Un fiocco di Richard Wilson, scultura di 80 metri, attende i passeggeri al Terminal 2 dell’aeroporto di Londra

Chi atterrerà al Terminal 2 dell’aeroporto di Heathrow a partire dal 23 aprile si troverà di fronte ad una monumentale scultura di Richard Wilson (nato nel 1953), uno dei maggiori scultori inglesi, già candidato al Turner Prize nel 1988 e 1989 e rappresentante della Gran Bretagna alle Biennali di Venezia, Sidney e San Paolo. “Gli areoporti sono le cattedrali del XXI secolo”, parola dell’architetto progettista del terminal Heathrow, Luis Vidal. La scultura, intitolata “Slipstream”, sarà lunga 79 metri e peserà 77 tonnellate. Si stima sia la più lunga installazione permanente in Europa. Il nuovo Terminal 2 o “Queen’s Terminal” (dedicato ...

La voce del mare dipinta da Claudio Malacarne, maestro della neofigurazione italiana.

Ecco una serie di mostre personali di Claudio Malacarne (Mantova 1956) che si sono tenute e si terranno in Europa, la prima a Monaco di Baviera tra marzo e aprile, poi in Maggio nuova mostra personale a Coburgo presso la Galleria Spath, e ancora a maggio al MAC di Crotone. E’ l’interesse verso il tema del mare, dei mari d’Italia e delle coste che avvolgono la nostra penisola, cantati e decantati con i colori e la materia da Claudio Malacarne. Dipinge il mare da sempre, ne ha fatto un cavallo di battaglia, una battaglia anche sociale, di salvaguardia del sistema ...

Un falso Van Gogh esposto a Firenze presso la Sede del Consiglio Regionale Toscano(Palazzo Panciatichi). E’ intervenuto duramente l’Ambasciatore d’Olanda. Sono in gioco 30 milioni di euro.

Un dipinto falso, e che falso, si aggira a Firenze in Palazzo Panciatichi sede del Consiglio Regionale. Si tratta dell’ ultimo dipinto di Vincent Van Gogh intitolato il “Fienile protestante” a cui è stata dedicata la mostra “Vincent Van Gogh. L’enigma del Fienile protestante”. La stessa mostra fu presentata due anni fa, esattamente il 7 luglio del 2012 a Recanati nelle sale del Museo Civico, e già allora furono espressi dei dubbi sull’autenticità del dipinto tanto che la stessa ambasciata olandese chiese di non essere associata all’evento. E così a distanza di due anni, si ripete la stessa storia: a ...

Svendute le Terme di Caracalla a Roma. Scempio dei Beni Culturali italiani.

Svendute le terme di Caracalla a Roma, edificate dall’ Imperatore   Caracalla sull’ Aventino tra il 212 e il 217 d. C. Polemio Silvio (V secolo) funzionario del palatium imperiale le citava come una delle sette meraviglie di Roma. Il collega Adriano La Regina, archeologo e presidente dell’Istituto nazionale di archeologia e storia dell’arte, dal 1976 al 2004 anche soprintendente alle antichità di Roma, è infuriato. Stato italiano sempre più povero. I turisti vengono a Roma da tutto il mondo per vedere il Foro Romano, le Terme di Caracalla e tanto altro, e l’ Italia svende per nulla a privati il ...

Francesca Alfano Miglietti e il Progetto Tender To Talent promosso da Tendercapital

“Attese” è un catalogo di 200 pagine, squaderna il ciclo di appuntamenti curato da Francesca Alfano Miglietti chiamata da Moreno Zani per il progetto TenderToTalent promosso da Tendercapital, uno tra i più dinamici player internazionali nel campo dell’assetto management, molto attento alla promozione culturale. Nel corso del 2013 a Milano si sono svolti quattro eventi con gli artisti Marco Paganini, Cesare Fullone, Sebastiano Mauri, Francesco Jodice, scoprendo luoghi occasionali, lontani dal concetto di galleria, per presentare alcune delle espressioni più innovative del panorama contemporaneo. E’ un po’ quello che io stesso da critico vado portando avanti con mostre in spazi polifunzionali ...

Ai Weiwei, artista dissidente del comunismo cinese, mostra le sue “Prove” a Berlino in una storica e unica mostra che si pone come schiaffo indiscutibile a un regime senza scrupoli e corrotto che tiene in scacco milioni e milioni di esseri umani.

Al Martin-Gropius-Bau di Mitte a Berlino, organizzata da Berliner Festspiele, è la più grande personale mai allestita da Ai Weiwei. 3000 metri quadrati, 18 stanze, centinaia di opere inedite. Il celeberrimo artista contemporaneo cinese, dissidente, difensore dei diritti umani, che si occupa di scultura, architettura e fotografia, ha portato a Berlino opere create appositamente per l’evento e installazioni che non sono mai state mostrate prima d’ora in Germania. La mostra si intitola “Evidence” e porta con sé, come la maggior parte delle opere di Ai Weiwei, un messaggio di denuncia politica contro il regime cinese, di cui è sempre stato ...

L’America di Paolo Paradiso alla Ponterosso di Milano. Grandi teleri dipinti di un grande maestro della neofigurazione italiana artefice di un estremo realismo più vero del vero.

A camminare in Via Brera in questi giorni, ti trovi catapultato in America. Vi capiterà se mettete piede alla Galleria Ponte Rosso in Via Brera 2 per la visita della mostra dell’artista milanese Paolo Paradiso dal titolo “X. TRA. ORDINARY PLACES”. Sono esposti venticinque nuovi dipinti (alcuni di grande formato) ispirati all’America degli anni Cinquanta del Novecento (dedicati in particolare a New York e Chicago) tutti realizzati dall’artista in quest’ultimo periodo. Vi sentirete come ubriacati dal colore e dal senso di cos’è una vera e grande città. Diceva Oscar Wilde: “Forse, dopo tutto, l’America non è mai stata scoperta. Io ...

“Il ribelle gentile. La vera storia di Piero Manzoni”. Il libro assolto è uno schiaffo agli eredi.

Mentre a Palazzo Reale a Milano si apre la mostra di Piero Manzoni(Soncino 1933- Milano 1963), il geniaccio incompreso del Novecento, anzi l’artista meglio conosciuto come quello della “merda” in scatola, o anche degli “Achrome”, si è conclusa la causa intentata dalla Fondazione Manzoni che aveva chiesto al Tribunale di Milano il sequestro del libro “Il ribelle gentile. La vera storia di Piero Manzoni”. Il libro che è stato scritto da Dario Biagi, nipote dell’illustre Enzo Biagi, e pubblicato da Stampa Alternativa, è così stato assolto in quanto non diffamatorio nei confronti degli eredi e può quindi rimanere liberamente in ...

Gino Luggi con l’arte ricostruisce l’universo. Artista del movimento Madì, lavora su forme in tensione, eleganti e in libertà, capaci di interagire con l’infinito, con nuovi mondi.

Gino Luggi (Bisenti-Teramo 1935) è un artista al di fuori della mischia, appartiene cioè a un manipolo nutrito di artisti che in tutto il mondo si sono votati al “Madì”. Madì (Materialismo dialettico) vuol dire costruire, fare l’arte senza significarla, ne basta l’estetica, il gioco della bellezza, al di fuori di geometrie contornate, di significanti filosofie. Dagli anni Novanta ormai si sono formati i gruppi madì in Belgio, Italia, Ungheria, Francia, e Stati Uniti, anche se il movimento è nato ufficialmente nell’istituto francese di Buenos Aires nel 1946, ad opera di Arden Quin. Luggi si è portato fin dagli anni ...

Fortunato Depero, un futurista ancor più futurista. Ad Aosta presso il Museo Archeologico Nazionale una grande mostra con 100 opere di un artista che osò troppo.

                                                                   Mostra da mettere in calendario e da non perdere. Organizzata dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta in collaborazione con il Mart di Rovereto che ha assicurato il prestito di una serie particolarmente significativa di opere, alcune mai esposte prima d’ora, che spaziano dal 1910 alla fine degli anni Quaranta, al Museo Archeologico Nazionale l’esposizione “Universo Depero”. Con questa mostra l’artista vive una luce nuova, come confermano i tanti eventi internazionali che lo coinvolgono tra cui  “Depero y la reconstruccion futurista del universo” che è stata proposta ad inizio 2014 a La Pedrera di ...
Il blog di Carlo Franza © 2014