Il Rinascimento visto da sud. A Matera nel Museo nazionale di arte medievale e moderna della Basilicata / Palazzo Lanfranchi, una svolta storiografica.

Antonello_Como.francoforte_ARTOTHEK-20542.D502954441.89245-Visitadabramo_montorsoli_carlo_V_DSC0645.Madonna-con-Bambino-e-angeli-di-Cesare-da-Sesto.Michele-Greco-da-VAlona_Guglionesi.

Da periferia a centro, ecco uno sguardo diverso del Rinascimento italiano. E’ il cambio di prospettiva che, rispetto ad una storiografia imperante, propone la grande mostra “Rinascimento visto da Sud. Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500” che si può ammirare dal 19 aprile al 19 agosto al Museo nazionale di arte medievale e moderna della Basilicata in Palazzo Lanfranchi, naturalmente a Matera, quest’anno Capitale Europea della Cultura. Ed è la Fondazione Matera-Basilicata 2019 insieme al Polo Museale della Basilicata che propongono e coproducono questa fondamentale rassegna, affidata alla cura di Marta Ragozzino, Pierluigi Leone de Castris, […]

  

Cesare Franchi detto il Pollino, celebre miniaturista cinquecentesco. Pregevoli opere esposte alla Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia ne raccontano la vicenda creativa.

Sacra Famiglia e santiMartirio san LorenzoDanza di bambineAssunzione della VergineBaccanale di putti

La Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia dedica una mostra, dal titolo “Atomi e nuvole”, aperta fino al 19 giugno 2019, al miniatore perugino Cesare Franchi detto il Pollino, raffinato artista cinquecentesco che rappresenta, in questo ambito, una delle eccellenze dell’arte europea. Notissimo ai suoi tempi, andò incontro a una fine tragica, poiché resosi colpevole di un omicidio compiuto a Perugia durante il Carnevale, fu giustiziato presso “la fonte di piazza” lunedì 20 febbraio 1595. Cesare Franchi dipinse le sue miniature con sorprendente minuziosità e raffinatezza, realizzando nel piccolo formato scene molto elaborate e popolate di numerosissime figure. Per guardare questo […]

  

Filippo La Vaccara, artista italiano in auge nel panorama internazionale, con una mostra e un libro a Palermo allo Spazio Marceau- Cantieri alla Zisa.

Copia di la vaccara 8Copia di la vaccara 4Copia di la vaccara 5Copia di la vaccara 1Copia di la vaccara 7Copia di la vaccara 3

Abbiamo scritto in una rivista di spiccato  livello culturale, “Graphie”( Cesena-2019) rispondendo alla domanda (Dove va l’arte contemporanea?)  posta  a illustri storici dell’arte, italiani e stranieri, che l’arte si posiziona oggi attorno a tre direttive, primo: un ritorno al reale; secondo: una formattazione dell’arte aniconica; terzo: la living art.  Detto questo, noto con piacere nel panorama italiano la bellissima mostra di Filippo La Vaccara  dal titolo “Viaggio intorno al quadro” che si tiene  allo Spazio Marceau – Padiglione 24 Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.  Tengo d’occhio da anni la pittura di La Vaccara, stimatissimo docente del Liceo Artistico Statale […]

  

Toulouse-Lautrec. La Ville Lumière. Alla Villa Reale di Monza la mostra di uno dei maggiori esponenti della Belle Epoque.

61935-Toulouse-Lautrec114836887-06ca6a39-11e1-4abc-b3cd-4c244fa3e1bc114837726-689098b1-c5f8-41fb-9c77-95837cd5d841114837435-37c0dd9f-8b52-447b-8ed5-499c427bb4c6114837404-7abdac56-b982-4451-86d6-5340feb1a6a8114837360-ea25a38f-2414-4dc3-8fc0-88d9220a94be114836890-e408f07a-f195-43f8-bdf7-0c324ac0e266114837229-de657d0c-d1c8-41b1-9b75-59698f56c863

Le prestigiose sale della Villa Reale di Monza, ospitano fino  al 29 settembre 2019, ben 150 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene per celebrare il percorso artistico di uno dei maggiori esponenti della Belle Époque: Henri De Toulouse-Lautrec (1864-1901). Parigi, fine Ottocento,  la vita bohémienne, gli artisti di Montmartre, il Moulin Rouge, i teatri, le riviste umoristiche, le prostitute. É questo l’accattivante mondo di Toulouse-Lautrec, genio che divenne noto soprattutto per i suoi manifesti pubblicitari e i ritratti di personaggi che hanno segnato un’epoca rimanendo ben impressi nell’immaginario collettivo. Ora, manifesti, litografie, disegni, illustrazioni, acquerelli, insieme a video, fotografie e arredi dell’epoca riscostruiscono uno […]

  

Gli artisti visionari in mostra al MuSa Museo di Salò. Invenzione e fantasia colorano l’universo della contemporaneità.

IMG_6123-e1554816136760-650x534©contemplazioni_Luigi-Serafini-Persefone-C_DSC530856565461_803215293355512_3080519311136129024_nDomenico-Gnoli-Buste-en-vert-olio-su-tela-1964Gaetano-Pesce-profilo-di-ghiaccio-gp89897-_contemplazioni_Cesare_Inzerillo_Picuriedda_1_2019©contemplazioni_Cesare-Inzerillo-Duro-da-morireCesare-Inzerillo-Barone-rosso-gpAgostino-Arrivabene-Il-predestinato-in-eclissi-gp

Apre al MuSa – Museo di Salò la mostra a cura del collega  Vittorio Sgarbi dal titolo “Contemplazioni: i visionari” aperta fino all’8 dicembre 2019.  “Un viaggio attraverso le esperienze artistiche più creative della seconda metà del secolo scorso – racconta il direttore del MuSa Giordano Bruno Guerri – in un susseguirsi di camere delle meraviglie”.  Il Musa diventa così il luogo mistico in cui poter incontrare le alchimie di Agostino Arrivabene, il mondo fantastico e indecifrabile di Luigi Serafini, le presenze di Domenico Gnoli, l’aldilà di Cesare Inzerillo e la prorompente ricerca di Gaetano Pesce. «Non c’è altro modo […]

  

La stanza di Filippo de Pisis. Luigi Vittorio Fossati Bellani e la sua collezione in mostra a Villa Necchi Campiglio a Milano. Un omaggio a un grande collezionista italiano.

89283-Pisis72ce8822c96920d128c9fa8e45ee3e11_LAlberto_Savino_Vedova_allegra.Penelope_1940-14309-800-600-80

                                                                                                                                                                         Il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta a Villa Necchi Campiglio  a Milano la mostra “La stanza di Filippo de Pisis. Luigi Vittorio Fossati Bellani e la sua collezione”, aperta fino  al 15 settembre 2019. Roma, 1944: una stanza colma di arredi e oggetti preziosi, con quadri alle pareti, quasi tutti di un unico pittore: la stanza di Filippo de Pisis. La collezione è l’effetto di un sodalizio virtuoso tra pittori che dipingono e scrivono, letterati appassionati di immagini e musica, cultori delle arti e bibliofili: Luigi Vittorio Fossati Bellani ne è l’animatore. La mostra riunisce per la prima volta la collezione di opere, alcune mai […]

  

Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico. Capolavori esposti a Palazzo Merulana a Roma.

1.Primo_Carnera__1933-14185-800-600-80DSC_2032-14194-800-600-80DSC_2040-14198-800-600-80DSC_2038-14197-800-600-802._Colorluce__1933-14186-800-600-80DSC_2035-14195-800-600-803._La_seggiola_dell___uomo_strano__1929-14187-800-600-80df742e48ab3ca24b50f66a356f993719_L

Palazzo Merulana  a Roma presenta “Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico”,  una mostra  aperta fino al 17 giugno 2019, curata da Fabio Benzi e incentrata sul famoso dipinto Primo Carnera del 1933. Un’opera eccezionale della produzione del Maestro futurista. Dipinta sui due lati, con da una parte Vaprofumo del 1926, un soggetto tipicamente futurista che fu esposto nel 1928 alla mostra personale che Balla tenne agli Amatori e Cultori di Roma e che rappresenta appieno il giocoso sistema sinestetico del futurismo balliano dell’epoca: le forme chiare, i colori tenui, metallici e dorati, intendono evocare l’impressione olfattiva che si […]

  

Tullio Pericoli e le forme del Paesaggio Marchigiano (1970-2018). Ascoli Piceno celebra il dopo terremoto con un evento espositivo unico a Palazzo dei Capitani.

1553254469168941Tullio-Pericoli-in-un-ritratto-di-Riccardo-Mannelli-Il-Martino-ilmartino.it-MArt-Arte-e-Cultura-Ascoli-mostra-Tullio-Pericoli.-Forme-del-Paesaggio-1970-2018-Palazzo-dei-Capitani-Il-Martino-ilmartino.it-MArt-Arte-e-Cultura--696x399Mostre: ad Ascoli opere Pericoli in 'Forme del paesaggio'rev183076(1)-ori

Dopo il terremoto che l’ha drammaticamente colpita nel 2016, la città di Ascoli Piceno sceglie di celebrare se stessa attraverso l’opera dell’artista che, fra tutti, più ha reso omaggio alla sua terra. Così, oltre mezzo secolo dopo la sua prima personale, Tullio Pericoli torna nella prestigiosa sede di Palazzo dei Capitani che si fa luogo di un evento espositivo unico, che ha aperto  il 22 marzo 2019 per terminare oltre un anno dopo, nel maggio 2020. Attraverso una selezione di 165 opere, e guidata, oltre che dalle caratteristiche ambientali del prestigioso palazzo rinascimentale, dal fine di svelare le mutazioni che […]

  

Stefano Arienti espone umanità e riti a Milano al Complesso Museale-Chiostri di Sant’Eustorgio. Con un evento eccezionale l’archeologia del quotidiano celebra i martiri cristiani e il culto dei morti.

7638923612_414069b7ce_obasilicastefano-arienti-fiori89301-iris_da_van_gogh_b

                                                                                                                                                                                 Al Complesso museale “Chiostri di Sant’Eustorgio” di Milano, aperta fino al 5 maggio 2019,  si tiene la personale di Stefano Arienti (Asola, MN, 1961), uno degli artisti più affermati e conosciuti della sua generazione, dal titolo “Fiori”. La rassegna, curata da Angela Vettese, nuovo capitolo del programma di esposizioni di autori contemporanei all’interno di uno dei complessi più ricchi di storia della città, presenta una serie di opere in grado di dialogare con il luogo che le ospita, ovvero con le vestigia e le presenze del passato, dagli arredi antichi alle pietre dell’epoca di Sant’Ambrogio, alle opere d’arte antica. […]

  

Intervista a S. E. l’Ambasciatore d’Italia Gaetano Cortese, figura di spicco della diplomazia italiana.

untitled7-e1484950298159venezia2PRESENTAZIONE LIBROcortese_metternich_ita_smcortese_washington_smcortese_sidseldscf42602134186image001-1Salone-Panoramaanteprima_googlecortese_istanbuldsc_00071-2res_BruxbLIBRI: PRESENTAZIONE 'IL PALAZZO SUL POTOMAC' ALLA FARNESINAunnamed-1palazzo-veneziaimg-20181113-wa00181-2

1 Signor Ambasciatore, la sua attività istituzionale e diplomatica l’ha condotta in giro per il mondo. Lei pensa che dell’Italia si abbia nei punti chiave della politica mondiale una immagine significativa e forte del nostro paese? L’Italia ha nella cultura uno dei suoi punti di forza.  Secondo alcune indagini, come quella condotta nel 2017 dalla rivista US News insieme all’Universita della Pennsylvania, siamo addirittura il primo Paese al mondo per la sua influenza culturale.Un primato legato non solo alla produzione culturale e al patrimonio storico ma anche alla nostra capacità di trasmettere cultura e bellezza nelle produzioni   manifatturiere. Queste ultime […]

  

Il blog di Carlo Franza © 2019