V Centenario luterano 1517-2017. Convegno e mostra a Roma alla Casanatense.

c8c362d9da6e46d819d723bcff297f501f441e

Torno da Roma dove ho partecipato al Convegno  organizzato dall’Istituto Storico Germanico di Roma  per ricordare il V Centenario luterano 1517-2017. Tre giornate di studio e relazioni che hanno riunito studiosi e storici di piano internazionale. Il convegno si è aperto mercoledì 22 febbraio presso l’Istituto Storico Germanico di Roma, mentre è proseguito Giovedì 23 e Venerdì 24 febbraio 2017 presso la Biblioteca Casanatense. In occasione del cinquecentesimo anniversario dell’anno in cui, secondo la tradizione, furono affisse le 95 tesi di Lutero sul portone della chiesa del castello di Wittenberg, ecco quindi a Roma (22-24 febbraio 2017) un convegno internazionale […]

  

“Fabrizio Clerici. Omaggio a Savinio”. Una preziosa mostra a Bologna fa luce su questa amicizia e incornicia i capolavori dell’ultimo surrealista.

Clkerici-BoSquare2Clerici_acquaforte-savinio III-ridClerici-la-viste-au-Museeclerici-omnibus-415x26015403523_343521446028627_6100548624997941248_nsavinio-studio-vedova

I 39 disegni originali che hanno dato vita a quel capolavoro del divertissement culturale di Fabrizio Clerici che è “Alle cinque da Savinio”, è oggetto di una preziosa esposizione a cura di Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli fondatori della Galleria del Laocoonte  ospitata nella prestigiosa Galleria Fondoantico di Tiziana Sassoli in via de’ Pepoli, 6E. I disegni, tracciati a mano libera, quasi sempre con un pennarello rosso fine, vengono proposti in mostra accanto ad una attenta selezione di opere di Alberto Savinio. Tra esse, Maria Antonietta e Luigi XVI, disegno per una delle tavole dei Processi Celebri, un Tiresia […]

  

Il telefono di Hitler. Cifra record per un simbolo del Novecento.

312ee245780c432480fa053caa605839_18

                                               Molti ricorderanno il design di questo telefono in uso nel primo Novecento.  E come questo oggetto in particolare, molti altri telefoni similari erano installati  nelle nostre abitazioni, almeno in quelle borghesi dell’epoca.  Certo, questo in particolare sembrerebbe  un innocuo  e vecchio telefono, in realtà non è proprio così. È stato messo all’incanto un oggetto simbolo della seconda guerra mondiale, il telefono usato da Hitler per dare molti dei suoi ordini mortali.  A molti collezionisti la cosa ha fatto gola, e difatti si sono precipitati presso la casa d’asta che l’ha  messo all’incanto. Anche se  difficilmente riusciamo a spiegarci quale […]

  

Anima bianca. La neve nell’arte del XIX secolo. Una mostra alla GAM di Milano.

anima-bianca

Un tema affascinante,  suggestivo, che riesce a   far trepidare e scaldare nel profondo,  ed emoziona come fosse la prima volta, quello della selezionatissima  mostra “ANIMA BIANCA. La neve da De Nittis a Morbelli”  che si tiene in GAM Manzoni, curata da Francesco Luigi Maspes. Nello spazio della galleria sono esposte  25 tele di artisti esclusivamente italiani che hanno affrontato un tema specifico,  oltreché bello, la neve. Ad osservarla nei dipinti, nel suo cadere  composto  ed elegante e nel suo invadere silenziosamente gli spazi della natura che l’accoglie , sembra quasi possedere oltre al corpo anche una propria anima. Un’anima […]

  

Ritrovato un capolavoro del Guercino. L’opera di inestimabile valore rintracciata in Marocco.

guercino-ritrovato(1)

Tela di inestimabile valore, rubata in una Chiesa di  Modena e ritrovata  a Casablanca in Marocco. Era stata trafugata nel 2014, dalla Chiesa di San Vincenzo a Modena, “la Madonna coi santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo,” firmata dal Guercino, e dal valore inestimabile. L’opera,  era stata stimata dal collega  Vittorio Sgarbi sui 5-6 milioni di euro, e dal sottoscritto ben 10 milioni di euro;   era sul “mercato” marocchino a un prezzo di 10 milioni di dirham (940mila euro circa). Ecco come sono tenuti e trattati i beni artistici in Italia;   perché la tela è stata -finalmente-  ritrovata in […]

  

Palme e cammelli a Milano in Piazza del Duomo. L’Africa nel cuore della città. Un affronto inaudito all’arte, all’architettura e al paesaggio italiano.

120333466-e2dc51e6-1d81-4bcd-b050-33c1bc8d8402C4yOSA8XAAAARyc.jpg mosaicindex33

Bene -anzi male-  cambia il paesaggio italiano. Anzi lo cambiano. Mi direte,  chi?  Beninteso i politici italiani, ad iniziare dal Sindaco Sala di Milano,   che ha già fatto mille danni  con l’Expo di Milano. Cambia la grande Milano, la Milano europea. Adesso  a Milano con il beneplacito del sindaco e della relativa giunta  abbiamo le palme in Piazza del Duomo. Le palme ci sono già, poi per la gioia dei bambini vedrete che porteranno anche i cammelli. A Milano, beninteso, è già rivolta, dal basso in alto e dall’alto in basso.  Il look esotico dell’aiuola sponsorizzata  da Starbucks, ancora prima […]

  

L’astrazione di Guido Strazza in mostra alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.

173903195-a7dc05e2-252b-41e9-a9c8-87c96e68ac5519f2fb9518fbc8153abc5c5c41119f6fa67cb7541486461193470_01_1953_Paracas1486461306720_05_1972_Ricercare_Nacar1486461216910_02_1953_y_los_perros_ladran_en_las_noches1486461242232_03_1966_Segni_e_trame

Alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma  è stata   inaugurata la mostra antologica di Guido Strazza (Santa Fiora, Grosseto, 1922), a cura di Giuseppe Appella. “Sono un vecchio pittore con una storia lunga alle spalle, perciò questa antologica servirà a ricostruire la mia vita artistica”, ci ha confidato  Guido Strazza. Quest’artista alto, elegantissimo, capelli folti e bianchi, a oltre novant’anni ricorda che il padre lo voleva ingegnere – si è laureato nel 1948 – ma, conferma, “ho poi preferito concentrarmi esclusivamente sulla mia vocazione d’artista”. Intellettuale impegnato, Strazza ha ricoperto diversi incarichi, tra cui la direzione dell’Accademia di […]

  

L’Olanda mette al bando il Corano. Parola di Geert Wilders.

imagesimages71949939indeximages1twitter-siria-amputazione-mano-21479923285_821790_1479928381_noticia_fotograma

I Paesi Bassi sono decenni avanti la nostra cultura. Mentre il governo  italiano è aperto all’accoglienza immigrati, l’Olanda che ha già avuto in passato simili trascorsi  oggi corre ai ripari.  E dunque si adopera a mettere al bando il Corano. Per legge. Non solo, ma a chiudere anche le moschee. Se ciò si facesse da noi il primo a levar voce sarebbe Papa Francesco.  Ora mentre negli Stati Uniti   Donald Trump   appena eletto  e per mantener fede a quanto promesso  in campagna elettorale  ha fatto  la voce grossa  nel suo nuovo approccio al mondo musulmano, questa politica può   apparire  fin […]

  

Superba Biennale d‘Arte di Venezia 2017. Ecco la lista di tutti gli artisti di “Viva Arte Viva”, con gli italiani Salvatore Arancio, Maria Lai, Giorgio Griffa, Riccardo Guarneri e Irma Blank.

1214556904b636460f5-ec23-4c1c-b402-da9f9445b608arancio-biennaleindeximagesimages5

Notizie in anteprima sull’ edizione della Biennale d’Arte di Venezia  2017. Sono 120 in tutto gli artisti invitati, provenienti da 51 Paesi, e di questi 103 sono presenti per la prima volta nella Mostra Internazionale della curatrice Christine Macel che ha titolato la sua edizione “Viva Arte Viva”.  Titolo semplice ma efficace. Titolo alla portata di tutti. Sulle scelte della curatrice  è chiaro che talune potranno essere discutibili o meno, ma nei fatti e nell’insieme della quadreria  quel che si delinea è un buon gioco tra grandi star e  artisti ripescati. E gli italiani, in larga maggioranza, sono tra questi […]

  

Antonio Dias e la natura dei segni. Una intera collezione con opere minimaliste da oggi in mostra alla Fondazione Marconi di Milano.

180620151150150202201710433318062015115019150420151134070202201710294402022017103006020220171035300202201710300018062015114939

“I quadri di Dias sono volutamente spogli e rigorosi: spesso si presentano come sequenze o iterazioni di un discorso, in quanto ripetono gli stessi elementi grafici, con pochissime variazioni. Sono da afferrare come tracce di una progressione interiore aperta su varie situazioni collettive del momento storico che attraversiamo”;  così scriveva il mio amico e collega Gualtiero Schönenberger  a proposito di  Antonio Dias. Questo luminare dell’arte mondiale lo troviamo attivo a Milano già negli anni Sessanta. Oggi riconosciuto come uno dei principali artisti contemporanei del Brasile, Antonio Dias presentò la sua prima mostra allo Studio Marconi nel 1969, “Anywhere is my […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2017