la Tate di Liverpool, da Gianfranco Maraniello direttore del Museo Mambo di Bologna a tre donne candidato tra cui […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019