“Filippo Apostolo è qui”.Un’iscrizione riportata in luce conferma la tomba dell’Apostolo Filippo a Hierapolis.

la-possibile-tomba-di-san-filippo-ibamv3_s2ew_consultazione.redir_allegati_doc2Rubens_apostel_philippusTomba-Apostolo-Filippo-300x243

“Doulos tou apostolou Philippou”, ovvero “servo dell’apostolo Filippo” è la scritta che il prof. Francesco D’Andria ha ritrovato poco prima della fine del 2015 nel complesso basilicale del IV-V secolo che serviva al culto di Filippo Apostolo. E’ questa scritta a certificare in modo inequivocabile il martirio e la tomba di Filippo Apostolo. Incredibile e santa scoperta. Già nel 2011 il sepolcro fu scoperto dalla Missione Archeologica italiana diretta dal Prof. Francesco D’Andria,un pugliese del ’43 laureato alla Cattolica di Milano in lettere classiche, specializzatosi in Archelogia; oggi docente di Archeologia all’Università di Lecce e direttore della “Scuola di Specializzazione […]

  

“I tesori delle Ambasciate”. Un libro presenta un patrimonio inestimabile, specchio del Paese Italia.

1454429156501_3066_Tesori1-211x280AMBASCIATA-VIENNA-SALONEc36de6f2f9422bc4ce3180e8ca647fb944cfb1arazzo-ambasciataBerlino- uffstampa

Naturalmente si tratta dei tesori della Ambasciate e delle Residenze degli Ambasciatori d’Italia all’estero. Una carrellata di tesori e quindi la catalogazione di tutte le opere di otto delle più belle ambasciate italiane in Europa: Berlino, Dublino, Lisbona, Londra, Parigi, Praga, Stoccolma e Vienna. Un attento lavoro scientifico che troviamo nel volume “ “Tesori della Ambasciate” presentato a Roma nel Salone del Ministero in via del Collegio Romano 27- Roma. Il censimento di questi tesori -1280 opere d’arte- appare ora riunito in un libro che è stato presentato al Mibac. Dagli arazzi all’ambasciata di Berlino al teatro siciliano della sede […]

  

La Dvir Gallery israeliana apre a Bruxelles. L’arte mondiale trova nel cuore d’Europa il suo paradiso.

Brusselsef86a_jan22_dvir_imagecanvas4adel-abdessemed-mon-enfant-ivory-height-133-cm--closeup404496_10150444961111130_1774926840_nlarge

In trasferta a Bruxelles – Parlamento Europeo per seguire talune riunioni in commissione cultura, ho fatto capolino anche a Molenbeek il quartier generale degli islamici terroristi; più che mai ora sono convinto che la città vada ripopolata di cultura occidentale. Ma Bruxelles è ancora “terra promessa” del mercato dell’arte contemporanea, e ve ne spiego il perché. In Belgio è arrivata la seconda sede dell’israeliana (la centrale è a Tel Aviv) galleria, storica, “Dvir Gallery”. Ripeto, qui e non a New York, né a Londra, ma a Bruxelles. La nuova piazza per la Dvir Gallery, celebre istituzione del mercato dell’arte contemporanea […]

  

Venezia e i vedutisti, da Canaletto a Guardi. 100 capolavori tra Settecento e Ottocento raccontano lo splendore della Serenissima.

8 Federico Moja1 Gaspar Van Wittel17 - Federico Moja2  Canaletto3 Guardi_021 - Ippolito Caffi

Devo dire che Palazzo Martinengo a Brescia continua ancora a stupire per i progetti espositivi portati avanti e rafforza la propria presenza all’interno del panorama artistico italiano con un’esposizione dedicata agli incanti di Venezia, la città che nei secoli ha affascinato generazioni di artisti. Dopo il successo della mostra “Il cibo nell’Arte dal Seicento a Warhol” con oltre 40.000 visitatori, l’Associazione Amici di Palazzo Martinengo propone un nuovo evento, aperto al pubblico fino al 12 giugno 2016, dal titolo “Lo splendore di Venezia. Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento”, che celebrerà la città italiana che più di ogni altra […]

  

Il “Limbo” di Gohar Dashti. La fotografa iraniana, in mostra a Milano, con scatti memorabili di paesaggi e costumi della sua terra.

Gohar Dashti, Stateless – 2014-2015 – 80x120 cm, archival digital pigment print. Edizione di 10. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, MilanoGohar Dashti, Stateless – 2014-2015 – 80x120 cm, archival digital pigment print. Edizione di 10. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, Milano (4)_0Gohar Dashti, Iran, Untitled – 2013 – 80x120 cm, archival digital pigment print. Edizione di 7. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, Milano (4)Gohar Dashti, Stateless – 2014-2015 – 80x120 cm, archival digital pigment print. Edizione di 10. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, Milano (6)Gohar Dashti, Me, She and The Others – 2009 – 23x42 cm, archival digital pigment print. Edizione di 10. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, MilanoGohar Dashti, Stateless – 2014-2015 – 80x120 cm, archival digital pigment print. Edizione di 10. Courtesy l’artista e Officine dell’Immagine, Milano (3)

Alle Officine dell’Immagine di Milano fino al al 16 aprile 2016 è possibile vedere la seconda personale dedicata a Gohar Dashti (Ahvaz, Iran – 1980), la fotografa iraniana già ospitata nello spazio milanese nel 2013, in esclusiva italiana. Curata da Silvia Cirelli, la mostra propone i recenti lavori di questa giovane e talentuosa interprete, un’artista che negli ultimi anni si è chiaramente distinta per una sempre maggiore attenzione internazionale. Protagonista in prestigiosi Musei come il Victoria and Albert Museum di Londra, il Mori Art Museum di Tokyo, il Museum of Fine Arts di Boston o la National Gallery of Arts […]

  

Koons a Firenze si riprende la statua milionaria regalata alla città. Smacco e schiaffo per l’amministrazione Nardella.

koons 2imageskoonskoons-firenze-renzi-nardella-emiro-718580images4

Prima tutti gli onori, adesso snobbate e sberleffi. La luna di miele tra l’artista di fama mondiale Jeff Koons e il Comune di Firenze, ovvero il Sindaco Dario Nardella, è finita. E’ un po’ la linea politica di Matteo Renzi già Sindaco di Firenze. So bene che per l’inaugurazione della mostra e della Statua “Pluto e Proserpina” collocata in Piazza della Signoria, ci fu persino una cena di gala in grande stile. E quella benedetta statua fu collocata tra il David e il Nettuno sull’Arengario di Palazzo Vecchio. Il 29 gennaio 2016 l’artista più pagato al mondo, ovvero Jeff Koons, […]

  

Adami, Del Pezzo, Schifano e Tadini 50 anni dopo. Una storica mostra alla Fondazione Marconi di Milano. Si fa luce sulla stagione d’oro degli Anni Sessanta.

ATT0artisti-contemporanei-lucio-del-pezzomarioschifanovalerio-adamifondazione-marconi1mostre2016mostre-milano-2016

“Per la presentazione di questa mostra avevamo realizzato una scatola contenente quattro immagini dei quadri riprodotte su un cartoncino tagliato a puzzle. L’idea era di fare una comunicazione forte, anche provocatoria per attirare l’attenzione, per far venir voglia di ‘vedere’ le opere.” Così annuncia la mostra Marconi della Fondazione Marconi, lo storico gallerista ha segnato le stagioni più felici dell’arte italiana. La prima esposizione di Studio Marconi, inaugurata l’11 novembre 1965 di Valerio Adami, Lucio Del Pezzo, Mario Schifano ed Emilio Tadini, viene oggi riproposta nella sede della Fondazione Marconi in una versione “aggiornata”. L’obiettivo è non solo quello di […]

  

Casa e Studio di Frank Stella, l’americano iniziatore dell’arte minimalista, salvati a New York dalla demolizione. Diverranno Museo.

USA. NYC. Frank STELLA in his Manhattan studio.imageStella14095

Casa e Studio di Frank Stella, l’americano iniziatore dell’arte minimalista, salvati a New York dalla demolizione. Diverranno Museo.                          Lo scorso giugno la casa negli Hampton di Andy Warhol è stata venduta per la bella cifra di 85 milioni e Larry Gagosian, il collezionista, mercante e gallerista nel 2014 ha venduto il suo appartamento nell’Upper East Side per 18 milioni. Ora è stata la volta di Frank Stella il cui studio e appartamento nell’East Village a New York sono stati acquistati dall’agenzia immobiliare Milan Associates di Arthur Minerof per l’inverosimile cifra di 22 milioni di dollari. E’ anche vero che […]

  

L’Islam e la lezione di Scola ai giornalisti. “L’Italia introduca una festa musulmana”.

index3imagesindexELEZIONI: ANGELO SCOLA HA VOTATO A MILANOCONCLAVE: CARD.SCOLA, NUOVO PAPA SEGUA ORME ULTIMI PONTEFICIscola_a_nn

Mi verrebbe da dire che da oggi l’Arcivescovo Scola non è più il mio vescovo, ma la carità cristiana e la misericordia mi impongono di perdonare, e dunque non lo dico. Eppoi ho presente quelle parole di Cristo in Croce: “Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”. Dico questo non perché io non sia più cristiano, anzi lo sono più di prima e lo grido con tutta la mia voce in gola, compreso l’esempio e la testimonianza -ho in testa la Chiesa del grembiule di Tonino Bello- ; ma l’aver sentito dalla sua bocca parole di sottomissione dell’Italia […]

  

Artefiera Bologna 2016. Un successo indescrivibile. In cima l’Arte Cinetica (Le Parc), la Pittura Analitica (Pinelli e Aricò), l’Arte Concettuale (Agnetti) e le estroflessioni ( T. Simeti e A. Marrocco).

unspecified-12-590x590FullSizeRenderIMG_1378IMG_1376I'm_ready_to_live_inst2618184-aq2016013016085813_540_360_1_0

La fiera di Bologna, l’istituzione italiana più in del mercato dell’arte festeggia 40 anni e quest’anno si chiama Arte Fiera 40. Da 4 anni sotto la cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni, quest’anno nei padiglioni di piazza della Costituzione sono arrivate oltre 220 gallerie-espositrici, che espongono più di 2.000 opere per oltre 1.000 artisti rappresentati, un vero e proprio record, come è stato rimarcato anche nella lunghissima conferenza stampa della scorsa settimana. Ad Arte Fiera 2016 si lasciano ammirare i grandi Maestri che dominano i mercati, come Lucio Fontana e Piero Manzoni, Alberto Burri, ma anche Mario Sironi, veri […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2016