I sette Savi di Fausto Melotti. La magia di un capolavoro che ritorna in mostra all’ Aeroporto di Milano Malpensa.

06_7405_2204_4903_80sette01_3102_30

A sei anni di distanza, torna alla Porta di Milano, il gruppo di sette sculture in pietra realizzato dall’artista trentino nel 1961, prima della sua definitiva collocazione. Milano, aprile 2019 – SEA, in collaborazione con il Comune di Milano, presenta a  La Porta di Milano all’aeroporto di Milano Malpensa, dal 16 maggio 2019 al 29 febbraio 2020, La magia di un ritorno, una mostra che propone tutte le sette sculture in pietra de I Sette Savi, realizzate da Fausto Melotti nel 1961. Il gruppo scultoreo torna dunque a Malpensa, con un nuovo allestimento progettato da Michele De Lucchi, a sei anni di distanza della rassegna che, […]

  

Helen Frankenthaler.Pittura/Panorama, 1952–1992 a Palazzo Grimani in Santa Formosa a Venezia in occasione della Biennale di Venezia 2019.

154774-004-3DB00596Gagosian-18-03-03-590x34288101-unnamedF3D71660-8310-4E0F-AB19-74AA78128FCB-590x496palazzo grimani venice74530_unnamed(2) (1200x491)-696x3851D96720A-7233-48D2-8DAC-AAD40506116E-590x4723E5CDA4D-4D5F-437D-B968-BC3ED0AC65C3-e1552516599968-441x5901960-Italian-Beach-1024x84237594D9E-86C2-4FAB-B5B9-D939A5A02E18-590x441992CA812-AEE7-4719-9E0C-FC3666A95F89-590x470

La Helen Frankenthaler Foundation e Venetian Heritage hanno costruito per la 58ma Biennale di Venezia 2019 dandone  ampio e documentato  risalto   la mostra PITTURA/PANORAMA. Paintings by Helen Frankenthaler, 1952–1992, esposizione di dipinti di Helen Frankenthaler provenienti dalla collezione della fondazione a lei intitolata. L’opera della  Frankenthaler torna così a Venezia dopo l’apparizione nel padiglione degli Stati Uniti della 33a Biennale di Venezia, nel 1966, attraverso una mostra monografica di quattordici quadri che offriranno una panoramica su quarant’anni di carriera dell’artista. L’esposizione si concentrerà sulla relazione tra i concetti di pittura e panorama elaborati da Frankenthaler attraverso l’interazione tra lavori che sembrano esser stati dipinti su cavalletto, seppur realizzati stendendo la tela […]

  

Al via “ARENAPO-ARTE” 2019. Un singolare progetto pilota di disseminazione dell’arte sul territorio lombardo.

e05e1641-8767-419f-a74f-0c3d044b2149cavaliere a bassa2018_nicolasalvatore_10pantico a bassaguzzetti a bassacella a bassa

Il Progetto che ha per titolo “ARENAPO-ARTE”  è giunto  quest’anno 2019 alla sua quarta edizione. Un evento magistrale cui dovrebbero guardare mille altri territori, per vivacizzare con l’arte e la cultura ambienti del Nord e Sud Italia. Ebbene tutto ebbe inizio nel 2016. Qui il Comune di Arena Po aveva messo in piedi  la personale dell’artista  Gaetano Grillo, illustre professore dell’Accademia di Belle Arti di Brera e già Direttore del Dipartimento di Pittura. E’ stato proprio Gaetano Grillo che nella cittadina dell’oltrepo pavese ha una bellissima residenza di lavoro, ad aver  promosso  per passione l’arte ad Arena Po,  divenuto un […]

  

Renate Bertlmann e il Padiglione Austria alla 58ma Biennale di Venezia 2019. E’ il trionfo della sessualità.

Felicitas-Thun-Hohenstein-Renate-Bertlmann-Gernot-Blumel.-Photo-Renate-AignerMamas-Darling11.-Renate-Bertlmann_Corpus-Impudicum-Arte-Domitum_1984-copyrenate-bertlmann-945148download-1

E’ la  prima donna a rappresentare l’Austria nella storia della Biennale di Venezia, Renate Bertlmann (Vienna 1943) settantacinquenne, artista femminista d’avanguardia, che da oltre mezzo secolo indaga il ruolo sociale di genere, sesso e spiritualità da una prospettiva per l’appunto femminista. Basti pensare alla sua criticità radicale, con la volontà di marcarsi  su un percorso pericolosissimo e l’assunzione  anche dei rischi per via dei suoi lavori rivoluzionari, ironici e regolarmente banditi da musei e istituzioni fin dagli anni 70. Il padiglione austriaco è stato curato da Felicitas Thun-Hohenstein. Occorre sapere che durante la carriera, lunga 50 anni, la Bertlmann ha affrontato argomenti come […]

  

Riccardo Guarneri con Pittura-Pittura è al Museo Novecento di Firenze. Un maestro della pittura analitica celebrato nella sua città. E’ il trionfo dell’astratto.

IMG-20190411-WA0004IMG-20190411-WA0000img5img7

E’ aperto al pubblico “Pittura Pittura”(visitabile fino al 30 maggio 2019)  il terzo appuntamento di Campo Aperto, con la direzione artistica di Sergio Risaliti, dedicato a Riccardo Guarneri, fiorentino, uno dei protagonisti della pittura internazionale del XX secolo, nella cornice dei cosiddetti pittori analitici secondo la bella definizione che dette a suo tempo il collega Filiberto Menna. La selezione delle opere in mostra, a cura di Eva Francioli, Francesca Neri e Stefania Rispoli, del MUS.E,  prende avvio da una tela degli anni Sessanta riferibile quasi agli esordi della carriera dell’artista, quando i dipinti si lasciano leggere  come propaggini di un […]

  

Il Baritono Giuseppe Zecchillo e il lascito al Conservatorio Musicale Verdi di Milano. Una cerimonia lo celebra come una delle figure che hanno fatto grande Milano.

mdelapide3-1-copiaPresicci, Zecchillo, il tenore TaliaviniZecchillo al Circolo della Stampazecchillo-quadro-rosso

E’ già qualche tempo che il baritono Giuseppe Zecchillo è mancato, figura significativa della Scala di Milano e non solo, e artefice dell’intera vita breriana spesa tra il suo studio in Via Fiori Chiari, il Bar Giamaica e i ristoranti del quartiere ad iniziare dal Rigolo. L’ho avuto amico fra i più cari, per la sua preparazione musicale, la sua schiettezza e la sua passione per l’arte.  Ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo con la sua voce,  e proprio a motivo del suo lavoro che amava con fede infinita, è di ieri la cerimonia di consegna del Lascito […]

  

Giuliano Vangi. Lo scultore italiano che dalla matita allo scalpello ha dato un senso all’uomo e all’umanità. Una singolare mostra da Bottegantica a Milano ne mette in risalto la chiara fama.

vangi0Vangi-Giuliano-Donna-e-paesaggio-1982-M.88399-Vangi-Giuliano-Studio-di-figura-1977-m_index54732227_116508052866581_3410363028189308797_n

Con la mostra personale di Giuliano Vangi, Bottegantica apre un suo nuovo spazio espositivo in quello che fu uno dei luoghi dove si è fatta la storia dell’arte italiana del secondo Novecento. Qui, in via Manzoni 45, dal 1946 ebbe infatti sede la Galleria del Naviglio, diretta sino al 2001 da Carlo Cardazzo. “Giuliano Vangi. Dalla matita allo scalpello”, curata da Enzo Savoia, Stefano Bosi e Valerio Mazzetti Rossi, è aperta al pubblico fino al 12 maggio 2019. Con questa mostra, Bottegantica prosegue il suo progetto Contemporary / Lab, format con cui intende rendere omaggio alle principali personalità artistiche del […]

  

Emilio Tadini 1967-1982.Una preziosa mostra allo Fondazione Marconi di Milano incornicia l’attività dell’artista artefice della Pop italiana e raffinato intellettuale.

2003201916032320032019160317200320191603192003201916031488675-13

                                                                                                                                                                      Fondazione Marconi presenta Emilio Tadini 1967-1972, la terza mostra dedicata all’artista e intellettuale milanese Emilio Tadini. Dopo Emilio Tadini 1960-1985. L’occhio della pittura del 2007 e Emilio Tadini 1985-1997. I profughi, i filosofi, la città, la notte del 2012, questo nuovo progetto espositivo pone l’attenzione sugli esordi della produzione artistica di Tadini, dal 1967 al 1972, ovvero dal primo ciclo Vita di Voltaire, che segna la nascita del suo linguaggio pittorico, fino ad Archeologia. Considerato uno tra i personaggi più originali del dibattito culturale del secondo dopoguerra italiano, fin dagli anni Sessanta Emilio Tadini sviluppa la propria pittura per grandi cicli, popolati da un clima surreale in cui confluiscono […]

  

Berenice Abbot la “fotografa di New York”. Al Palazzo delle Paure di Lecco 80 foto bianco/nero di una delle figure artistiche più interessanti e celebrate del Novecento.

PF117991Abbott_flatiron_okPF113268PF121446pf78844PF121298berenice

Il Palazzo delle Paure di Lecco ospita fino  all’8 settembre 2019 una mostra dedicata a Berenice Abbott (1898-1991), una delle più interessanti figure d’artista del Novecento, considerata “la fotografa di New York”. La rassegna, curata da Anne Morin e Piero Pozzi, col patrocinio del Comune di Lecco, prodotta e realizzata da Di Chroma Photography e ViDi – Visit Different, presenta 80 fotografie in bianco e nero, capaci di ripercorrere l’intera sua carriera, e declinate in tre sezioni che definiscono la sua cifra espressiva più caratteristica: Ritratti, New York e Scienza. “La mostra di Berenice Abbott – afferma Simona Piazza, Assessore […]

  

Vivian Maier, street photographer. Alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia 120 immagini della “bambinaia-fotografa”.

03 - Vivian Maier53-199_1953_104 - Vivian Maier_001 - Vivian Maier

Le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia rendono omaggio a Vivian Maier (1926-2009), una delle più singolari e misteriose figure di artista, la ‘bambinaia-fotografa’, recentemente ritrovata e definita una delle massime esponenti della cosiddetta street photography. La rassegna, aperta fino al 5 maggio 2019, curata da Anne Morin e da Piero Francesco Pozzi, è promossa dalla Fondazione Teatro Fraschini e dal Comune di Pavia – Settore Cultura, Turismo, Istruzione, Politiche giovanili, prodotta e organizzata da ViDi, in collaborazione con diChroma photography, John Maloof Collection, Howard Greenberg Gallery, New York. “La primavera del 2019 – afferma Giacomo Galazzo, assessore alla Cultura […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019