I PIONIERI DEL SESSO – A LONDRA IN MOSTRA “THE INSTITUTE OF SEXUOLOGY”,VIAGGIO NELLA STORIA DELLA SESSUALITA’

Aperta e inaugurata a Londra la mostra “The Institute Of Sexuology” presso la Wellcome Collection.“Spogliatevi la mente”, è il motto di una mostra al Wellcome Trust di Londra: un invito ad un viaggio nel tempo sulle diverse forme di sessualità. “Ogni generazione ama pensare di aver inventato il sesso. Ma è sufficiente una breve occhiata alla mostra per mettere in crisi l’idea che noi siamo più audaci e più curiosi dei nostri antenati. Anzi, scoprirete che abbiamo molto da imparare da loro”, commenta Honor Beddard, direttrice di questa mostra gratuita aperta fino al settembre 2015. E’ una candida esplorazione degli ...

Sculture viventi nel calendario Pirelli. Bellezza ed erotismo feticista sfilano nel calendario 2015 più famoso del mondo.

Giorni fa e anche solo per un giorno l’Hangar Bicocca di Milano è ridiventata Pirelli. L’occasione per l’uscita dell’edizione 2015 del celebre calendario più famoso del mondo. Quell’oggetto del desiderio maschile da anni diventato fenomeno di costume a diffusione internazionale. Bellezza, erotismo, desiderio, fantasia, feticismo, posa, sguardi, tenerezze, palpitazione, sensualità, curve morbide, tutto cattura e manda in fibrillazione il mondo maschile. Ecco una delle modelle del calendario, Candice Huffine, bella e scanzonata, ritratta dall’obiettivo di Steven Meisel. È Steven Meisel il fotografo scelto da Pirelli per The Cal 2015, il calendario più famoso del mondo arrivato alla sua 51esima edizione. ...

Aperta a Bologna la Biennale Giovani curata da Renato Barilli.

                                E’ stata inaugurata a Bologna la Biennale Giovani curata da Renato Barilli all’Accademia di Belle Arti di Bologna, per poi spostarsi al Museo della Città di Ravenna. Questa Biennale è abbastanza vicina al Progetto Officina Italia 2 pure titolata “nuova creatività italiana”. Tutto parte dalla immensa vitalità delle Accademie in Italia e soprattutto da giovani appena usciti da questi spazi pubblici, ovvero trentenni. Sono stati selezionati e vi partecipano ben 29 artisti, la scelta seguita in questa come in precedenti edizioni, è che oggi non esiste una tendenza dominante, ma siamo in presenza di un ampio spettro dove trova ...

Rodolfo Aricò, maestro di chiara fama, ha svelato il mondo con forme primarie e cromatiche. Due mostre lo ricordano a Milano.

Doppia mostra personale per ricordare un artista di chiara fama come “Rodolfo Aricò. Uno sguardo senza soggezione”; e un percorso espositivo, pensato come un iter unitario che mette in relazione gli spazi della galleria A arte Invernizzi e della galleria Lorenzelli Arte di Milano, percorso che intende ripercorrere, attraverso la scelta di opere fondamentali, l’attività dell’artista a partire dalla metà degli anni Sessanta sino agli inizi degli anni Novanta. Negli spazi della galleria A arte Invernizzi sono in mostra i “Senza titolo” del 1967, opere che lasciano emergere i tratti di una riflessione che interroga le potenzialità della riduzione espressiva ...

“ALDO ROSSI. AUTOBIOGRAFIA POETICA”. Autentici gioielli le ventidue opere esposte a Milano allo Studio Antonia Jannone.

“La mia più importante educazione formale è stata l’osservazione delle cose; poi l’osservazione si è tramutata in una memoria di queste cose. Ora mi sembra di vederle tutte disposte come utensili in bella fila; allineate come in un erbario, in un elenco, in un dizionario”. Così si esprimeva Aldo Rossi. Ecco ventidue opere inedite, accomunate dal titolo “Aldo Rossi. Autobiografia poetica”, scelte da Vera e Fausto, figli di Aldo Rossi(Milano, 3 maggio 1931- 4 settembre 1997), per presentare al pubblico, alla Galleria Antonia Jannone di Milano, un lato più privato, e allo stesso tempo strettamente connesso con il lavoro di ...

Earth Wind and Fire. L’immaginario aborigeno tra elementi primari della natura e mondo sacro, in mostra a Milano.

Magica, innovativa, essenziale. Questi tre termini sintetizzano alla grande questa interessantissima mostra che a Milano alla Galleria Gracis perpetuano l’influenza che determinati luoghi e mondi hanno portato all’arte europea e internazionale. Il titolo della mostra, “Earth Wind and Fire”, oltre a essere il nome di una band statunitense molto popolare negli anni Settanta, sintetizza lo stretto legame dell’immaginario aborigeno, di cui le opere esposte sono evidente testimonianza, agli elementi primari della natura e quindi al mondo rituale e sacro ad esso connessi. Lo spirito della mostra è quello di contribuire ad affrancare l’immagine dell’arte aborigena dalla visione eurocentrica che da ...

Gli oggetti misteriosi di Giò Ponti in mostra alla Malpensa di Milano.

                                                                   La Porta di Milano dell’aeroporto di Milano Malpensa rafforza la propria identità di unicum nel panorama delle aerostazioni mondiali, come struttura funzionale di accesso all’aeroporto e come spazio espositivo di grande suggestione. Adesso e fino al 31 marzo 2015, la Porta di Milano ospita la mostra “Oggetti Misteriosi”, curata da Salvatore Licitra, con tre opere di Giò Ponti, l’installazione ‘Espressioni’ dello showroom Ideal Standard di Milano (1966), la “Cattedrale di Los Angeles” (1967) e i “Pavimenti per gli uffici della Salzburger Nachrichten di Salisburgo” (1976). Dopo il successo delle iniziative legate a due maestri dell’arte del Novecento, quali Fausto ...

9 novembre 1989. Il Muro di Berlino cadeva venticinque anni fa.

                    Ho voluto esserci anch’io a Berlino, e gettarmi tra la folla in festa per la caduta del Muro, vergogna europea che si trascinava da 45 anni. Una festa che ha dell’incredibile e soprattutto un gran desiderio di libertà.  9 novembre 1989, data fatidica per uno strappo che cambia per sempre il volto dell’Occidente. Dopo 45 anni, infatti, 25 anni fa cadeva il muro di Berlino. E nella capitale tedesca si festeggia e probabilmente si continuerà a festeggiare ancora molto a lungo. Nell’immagine di oggi (AFD PHOTO/ Odd Andersen) la Porta di Brandeburgo illuminata a festa, con un fiume di ...

Vincenzo Agnetti (1926-1981) figura capitale dell’arte contemporanea. Innovatore e maggiore esponente dell’arte concettuale.

La galleria Matteo Lampertico a Milano  dà con la mostra dell’artista milanese Vincenzo Agnetti (1926-1981) ampia luce a una delle figure capitali dell’arte italiana e internazionale. Realizzata in collaborazione con l’Archivio Agnetti  presenta un importante nucleo di opere, di qualità museale, provenienti da collezioni private italiane mai state sul mercato, ma incluse nelle principali personali dell’artista, non ultima la recente retrospettiva al Mart di Rovereto (2008). Le opere esposte documentano lo straordinario percorso artistico del maggior esponente italiano dell’arte concettuale. Dopo il breve esordio nei primi anni cinquanta come pittore informale, Agnetti sospende la pratica pittorica e inizia un’intensa attività ...

Cattiva gestione della cultura e spreco di soldi pubblici. Un esempio? Il museo dei bronzi di Riace a Reggio Calabria.

Dopo le polemiche sollevate sullo spostamento dei bronzi di Riace dal Museo archeologico  nazionale di Reggio Calabria a Milano per l’Expo, ovvero spostamento sì o spostamento no, mi sono detto che   occorreva approfondire l’argomento e testare favorevoli e contrari.  E lo dico subito, sono  per la linea del collega Sgarbi che vuole   i bronzi a Milano. I Bronzi di Riace ha detto Sgarbi  “sono un bene dello Stato e non della Calabria, tanto meno del Comune di Reggio Calabria, quindi non vedo perché non dovrebbero essere trasportati a Milano. Sarebbe come se per spostare La Primavera del Botticelli avessimo bisogno ...
Il blog di Carlo Franza © 2014