In Turchia un Museo subacqueo con i resti di una basilica bizantina scoperta in un lago. La cristianità grida vendetta a Erdogan.

a(213)

Ancora polemiche sul fatto degli Armeni massacrati dai turchi, o meglio sui cristiani armeni massacrati dai turchi musulmani. Botta e risposta tra il Papa Francesco e il Presidente turco Erdogan. Il Presidente turco Erdogan continua a minacciare il popolo armeno e a criticare aspramente l’affermazione del Pontefice. Da ultimo, qualche giorno fa, Erdogan ha infatti ribadito durante una riunione di partito la “generosa” decisione della Turchia di non espellere dal Paese i 100mila lavoratori armeni (facendo intendere tra le righe l’esistenza di questa possibilità), non risparmiando nei suoi commenti né il Papa né l’Unione Europea. Erdogan non solo non ha […]

  

Da Boldini a Segantini. Miracolo a Milano. Capolavori, eccellenze e riflessi dell’Impressionismo in Italia.

09%20–%20Federico%20Zandomeneghi03%20–%20Giuseppe%20De%20Nittis04%20–%20Gerolamo%20%20Induno06%20–%20Daniele%20Ranzoni

Fino al 28 giugno 2015, GAM Manzoni. Centro Studi per l’Arte Moderna e Contemporanea di Milano (via Manzoni 45) ospita la mostra “Da Boldini a Segantini. Riflessi dell’impressionismo in Italia”; sono presenti 35 opere, alcune mai esposte a Milano, di alcuni tra gli indiscussi protagonisti dell’arte italiana dell’Ottocento, provenienti da prestigiose collezioni private europee. La rassegna, curata da Enzo Savoia e da Francesco Luigi Maspes, permette di ammirare alcuni dei lavori più celebri dei maestri che hanno segnato l’arte italiana dell’800, quali Giovanni Segantini, Giovanni Fattori, Angelo Morbelli, Gerolamo e Domenico Induno, Mosé Bianchi, Giacomo Favretto, Guglielmo Ciardi, Giovanni Boldini, […]

  

LE VELATE DI SHADI GHADIRIAN. In “The Others Me” il ruolo della donna iraniana.

Shadi%20Ghadirian,%20Like%20Everyday%20#7Shadi%20Ghadirian,%20Like%20Everyday%20#5Shadi%20Ghadirian,%20Miss%20Butterfly%20#9Shadi%20Ghadirian,%20Nil,%20Nil%20#5Shadi%20Ghadirian,%20Nil,%20Nil%20#754

  Il ruolo della donna nella società iraniana, lo scontro fra modernità e tradizione, i fantasmi dei sanguinosi conflitti passati (guerra Iran-Iraq), sono tutti temi di stretta attualità, trattati con raffinatezza ma senza retorica, con forza ma fuori dai più facili cliché, da una delle più grandi fotografe mediorientali del nostro tempo. Officine dell’Immagine di Milano (Via Atto Vannucci 13) ospita la più ampia personale mai realizzata in Italia di Shadi Ghadirian (Teheran, 1974). La mostra rappresenta un’inedita occasione per esplorare il percorso artistico di questa celebre interprete, dai primi lavori di fine anni ’90 ai suoi ultimissimi progetti. Già […]

  

Pane, cibo e libri. Alla Biblioteca Ambrosiana la mostra EXPO con i manoscritti tra i più preziosi al mondo.

01_5703_5302

Dal 14 aprile al 12 luglio 2015, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano (piazza Pio XI, 2) ospita la mostra “PANE E NON SOLO. I cibi, i libri” , che presenta 15 manoscritti, riccamente miniati, tra i più preziosi al mondo, prodotti dalle più varie tradizioni iconografiche ebraiche e greche, latine, arabe e italiane che riflettono sull’arte, la scienza e la fede quale nutrimento di bellezza e d’amore che ogni essere umano necessita. L’esposizione che anticipa gli argomenti trattati da EXPO 2015, ruota attorno alla pagina dipinta verso il 1340 ad Avignone da Simone Martini per il codice di Virgilio […]

  

Truffe d’Arte in aumento. Uno Chagall a 10.000 euro. La consulenza degli storici dell’arte e dei periti è basilare.

imagesuntitled.png1untitled.png6untitledimages4RI7OW01images4RI7OW011931810d1402782718t-de-pisis-su-ebay-de-20pisis-20-20natura-20morta-20con-20anguria-201928imagesJHZWNR4F

                  Occorre una bella sfacciataggine, e una ingenuità allarmante, nel pensare di acquistare un quadro di Chagall per qualche migliaio di euro. Ad ogni vero collezionista verrebbe in mente trattarsi di una truffa bella e buona o di un riciclaggio talmente sporco da lasciarci un bel po’ di anni in qualche tribunale. E invece i carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Monza, hanno scoperto un intenso traffico di opere (cinquantaquattro sono stati i pezzi sequestrati), attribuiti a De Chirico, De Pisis, Chagall e Schifano e corredate anche da false autentiche. Le opere erano realizzate da un personaggio maschile di 45 […]

  

I simboli di Ennio Bencini, in mostra a Cologno Monzese, diventano il cuore pulsante della storia e immaginario dell’Europa cristiana.

chiesanticaspiritualitàrequiem - omaggio a G.Verdi, 115x57 cm, 2013storia dell'uomo 86x59, 2002mistero dell'incarnazione 90x60, 2012012

                         Nella restaurata chiesa seicentesca (eretta nel 1578) di San Marco e Gregorio a Cologno Monzese-Milano si snoda in questi giorni, lungo le navate sconsacrate, la bellissima mostra antologica di Ennio Bencini, uno degli artisti italiani più coinvolgenti per via dei capitoli sul sacro, e quella sorta di immaginario veicolato da simboli forti che appartengono all’Europa cristiana. Il tratto iconico vive significatamente attraverso il simbolo, ormai qui diventato un po’ il cuore pulsante di ogni suo lavoro. E’ certa ed è affascinante la tecnica di lavorazione di ogni opera, ove respirano frammenti e oggetti fra i più vari, assemblati in […]

  

Ricordo del poeta T. S. Eliot a 50 anni dalla morte. Vinse il Nobel nel 1948.

images.jpg2imagesVUNQMN62images.jpg8images.jpg4images.jpg6imagesJAFOXQC6ts_eliot

LA TERRA DESOLATA l. La sepoltura dei morti Aprile è il più crudele dei mesi, genera Lillà da terra morta, confondendo Memoria e desiderio, risvegliando Le radici sopite con la pioggia della primavera. L’inverno ci mantenne al caldo, ottuse Con immemore neve la terra, nutrì Con secchi tuberi una vita misera. L’estate ci sorprese, giungendo sullo Starnbergersee Con uno scroscio di pioggia: noi ci fermammo sotto il colonnato, E proseguimmo alla luce del sole, nel Hofgarten, E bevemmo caffè, e parlammo un’ora intera. Bin gar keine Russin, stamm’ aus Litauen, echt deutsch. E quando eravamo bambini stavamo presso l’arciduca, Mio […]

  

Pino Pinelli, pilastro e nobiluomo della Pittura Analitica. Alla Galleria Depart di Milano un’antologica di grande rilievo mette in risalto il percorso e la storica figura.

FF11_big-590x393exibartsegnala2015317153727pino-pinelli-antologia-rossa-0_109162-kK9H--400x320@Milanorev146556(1)

Dal 1968 quel nobiluomo di Pino Pinelli occupa uno spazio importante in quella che è stata definita la “Pittura Analitica” in Italia. Nato nel 1938 a Catania, da sempre a Milano, è un altro dei pilastri dell’arte italiana contemporanea che stanno avendo oggi nuova attenzione, dalle aste internazionali ai musei. Ora per scoprire o riscoprire il lavoro di questa figura singolarissima, alla Galleria Dep Art di Milano, è aperta una importante mostra retrospettiva con opere dagli anni ’70 ad oggi: dai primi monocromi che indagano lo “stato ansioso” della pittura fino alla “rottura del quadro” e le conseguenti “disseminazioni”, in […]

  

Cinquanta bronzi del mondo ellenistico. A Palazzo Strozzi a Firenze una grande mostra che racconta con l’età ellenistica del Mediterraneo, la storia d’Europa.

3_05-Ercole-dietro-242x5901427463644412_foto22

La storia d’Europa passa anche da questa grande mostra dal titolo “Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico”, che si tiene a Firenze in Palazzo Strozzi. La mostra è promossa e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi, il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, la National Gallery of Art di Washington e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, con la partecipazione del Comune di Firenze, la Provincia di Firenze, la Camera di Commercio di Firenze e l’Associazione Partners Palazzo Strozzi e Regione Toscana. Con il contributo dell’Ente Cassa di Rispoarmio di Firenze. Cinquanta bronzi di inestimabile valore, di […]

  

L’arte di Roberto Coda Zabetta in un film di astrazione e colore. Alla Fondazione Mudima di Milano l’artista fa vivere il suo nuovo linguaggio.

Roberto Coda Zabetta, FILM_07, 2014, olio su tela, cm 180x120Roberto Coda Zabetta, FILM_26, 2014, olio su tela, cm 190x190Roberto Coda Zabetta, Film_51- Film_52 - dittico, 2014, tempera e pigmenti su tela, cm 185x425 cad

  Fondazione Mudima presenta negli spazi di via Tadino a Milano, la mostra personale di Roberto Coda Zabetta “FILM# 00-56”: venti tele inedite di grande formato che costituiscono l’anteprima di un progetto più ampio composto da cinquantasei lavori. Il titolo dell’esposizione, “FILM# 00-56”, introduce alla nuova ricerca artistica di Coda Zabetta, una pittura che, oltre a non essere più figurativa, procede per stratificazioni sottili di materia, impalpabili pellicole, film appunto, di colore. Una materia non più densa, ma fluida e trasparente. Ma anche “film” inteso come sequenza di 56 frame che raccontano la storia del cambiamento di un linguaggio. Le […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2015